Non c’è solo la Sardegna, ecco il mare mozzafiato del Lazio

Nel Lazio ci sono tre spiagge spettacolari che meritano di essere viste. Dove andare a fare il bagno: il mare più bello

Quando si parla di mare bello e spiagge meravigliose le regioni del Sud salgono – giustamente – in cattedra. Effettivamente fra Puglia, Sardegna, Calabria, Campania e Sicilia è una sfida continua con spiagge mozzafiato e un mare da sogno. Il Lazio nella classifica delle spiagge più belle sembra che non abbia troppo da dire. Ma siamo sicuri?

L’acqua dell’isola di Palmarola

Se è vero che il Lazio ha poche cartucce da sparare in questa classifica, alcune di queste non sono niente male. Anzi proprio in questa regione ci sono 3 spiagge che sono davvero spettacolari e non vi faranno rimpiangere (o quasi) nemmeno i lidi più blasonati della Sardegna o della Puglia. Posti meravigliosi dove fare il bagno nel Lazio in un’acqua cristallina.

Il mare più bello del Lazio: le 3 spiagge mozzafiato

Acqua azzurra e cristallina, sabbia dorata e intorno una vegetazione lussureggiante. Vi sembra la descrizione di una delle tantissime belle spiagge del Sud Italia, della Sicilia o della Sardegna? Giusto, ma non solo. Questa è la descrizione di alcune delle spiagge del Lazio. Già perché anche in questa regione si possono trovare spiagge bellissime e un mare bellissimo. Ci sono alcuni posti talmente belli che addirittura vi dimenticherete di essere nel Lazio.

Le 3 spiagge più belle del Lazio si trovano nella parte meridionale della regione, ovvero a circa 100 km dalla Capitale. Più vicino Roma c’è una spiaggia selvaggia e incantevole che merita di essere vista, Torre Astura. Ma se volete il meglio allora fidatevi: prendete la macchina e dirigetevi verso il sud del Lazio.

Il mare più bello del Lazio si trova infatti nel sud della regione in uno dei tratti di costa meglio conservati dove piccoli borghi si alternano a monti che cadono a picco sul mare, la riviera di Ulisse. E un’altra spiaggia da sogno si trova sulle isole Pontine.

  • Isole Pontine, Palmarola
  • Spiaggia dei 300 gradini, Gaeta
  • Spiaggia dell’Angolo, Sperlonga

Le isole più belle del mondo e il mare di Palmarola

Cale del Porto a Palmarola

Le isole Pontine sono un arcipelago al largo della costa laziale. L’isola più famosa è Ponza che ospita alcune spiagge da sogno come la spiaggia del Frontone o la spettacolare – e purtroppo ancora interdetta al pubblico – Cala di Luna. Poi c’è Ventotene più piccola e poi ancora Palmarola.

Palmarola ha dimensioni davvero ridotte è pressoché disabitata e proprio per questo di una bellezza spettacolare. E’ ricoperta di macchia mediterranea e di una particolare specie di palma nana, da cui il nome. E’ molto rocciosa, tant’è che le poche case sono direttamente scavate nella roccia. Non ci sono spiagge di sabbia e questo potrebbe farvi desistere dall’andarci. Ma non fatelo. Il mare di Palmarola è a dir poco meraviglioso. Fermatevi a cala O’ Francese o a Cala del Porto: qui troverete una spiaggia di sassetti. In barca andate poi all’esplorazione di quest’isola che il noto documentarista Folco Quilici definì la terra emersa più bella del mondo.

La meraviglia della spiaggia dei 300 gradini

La spiaggia dei 300 gradini a Gaeta

Monti verdissimi che cadono a picco sul mare creando una cala di soffice sabbia dorata affacciata su un’acqua celeste e cristallina. E’ questa la spiaggia dei 300 gradini detta anche spiaggia dell’Arenauta a Gaeta. Indubbiamente la spiaggia più bella del Lazio e una delle più belle d’Italia. Difficile infatti non sentirsi in un paradiso sardo o perfino caraibico quando si sta in questa spiaggia. Per arrivarci bisogna percorrere 300 gradini – per l’appunto – ma la bellezza del luogo vale la fatica della salita.

La perla del Lazio, Sperlonga

La spiaggia di Sperlonga

E’ uno dei borghi più belli dell’intera regione con le sue casette bianche, i vicoli e il mare blu intenso dove si affaccia. Tanto bella che le è valso il soprannome di Grecia del Lazio. Ci troviamo a poca distanza dal Parco Nazionale del Circeo che con le sue belle spiagge di dune compete con Sperlonga. Ma qui l’incanto di una sua spiaggia è davvero da bellezza del Sud. La spiaggia dell’Angolo infatti è una cala racchiusa da una natura lussureggiante, lontana dal chiasso della strada e immersa in un contesto naturale di estrema bellezza. Il mare è incantevole screziato di colori che vanno dall’azzurro al verde smeraldo.

Le spiagge del Lazio che fanno concorrenza alle blasonate di Sardegna e Puglia sono un fiore all’occhiello della regione e meritano di essere viste. E vi garantiamo che una volta arrivati non avrete voglia di andare da nessun’altra parte.

 

 

 

Previous articleLa Strada del Vino dell’Alto Adige: storia, cultura, profumi e sapori d’autunno
Next articleAllarme, temporali forti in arrivo nel pomeriggio di oggi, 23 agosto
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.