Home Destinazioni e Guide turistiche New York low cost guida: consigli per risparmiare

New York low cost guida: consigli per risparmiare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:29
CONDIVIDI

Visitare New York senza spendere troppo: cosa fare e cosa vedere low cost per risparmiare

New York è una città costosa, ma è anche la città dalle mille risorse dove anche se siete a corto di soldi non avrete modo di annoiarvi. Visitare New York senza spendere troppo è possibile, certo bisogna prendere qualche accortezza e non farsi trascinare da troppe tentazioni, ma con le tante attività gratis o quasi che si possono fare nella Grande Mela non sarà difficile. Una guida low cost a New York parte da un elemento fondamentale quando andare a New York.

Dal punto di vista del clima il periodo migliore per visitare New York è in primavera, ma è un periodo che rischia di essere economicamente impegnativo. Il periodo di Natale è un periodo straordinario per visitare New York ma è anche estremamente caro, quindi per risparmiare dovrete evitarlo, oppure andate a fine novembre: gli addobbi sono già stati fatti, ma ancora non è il periodo clou e di conseguenza i prezzi sono più bassi.  I periodi di bassa stagione sono quelli economicamente più vantaggiosi e non è detto che il clima non regali delle belle giornate, anzi la varietà del clima di New York rende tutto possibile.

Cosa vedere a New York gratis

A New York vi sono numerosissime attrazioni gratuite. La stessa città è un museo a cielo aperto e una semplice passeggiata per Manhattan è già foriera di infinite cose da vedere. Il Rockfeller Center, il Memoriale dell’11 settembre, il Flatron (il palazzo ‘ferro da stiro’ per la sua particolare architettura), la cattedrale di San Patrizio, la borsa di New York e poi i negozi della Fifth Avenue. E poi Central Park, l’immenso polmone verde di New York, dove passeggiare, guardare gli animali, fare sport, bersi un caffè. Infine fermatevi a Times Square ad osservare l’incredibile movimento della città. E per la sera concerti gratuiti e spettacoli teatrali a poco prezzo sono pressoché ovunque nella Grande Mela.

Ma fra le cose da fare un posto importantissimo lo occupano i  musei. I musei ogni giorno strutture diverse offrono ingressi gratuiti o a offerta libera. Tra i musei d’arte, il MoMA è gratis di venerdì pomeriggio, mentre il Guggenheim di sabato; il MFT (Metropolitan) applica tutti i giorni la formula ‘pay what you wish’ (letteralmente, ‘paga quanto vuoi’). Passeggiare a New York è un’attività assolutamente free; con un po’ di attenzione, è anche possibile prendere parte a visite (guidate o meno) in luoghi di grande interesse senza spendere un soldo.

Per vedere la Statua della Libertà, che oltre ad essere il simbolo degli Usa sarà chiusa per un anno, si può prendere il traghetto gratuito Staten Island Ferry (parte da Whitehall Terminal, a Manhattan South Ferry) che regala suggestivi panorami sul monumento e sullo skyline cittadino.

Altri tour gratuiti sono quelli di Times Square (ogni venerdì a mezzogiorno), del Gran Central Terminal, del Chrysler Building e del News Building (questi ultimi si appoggiano ad architetti, vedi qui), della Federal Reserve Bank (ogni venerdì a mezzogiorno e mezzo, clicca qui). Anche Central Park organizza tramite l’associazione di volontari ‘Central Park Conservancy’ visite tematiche gratuite nel parco , al termine delle quali si possono noleggiare kit sportivi o di esplorazione per passare un pomeriggio sportivo da veri newyorchesi.

Gli amanti della musica trovano nella Grande Mela la mecca di ogni genere musicale, grazie anche all’enorme offerta di concerti di altissimo livello completamente gratis (esiste anche un sito che viene aggiornato di continuo, clicca qui).

Per sentirsi veramente parte della città, è immancabile una seduta di shopping. I più grandi mall delle città, come Macy’s e Bloomingdale’s offrono agli stranieri la Welcome International Saving Card che, previa presentazione di passaporto, permette di godere di uno sconto del 10% su ogni acquisto.

Gratis c’è poi lo spettacolo della New York Public Library, una delle biblioteche più grandi al mondo. Poi passeggiate sulla High Line (Gansevoort Street e West 34th Street) il parco che si trova fra gli edifici lì dove c’era la ferrovia.

Partecipare alle parate di New York

Le parate sono completamente gratuite e sono una vera e grande festa. Ce ne sono di tutti i tipi e quasi ogni mese ce n’è almeno una che colora la città. Sono degli eventi da non perdere. La parata per la Festa del Ringraziamento ad esempio è un evento seguito in diretta tv. Insomma, poter essere lì in prima persona è un grande privilegio.

Solitamente le parate si svolgono sulla Fifth Avenue e sono legate o particolari periodi dell’anno o ad una comunità presente nella Grande Mela. Le più belle sono quelle del Ringraziamento, la St Patrick’s Parade e la Puerto Rican Parade.

Ma non solo a Manhattan. Chi vuole vivere il vero spirito di Harlem può prendere parte alla Parata degli Afro-americani, che colora le strade del quartiere con concerti di soca, reggae e soul. Per quelli che hanno nostalgia dell’Italia, il quartiere di Little Italy ospiterà tra il 12 e 22  Settembre 2019 la festa di San Gennaro che, oltre alla celebrazione religiosa, vedrà sfide culinarie, concerti e rievocazioni folkloristiche.

Cosa fare per risparmiare a New York: consigli per voli e hotel

Nonostante i prezzi dei voli non siano proprio low-cost, la quantità di collegamenti con la città e un po’ di fortuna garantiscono sconti interessanti quando si compra il biglietto per la Grande Mela. Evitare i weekend e i periodi di alta stagione è, come sempre, una regola d’oro per risparmiare denaro quando si acquista un volo.

Un altro tasto dolente della vacanza newyorchese riguarda gli hotel, che spesso applicano tariffe alte per camere mediocri. Fortunatamente, la città offre tantissimo anche dal punto di vista dell’accomodation. Tra le alternative cheap (ma chic) agli alberghi, è possibile soggiornare in un ostello (Loft Hostel è segnalato come uno dei migliori ostello di design) o in camere offerte da privati in centro. Quanto ai trasporti, vi sono due opzioni; la New York City Pass (costo 80 dollari a giorno, vedi qui) permette l’ingresso a diverse attrazioni turistiche (mediamente il loro costo si aggira sui 20 dollari), mentre con la Week Metrocard (costo 27 dollari, vedi qui) si possono utilizzare tutti i mezzi pubblici per una settimana.