Ilenia Fabbri Faenza, colpo di scena nell’omicidio: c’è un arresto

Delitto Ilenia Fabbri Faenza, gli investigatori compiono un arresto nell’ambito delle indagini. E c’è anche un altro fermo.

ilenia fabbri Faenza arrestato ex marito
Caso Ilenia Fabbri Faenza arrestato l’ex marito Foto dal web

Ilenia Fabbri Faenza, per il delitto avvenuto lo scorso 6 febbraio nella località romagnola scattano le manette. Ed il destinatario dell’arresto è l’ex marito della 46enne uccisa in casa sua. Si tratta di Claudio Nanni, 53enne titolare di una officina d’auto, che con la vittima aveva vissuto una separazione burrascosa. A seguito della quale pare che lui avesse anche messo in atto un comportamento fatto di ostilità ed anche di minacce.

Leggi anche –> Ilenia Fabbri, indizi contro l’ex marito: “Chi può farle del male?”

Ci sono testimonianze che riferiscono di come Nanni pare abbia chiesto informazioni su come fare del male alla sua ex moglie. Attualmente lui era indagato insieme ad un individuo di identità ignota per questo omicidio. L’accusa spiccata è di omicidio premeditato. Il delitto Ilenia Fabbri Faenza ha visto la donna morire a seguito di un profondo taglio alla gola. L’uomo era finito al centro dei sospetti sin da subito, nonostante si fosse costruito un alibi solido. Infatti mentre Ilenia veniva uccisa, lui si trovava in viaggio verso Milano in compagnia della figlia 21enne Arianna. Scopo dello spostamento sembra fosse l’acquisto di un’auto. Dopo un quarto d’ora dalla loro partenza, un’amica della figlia che aveva dormito in casa con Ilenia e con la stessa Arianna li aveva avvertiti di quanto accaduto.

Leggi anche –> Arianna Nanni, chi è la figlia di Ilenia Fabbri: non era in casa al momento dell’omicidio

Ilenia Fabbri Faenza, l’ex marito aveva interesse affinché lei morisse

Assieme a Claudio Nanni è sottoposto a fermo anche un altro individuo, che potrebbe essere il suo complice nonché l’autore materiale del delitto. La Questura di Ravenna ha predisposto l’interrogatorio per entrambi. Prima di morire, Ilenia era in causa con il suo ex marito, del quale era stata dipendente nella sua officina. Appaiono chiare anche quello che potrebbero essere le motivazioni del delitto. Claudio Nanni si lamentava del fatto che Ilenia Fabbri gli avesse chiesto tanti soldi nella causa di separazione. Oltre ad avere ottenuto la loro casa, del valore di 300mila euro, lei aveva chiesto un risarcimento di mezzo milione di euro per il rapporto di lavoro interrotto oltre ad avere inoltrato richiesta per ottenere anche una gelateria gestita dalla famiglia di Nanni. Eliminare la sua ex moglie avrebbe risolto qualsiasi contenzioso di natura economica, oltre a rendere Claudio beneficiario del 50% dell’eredità di Ilenia Fabbri, al pari della loro figlia.

Leggi anche –> Ilenia, giallo di Faenza: ipotesi delitto su commissione

Perché gli investigatori credono che Claudio Nanni sia il mandante

Sono diverse le testimonianze che confermano il grosso astio provato dall’uomo nei confronti di colei che fu la sua consorte. E la stessa Ilenia si sentiva minacciata. Tra le altre prove che remano contro Nanni c’è pure la copia delle chiavi del garage, che lui ha fatto fare nel corso della scorsa estate, come confermato dal titolare di un negozio di ferramenta.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Donna uccisa a Faenza, chi era Ilenia: tutti i misteri irrisolti del caso

Questa copia, secondo gli investigatori, è stata data all’assassino che ha potuto intrufolarsi in casa della Fabbri senza problema. Infatti mancano segni di effrazione e l’amica della figlia che era in casa ha riferito di avere sentito Ilenia esclamare delle parole di sorprese. Quindi la vittima non aspettava nessuno. La sfortuna di Claudio Nanni sta proprio nel fatto che l’amica della figlia era presente lì e ha potuto indirizzare gli inquirenti contro di lui.