Arriva Medicane: il ciclone mediterraneo che diventa uragano, dove colpirà

Arriva Medicane: il ciclone mediterraneo che diventa uragano, ecco dove colpirà. le previsioni meteo aggiornate. Cosa bisogna sapere.

medicane ciclone mediterraneo
Arriva Medicane: il ciclone mediterraneo che diventa uragano, dove colpirà (Adobe Stock)

Non è finito il maltempo al Sud Italia. Negli ultimi giorni la Sicilia orientale e la Calabria meridionale sono state colpite duramente da violente ondate di maltempo, causate da un ciclone che si è formato nel Mar Mediterraneo dall’incontro dall’aria calda in ascesa dal mare e quella più fredda in cielo.

Scuole chiuse, allagamenti e smottamenti, purtroppo anche vittime. La situazione più drammatica è stata a Catania, con la città letteralmente sommersa dall’acqua spinta da fortissime raffiche di vento.

Un maltempo eccezionale, con la quantità di pioggia che cade in sei mese scesa in poche ore, che non è ancora finito. Nelle prossime ore, infatti, il ciclone mediterraneo che ha colpito l’area ionica potrebbe trasformarsi in un “Medicane“, avvertono i meteorologi. Ovvero in un Mediterranean Hurricane, un uragano simile a quelli tropicali ma nel Mar Mediterraneo.

Tra giovedì 28 e sabato 30 ottobre si prevedono nella stessa zona già duramente colpita piogge forti e raffiche di vento fino a 100 km orari. È massima allerta in Sicilia. Le ultime previsioni del tempo.

Leggi anche –> Meteo, arriva subito l’inverno: raffica gelida sull’Italia

Arriva Medicane: il ciclone mediterraneo che diventa uragano, dove colpirà

Il ciclone presente sul Mar Mediterraneo, a Sud della Sicilia, che ha portato forte maltempo al Sud Italia, sta aumentando la propria intensità e si sta trasformando in un uragano mediterraneo, detto anche “Medicane“. Dal basso Mediterraneo, il Medicane si sposterà verso nord e tra la tarda serata di oggi, giovedì 28 ottobre e domanivenerdì 29 ottobre, dovrebbe raggiungere la Sicilia. Come annuncia il servizio meteorologico di 3bemeto.

Il tempo sulla Sicilia sta già peggiorando di nuovo, oggi, anche se ancora in modo graduale. Il maltempo più intenso, tuttavia, è previsto per la giornata di venerdì e raggiungerà anche la Calabria. Saranno soprattutto le zone ioniche di Sicilia e Calabria ad essere colpite da piogge forti e temporali intensi. Le nuove precipitazioni creeranno nuove criticità idrogeologiche, dovute anche alle forti raffiche di vento.

L’occhio del ciclone del Medicane, tuttavia, dovrebbe restare al largo del Mar Ionio e non raggiungere la terraferma. Il ciclone, tuttavia, andrà monitorato. Nella giornata di sabato 30 ottobre, i meteorologi prevedono un miglioramento del tempo, con l’allontanamento del Medicane dalle coste dello Ionio, in direzione del Mar Libico. Una situazione che favorirà un allentamento della morsa del maltempo su Sicilia e Calabria.

Il rischio di uragano, comunque, deve essere ancora confermato. Il ciclone mediterraneo potrebbe fermarsi a tempesta tropicale. Tutto sta a quanta potenza prenderà dalle acque calde del Mar Ionio.

Previsioni del tempo in dettaglio

Per giovedì 28 ottobre è previsto l’arrivo delle prime piogge sulle Sicilia meridionale, nelle province di Siracusa e Ragusa, poi un risalita verso il catanese. Piogge più deboli cadranno nella parte settentrionale della regione. Sulle altre regioni meridionali, invece, il tempo sarà più asciutto e soleggiato. I venti aumenteranno di intensità, provenienti da Nord Est, interessando lo Ionio e il Mar di Sicilia, mentre le raffiche più forti, da 100 km orari saranno ancora in mare aperto, tra lo Ionio meridionale e il Mar Libico.

La giornata di venerdì 29 ottobre sarà quella più critica, con il maltempo intenso già nelle prime ore tra Sicilia e Calabria meridionale. Sono attesi rovesci e temporali intensi, soprattutto sulla Sicilia ionica. Sul resto dell’isola pioverà ma i fenomeni saranno meno intensi. Schiarite, invece, sono previste sull’alta Calabria. In Sicilia, le zone più colpite dal maltempo saranno quelle del Catanese e del Siracusano, con il rischio di criticità idrogeologiche. In serata anche la bassa Calabria ionica sarà colpita da precipitazioni intense. Piogge forti coinvolgeranno anche il Messinese e parte della costa tirrenica siciliana.

Il tempo sarà più stabile sulle altre regioni meridionali. Cieli velati o parzialmente nuvolosi al Centro Nord. Sul basso Tirreno le raffiche di vento potranno raggiungere i 100 km orari, a 80 km e fino a 100 km orari tra Sicilia e Calabria.I venti soffieranno da Nord Ovest sul Mar di Sicilia.

Per sabato 30 ottobre è previsto ancora maltempo tra Sicilia e Calabria, ma con attenuazione dell’intensità dei fenomeni. Piogge forti sono previste questa volta sulla Calabria meridionale, con fenomeni intensi e possibili nubifragi sulle province di Catanzaro e Reggio Calabria. Verso sera, comunque, le precipitazioni diminuiranno la loro intensità, così come sulla Sicilia ionica, dove sono previsti gli ultimi rovesci. Sul Mar Ionio e il Mar di Sicilia il vento soffierà ancora forte, con raffiche da 100 km orari al largo.

Leggi anche -> Meteo inverno 2021/22: Italia come la Russia, sarà record

allerta meteo calabria sicilia
Allerta meteo in Calabria e Sicilia (Foto di GEORGE DESIPRIS da Pexels)