I Paesi del mondo con più vaccinati e che ripartiranno prima degli altri

I Paesi del mondo con più vaccinati e che ripartiranno prima degli altri, tra economia e turismo.

paesi mondo vaccinati
Vaccinazioni anti-Covid a Berlino (Foto di Sean Gallup/Getty Images)

La campagna di vaccinazione anti-Covid prosegue in tutto il mondo, ma a differenti velocità. Se i Paesi più ricchi, pur con qualche intoppo, procedono abbastanza spediti, quelli più poveri e con meno dosi di vaccini sono ancora molto indietro.

Per uscire dall’emergenza della pandemia è necessario che un’ampia porzione di popolazione mondiale sia vaccinata, in modo da ridurre drasticamente il numero di malati e morti e soprattutto la circolazione del virus. Non è sufficiente che siano vaccinati tutti gli abitanti dei Paesi più ricchi. L’emergenza non finirà senza una adeguata immunizzazione mondiale.

Nel frattempo, alcuni Stati anche nel mondo occidentale corrono più di altri. O perché hanno iniziato a vaccinare prima di tutti, come il Regno Unito, o perché hanno creato un’organizzazione super efficiente nella somministrazione del vaccino, come Israele, Stati Uniti e ancora una volta il Regno Unito. Anche la consegna delle dosi da parte delle cause farmaceutiche ha fatto la differenza. Gli Usa sono stati avvantaggiati dalla produzione del vaccino in casa, con le multinazionali americane Pfizer e Moderna, e in parte anche la Gran Bretagna con la produzione di AstraZeneca.

Dopo qualche intoppo alla partenza della macchina vaccinale e qualche ritardo nelle consegne, anche i Paesi dell’Unione Europea stanno recuperando terreno. In particolare la Germania che negli ultimi giorni ha superato la cifra record delle 700 mila somministrazioni al giorno.

È chiaro che chi finirà prima di vaccinare la propria popolazione o almeno una parte rilevante, ripartirà prima, con le riaperture, le attività economiche e naturalmente il turismo. Lo stanno a dimostrare i casi di Israele e Regno Unito, che proprio nelle ultime settimane sono usciti da lockdown durissimi, riaprendo bar, ristoranti, palestre e soprattutto attività all’aperto. In Israele non è più obbligatorio indossare la mascherina all’aperto. Mentre a Gibilterra l’uso non è più obbligatorio nemmeno al chiuso. Merito delle vaccinazioni di quasi tutta la popolazione.

Scopriamo quali sono i Paesi che hanno vaccinato di più e come si posiziona l’Italia.

Leggi anche –> Aperture dal 26 aprile in Italia: il calendario delle attività

I Paesi del mondo con più vaccinati

paesi vaccinati
La mappa del mondo con le dosi di vaccino anti-Covid somministrate ogni 100 abitanti (Fonte Our World Data: https://ourworldindata.org/covid-vaccinations)

Come sappiamo, il Paese al mondo che ha vaccinato il maggior numero di persone in rapporto alla sua popolazione è Israele. Il Paese è partito subito a metà dicembre 2020 con una campagna vaccinale molto aggressiva e organizzata con efficienza militare. Ha vaccinato la maggioranza della popolazione, di circa10 milioni di abitanti, con la prima dose di vaccino, mentre circa una metà ha ricevuto la seconda dose. In Israele sono 119,47 le dosi di vaccino ogni 100 abitanti (tenendo conto che, a parte Johnson&Johnson, tutti i vaccini richiedono la seconda dose, per ciascun abitante saranno necessarie due dosi per la vaccinazione completa).

Tenendo conto del rapporto tra dosi di vaccino somministrate e popolazione, il secondo Paese con più vaccinati al mondo sono gli Emirati Arabi Uniti, con 97,82 per 100 abitanti. Dunque quasi tutta la popolazione vaccinata almeno con una dose. Va sottolineato che una dose non corrisponde a una persona, perché c’è chi ne ha già ricevute due e chi soltanto una.

A sorpresa, il Cile è un Paese che ha vaccinato moltissimo, somministrando 68,86 dosi ogni 100 abitanti (dato aggiornato al 18 aprile). Si piazza così al terzo posto. Poi, troviamo San Marino che con la vaccinazione della popolazione con il russo Sputnik V ha raggiunto 64,54 dosi per 100 abitanti (dati al 18 aprile).

Lo Stato del Bahrein è stato subito uno dei Paesi al mondo a vaccinare di più. Ha raggiunto le 64,49 dosi per 100 abitanti. Si piazza quinto al mondo in questa classifica.

Quindi segue il Regno Unito che, con oltre 43 milioni di dosi complessive somministrate e oltre 10 milioni di persone completamente vaccinate, ha somministrato 63,47 dosi ogni 100 abitanti (dati al 18 aprile).

Subito dopo arrivano gli Stati Uniti con 63,26 dosi ogni 100 abitanti, per un totale di 211.581.309 dosi somministrate e 85.365.180 americani completamente vaccinati.

vaccini paesi
La mappa del mondo con le dosi di vaccino anti-Covid somministrate ogni 100 abitanti (Fonte Our World Data: https://ourworldindata.org/covid-vaccinations)

Vaccinazioni in Europa

Dopo gli Usa, il Paese che ha somministrato più dosi rispetto agli abitanti è Malta, che si appresta a ricevere i turisti da giugno con un bonus. Lo Stato insulare ha somministrato 62,63 dosi di vaccino ogni 100 abitanti.

Tra gli altri Paesi europei troviamo in sequenza: l’Ungheria con 48,84 dosi ogni 100 abitanti, la Serbia con 45,1 dosi (dato al 18 aprile), l’Austria con 27,9 dosi, la Spagna con 27.49 dosi, la Danimarca con 27,24 dosi (18 aprile), la Germania con 26,71 dosi, il Belgio con 26,4 dosi, il Portogallo con 26,3 dosi, la Finlandia con 26,07 dosi ogni 100 abitanti.

Quindi, dopo questi Paesi troviamo l’Italia con l’ultimo dato aggiornato di 25,73 dosi ogni 100 abitanti. Complessivamente, sono state somministrate in Italia 15.558.775 dosi di vaccino (dato Ministero della Salute al 20 aprile) per un totale di 4.556.228 persone completamente vaccinate.

La media dell’Unione Europea sulla somministrazione del vaccino è di 25,66 dosi per 100 abitanti. Quella mondiale, invece, è di 11,8 dosi ogni 100 abitanti.

Chi vaccina di più e prima riaprirà prima.

Leggi anche –> Covid, USA: “Viaggi sconsigliati, l’80% dei Paesi sono da massima allerta”

Vaccinazioni in Spagna (Foto di David Ramos/Getty Images)