Dove si trova la pasticceria di Buddy Valastro e il segreto nell’insegna

La pasticceria di Buddy Valastro è una meta turistica di New York. Dove si trovano le altre sedi della pasticceria e cosa nasconde il particolare dell’insegna

Buddy Valastro, il boss delle Torte
Buddy Valastro, il boss delle Torte. Dove si trova la sua pasticceria e perché c’è scritto Carlo’s?

Quando nel 1910 Carlo Guastaferro comprò quella pasticceria al 95 di Washington Street a Hoboken non avrebbe mai potuto immaginare che decenni dopo quel posto sarebbe diventato un luogo di pellegrinaggio. E’ rimasta una pasticceria, ma è diventata il regno del Boss delle Torte, ovvero di Buddy Valastro e della sua famiglia. Oggi moltissimi turisti vanno ad assaggiare le sue torte. Ma oggi ci sono diverse pasticcerie di Buddy. Ecco dove si trovano.

La pasticceria di Buddy Valastro dove si trova

Quel negozio di Hoboken nel New Jersey era proprio destinato ad essere una pasticceria. Da Guastaferro a Valastro infatti si continuò infatti a preparare dolci strizzando l’occhio all’Italia. Così quando nel 1964 Bartolo Valastro detto Buddy l’acquistò non dovette fare troppe modifiche e continuò a sfornare dolci. E’ fra meringhe e cioccolato che Buddy junior è cresciuto diventando poi lui il gestore di questa pasticceria.

Con il successo televisivo del Boss delle torte la pasticceria di Buddy diventa una meta turistica. Tutti vogliono assaggiare i dolci di Buddy e vogliono conoscere questa simpatica famiglia italo-americana.

La pasticceria di Buddy Valastro a Hoboken
La pasticceria di Buddy Valastro a Hoboken

Arrivare al negozio di Hoboken è molto facile da Manhattan. Non più di 40 minuti dal centro di New York.

Carlo’s Cake
95 Washington Street
Hoboken, New Jersey
In autobus da Times Square: linea 126
In metro: linee N R W fino a Herald Square, poi treno PATH fino a Hoboken

Tutti i negozi del Boss delle Torte

La popolarità e la crescita esponenziale spingono Buddy ad ampliare la società acquista un nuovo negozio al Lackwanna Center, sempre nel New Jersey, e prende un altro spazio per la preparazione delle torte più grandi.

Negli anni successivi Buddy Valastro apre nuovi punti negozi e punti vendita soprattutto nel New Jersey, a Westfield, a Red Bank e a Morrison. Poi apre altre succursali fuori dalla Stato: a Las Vegas presso il The Venetian Resort Hotel Casino e a Orlando in Florida.

Preso d’assalto è il punto vendita che si trova a New York al Discovery Times Square Exposition. Qui si possono acquistare dolci, ma niente torte. Se volete quelle faraoniche e bellissime che si vedono in tv dovete andare nel New Jersey. E la gente ci va, tanto che i più appassionati hanno inserito la pasticceria di Buddy Valastro fra le cose da vedere a New York.

Boss delle Torte a TImes Square
Il punto vendita del Boss delle Torte a TImes Square

Il segreto nell’insegna del negozio di Buddy Valastro

Lo avete visto tante volte in tv il negozio di Buddy Valastro, quel piccolo punto vendita a Hoboken dove Buddy lavora con le sue quattro sorelle, i cognati e gli amici. E avrete notato che sull’insegna così come in tutto il merchandising c’è scritto ‘Carlo’s Bake Shop’.

Ma chi è Carlo? Buddy si chiama in realtà Bartolo, esattamente come suo padre, a distinguerlo solo junior e senior. Dunque il nome sull’insegna se non è del papà di chi è? Quando nel 1964 Buddy Valastro senior acquistò la pasticceria la prese da un italiano, un certo Carlo Guastaffero.

Il nome sull’insegna non venne cambiato e anche se non c’era più Carlo Guastaferro, la famiglia Valastro lasciò quel nome sull’insegna, quel nome che finora aveva portato bene al negozio. E non potevano immaginare quanto bene avrebbe portato.

Così la pasticceria dal 1910 anche se è passata di mano ha continuato a chiamarsi Carlo’s Bake Shop.

Previous articleRiaperture anticipate e coprifuoco posticipato: le novità in arrivo
Next articleHouse of Gucci: le location e i luoghi del film più atteso del 2021
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.