Viaggi: desiderati più dell’amore, l’irresistibile voglia di partire

Viaggi: desiderati più dell’amore, l’irresistibile voglia di partire nel sondaggio di Booking.com.

viaggi desiderati
Viaggiare (foto da Pixabay)

Dopo oltre un anno di pandemia e di restrizioni la voglia di viaggiare è così tanta che gli italiani rinuncerebbero a molte cose in cambio di un viaggio, perfino all’amore. È il risultato clamoroso di un sondaggio realizzato dal portale Booking.com e che evidenzia quanto le restrizioni alla libertà di spostamento siano diventate insostenibili.

C’è fiducia, comunque, nel futuro. Con l’arrivo del caldo e l’avanzamento della campagna vaccinale si conta di poter partire finalmente la prossima estate. Scopriamo le risposte al sondaggio.

Leggi anche –> Vacanze post Covid: i viaggiatori vogliono molte più offerte e possibilità di scelta

I viaggi desiderati più dell’amore: il sondaggio

Appena sarà terminata la fase più critica dell’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia di Covid-19, e grazie alla bella stagione e alle vaccinazioni saranno allentate le restrizioni, gli italiani si metteranno subito in viaggio. Partire per le vacanze è la priorità assoluta di molti.

Chiusi in casa, limitati negli spostamenti anche nel luogo di residenza, gli italiani non vedono l’ora di partire. Ora, dopo più di un anno di restrizioni, anche se a fasi alterne e con le libertà dell’estate scorsa, si intravede la possibilità di tornare a muoversi e viaggiare, anche all’interno dell’Italia, dove ricordiamo il divieto agli spostamenti tra regioni è in vigore dallo scorso Natale. Ancora lo sarà almeno fino alla fine di aprile.

Presi da una irrefrenabile voglia di partire, molti italiani hanno già prenotato le vacanze per la prossima estate “al buio”, senza aspettare provvedimenti ufficiali di allentamento delle restrizioni, confidando su un miglioramento della pandemia. Si conta sull’effetto dell’estate nella limitazione della diffusione del contagio e soprattutto sull’avanzamento della campagna vaccinale, nonostante i continui intoppi.

Nel frattempo, un sondaggio di Booking.com, portale di prenotazione di soggiorni in alberghi, b&b e case vacanze,ha confermato il desiderio di partite dei viaggiatori di tutto il mondo. Il sondaggio è stato condotto su più di 28.000 viaggiatori in 28 Paesi e territori, per conoscere quali sono i loro sentimenti e le loro speranze sui viaggi, appena si potrà tornare a spostarsi in sicurezza.

Il primo dato che emerge dal sondaggio è che il 66% dei viaggiatori di tutto il mondo e il 72% degli italiani sono più fiduciosi di poter viaggiare quest’anno rispetto al 2020, grazie ai vaccini anti-Covid. Il 70% degli italiani ha maggior desiderio di partire, dopo le restrizioni patite nell’ultimo anno.

La maggior parte dei viaggiatori, comunque, vorrebbe fare il vaccino prima di partire. Il 59% dei viaggiatori di tutto il mondo e il 57% degli italiani hanno dichiarato che aspetteranno di essere vaccinati prima di viaggiare all’estero. Una percentuale che sale al 68% tra le persone sopra i 55 anni di età. Inoltre, più della metà dei viaggiatori ha dichiarato che si recherà solo in quei Paesi che hanno avviato campagne vaccinali.

Purtroppo, però, è molto difficile che questo proposito possa essere messo in pratica già per la prossima estate, a causa del grave ritardo nelle campagne vaccinali in Europa, e in Italia. Mentre le vaccinazioni finora hanno riguardato soprattutto sanitari e affini e persone anziane o malate. In teoria, solo costoro potrebbero partire per le vacanze già vaccinati. Mentre la stragrande maggioranza delle persone più giovani sarà probabilmente vaccinata proprio durante l’estate.

Non mancano gli scettici: il 41% degli intervistati ha detto di nutrire dubbi sul fatto che un vaccino possa davvero rendere i viaggi più sicuri.

Leggi anche –> Viaggi in camper estate 2021: le mete ideali da visitare

esigenze viaggiatori

Tornare a viaggiare è una necessità

Viaggiare, comunque, è la priorità assoluta per quasi tutti.  È diventato un bisogno quasi fisiologico. Tanto che gli intervistati hanno risposto che non aver potuto viaggiare nel 2020 come negli anni precedenti ha avuto un conseguenze sul proprio benessere. Tra i viaggiatori, il 48% di quelli globali e ben il 55% degli italiani hanno dichiarato che gli impedimenti ai viaggi hanno avuto un impatto negativo sulla loro salute mentale. Mentre il 47% ha riferito di essersi sentito prigioniero a casa propria.

Il 64% dei viaggiatori che hanno risposto al sondaggio e il 72% di quelli italiani hanno risposto anche che viaggiare è più importante ora, per loro, rispetto al periodo precedente alla pandemia. Addirittura il 71% dei viaggiatori ha detto di preferire andare in vacanza nel 2021 piuttosto che trovare il vero amore. Un altro 66% priorità al viaggio rispetto al successo sul lavoro, preferendo la vacanza a una promozione.

In attesa di poter partire, il 53% ha usato il maggior tempo trascorso in casa per programmare viaggi in futuro. Mentre il 45% ha accumulato più giorni di ferie per poter fare vacanze più lunghe quest’anno.

Tra le mete preferite dei viaggi futuri, il 61% dei viaggiatori globale ha scelto una spiaggia per l’estate 2021. Una preferenza che sale a 3 su 4 tra gli italiani. Mentre il 23% dei viaggiatori internazionali e il 30% degli italiani hanno dichiarato che un viaggio rilassante verso una spiaggia o una spa sarà il primo che faranno non appena si potrà tornare a viaggiare in sicurezza.

Mare e relax sono dunque le tipologie di viaggio preferite. Mentre solo il 6% di tutti i viaggiatori e il 7% degli italiani prenoterà una vacanza attiva e solo il 5% sceglierà una città

Leggi anche –> Estate 2021 il trend è luoghi isolati e turismo rurale: il sondaggio di Airbnb

aeroporto coronavirus
Andare all’estero? Sì, può, anche dalla zona rossa