Meteo settimana, temperature roventi fino a 45 gradi: quando finisce l’ondata bollente

Le previsioni meteo per la settimana. Cosa ci aspetta nei prossimi giorni, le temperature e quando termina l’ondata di caldo africano

Meteo temperature settimana
Ondata bollente: caldo su tutta Itali fino a 45 gradi. Fino a quando dura

L’Italia entra in estate stretta nella morsa rovente dell’Anticiclone africano. Il tanto atteso caldo che sembrava una misteriosa chimera è finalmente giunto e non è intenzionato a lasciarci a stretto giro.

Le previsioni meteo per la settimana appena iniziata indicano giorni di fuoco per il nostro Paese con temperature che toccheranno perfino i 45 gradi. E già si inizia a non sopportare più questo clima bollente e ci si chiede quando finirà questa ondata africana.

Meteo settimana fenomeni estremi fra caldo e temporali

La settimana che segna l’inizio dell’estate continua su quasi tutta Italia sotto l’egida del sole e del caldo. L’Alta Pressione proveniente dal Sahara continua a pompare aria caldissima sul nostro Paese facendo innalzare, in alcuni casi vertiginosamente, la colonnina di mercurio.

Da questa ondata ancora più bollente saranno risparmiati solo i settori occidentali del Nord, ovvero il Piemonte e la Valle d’Aosta. Qui si annuncia una settimana – senza pausa – di intenso maltempo con fenomeni anche estremi.

Sul resto del Paese da lunedì 21 a giovedì 24 giugno il clima estivo la farà da padrone: cielo terso e soleggiato e temperature elevate con picchi al Sud e valori più contenuti al Nord. Sul finire della settimana, da venerdì 25 questa cappa di afa e caldo inizia ad incrinarsi.

Le correnti perturbate che fino ad allora sono state relegate all’estremo ovest iniziano ad insinuarsi nel resto delle regioni settentrionali e in buona parte di quelle centrali. Qualche temporale e un’aria più fresca rompono il dominio dell’Alta Pressione africana.

Anche al Sud l’anticiclone del Sahara rallenta e le temperature scendono di qualche grado in un contesto che rimane comunque soleggiato.

Sul finire della settimana dunque la morsa rovente del caldo si allenterà portandosi dal punto di vista termico su temperature più accettabili. Si passerà dai 37/38 a 32 gradi in Sicilia, e dai 35/36 del Centro ai 31. Un ritorno su valori termici più mediterranei. Mentre sul Piemonte dopo una settimana di piogge il sole finalmente farà capolino per restarci a lungo.

Temperature settimana: ondata rovente fino a 45 gradi

Prima di arrivare al weekend quando tireremo un po’ il fiato dovremo passare una settimana bollente. Da Nord a Sud la colonnina di mercurio segnerà temperature molto elevate.

Saranno giorni davvero roventi in Sicilia dove nelle aree interne si toccheranno anche i 45 gradi! A Catania e a Enna sono attesi 36 gradi, a Ragusa 38. Andrà meglio sulle coste dove grazie alla brezza marina i valori scenderanno intorno ai 35/34 gradi.

Bollente anche la Puglia: a Foggia la massima toccherà i 40 gradi e la minima 24, notti dunque tropicali; a Lecce 37 gradi, Bari 35 gradi; Clima rovente anche in Calabria: a Cosenza il termometro raggiungerà i 39 gradi. In Campania si attendono 37 gradi ad Avellino e 32 a Napoli.

Al Centro a Roma 33 gradi, a Perugia 36, a Firenze 33. Più caldo sulla pianura Padana con 35 gradi a Ferrara e 34 a Bologna. A Bolzano 33 gradi, 30 a Venezia.

Leggi anche -> Meteo estate 2021: le previsioni per ogni mese <<

Giorni di intenso caldo dunque secondo le previsioni meteo. L’estate è dunque arrivata e sarà un’estate bollente dal punto di vista delle temperature. Questo dunque è solo l’antipasto di quello che ci aspetta nei prossimi mesi.

Previous articleGuida alle isole della Grecia: Milos, l’isola di Venere
Next articleL’Etna si risveglia e illumina la notte: foto e video dello spettacolo di lava
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.