Coniugi scomparsi, ipotesi sull’arma del delitto sparita di colpo

Nuovo possibile indizio contro il figlio dei due coniugi scomparsi, unico indagato per questo caso. Riguarda l’arma del delitto.

Benno coniugi scomparsi
Il figlio Benno indagato per il caso dei due Benno coniugi scomparsi Foto dal web

Dallo scorso 4 gennaio tiene banco il mistero sui due coniugi scomparsi a Bolzano. Della sparizione di Peter Neumair e Laura Perselli risulta esserci ad ora un solo indagato. Si tratta del figlio Benno Neumair, iscritto formalmente nel registro degli indagati da una settimana con l’ipotesi di reato di duplice omicidio volontario e di occultamento di cadavere.

Leggo anche –> Benno Neumair, chi è il giovane accusato di aver ucciso i genitori a Bolzano

Il ragazzo, 28 anni, professa la propria innocenza e lo stesso fanno i suoi avvocati che lo difendono. Gli inquirenti sono alla incessante ricerca dei corpi dei coniugi scomparsi, perché dopo oltre tre settimane si dispera ormai di poterli ritrovare vivi. E c’è il forte sospetto da parte di chi conduce l’inchiesta che i corpi di Peter e Laura siano finiti nelle acque del fiume Adige. I vigili del fuoco ed i carabinieri, con i rispettivi reparti sommozzatori, stanno lavorando alacremente scandagliando una precisa area in questo senso. Nel frattempo è anche deceduta la madre di Laura Perselli nel corso della giornata di martedì 26 gennaio.

Leggi anche –> Marito e moglie scomparsi, sospetti sul figlio: “Uccisi e gettati nell’Adige”

Coniugi scomparsi, il figlio Benno resta l’unico indagato

Sul conto di Benno, si sa che la notte in cui è avvenuta la scomparsa dei genitori, lui aveva dormito a casa di una amica. Il giovane poi ha raccontato di essere stato in giro in bici, poi a piedi ed infine con l’auto. L’ultimo avvistamento dei due coniugi risale al pomeriggio. Ed ancora, tre giorni dopo Benno Neumair ha portato la sua auto ad un autolavaggio, con i carabinieri che hanno però impedito qualsiasi operazione sul veicolo, trovando una macchia di sangue ed una bottiglietta di acqua ossigenata al suo interno. Su queste tracce stanno compiendo degli approfondimenti i Ris di Parma, ma ci vorrà del tempo prima di ottenere dei risultati. E non è tutto. Gli inquirenti hanno scoperto che dalla palestra abitualmente frequentata dal giovane imputato sarebbero spariti dei pesi per allenarsi. Cosa che farebbe pensare al fatto che potrebbero essere stati impiegati forse come arma contundente per compiere il duplice delitto.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Peter Neumair e Laura Perselli: nuovi elementi contro il figlio

Che fine hanno fatto Peter e Laura?

Gli inquirenti hanno compiuto una perquisizione nella cada di famiglia e sequestrato alcuni effetti personali di Benno. Inoltre avrebbero anche inquadrato un possibile movente. Peter Neumair avrebbe chiesto a suo figlio, di professione personal trainer ma attualmente impiegato come supplente in una scuola del posto, di restituirgli i soldi delle rette universitarie versate senza che Benno terminasse gli studi. Inoltre i genitori lo avrebbero invitato più volte a cercarsi una nuova casa. Fatto sta che dal 4 gennaio in poi di Peter e Laura nessuno ha più saputo niente.