Peter Neumair e Laura Perselli: nuovi elementi contro il figlio

La scomparsa dei coniugi Peter Neumair e Laura Perselli a Bolzano: nuovi elementi contro il figlio Benno, che si dice innocente.

Coniugi scomparsi a Bolzano

Il caso di Peter Neumair e Laura Perselli, i coniugi scomparsi a Bolzano, potrebbe presto giungere a una vera svolta nelle indagini. Sembra sempre più compromessa, infatti, la posizione del figlio della coppia, Benno che è indagato per aver ucciso i genitori, oltre che per l’occultamento dei loro corpi privi di vita.

Leggi anche –> Padre uccide figlia, lei aveva 5 mesi: “Piangeva troppo”, ferite tremende

Oggi nel corso della trasmissione di Rai3, Chi l’ha visto?, potrebbero emergere nuovi elementi che inchioderebbero alle sue responsabilità il figlio della coppia di Bolzano. Sono stati intanto effettuati i rilievi dei Ris, che sembrano coinvolgere il giovane, che rischia appunto di vedere la sua posizione compromessa.

Leggi anche –> Marito e moglie scomparsi, sospetti sul figlio: “Uccisi e gettati nell’Adige”

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Che fine hanno fatto Peter Neumair e Laura Perselli: figlio sotto accusa

marito e moglie scomparsi figlio

Non si hanno dettagli e gli inquirenti sembrerebbero puntare alla massima riservatezza, ma stando a quando si legge su alcuni siti di cronaca locale, proprio i rilievi dei Ris farebbero emergere tracce di sangue trovate non solo nell’auto di famiglia, ma anche sul ponte di Vadena. Sempre da quello che si apprende, Benno, attualmente ospite di amici, sarebbe stato l’ultimo a vedere vivi i suoi genitori Peter Neumair e Laura Perselli.

Della coppia, come noto, si sono perse le tracce lo scorso 4 gennaio e sono diversi gli elementi che fanno propendere per un duplice omicidio in ambito familiare. Il racconto di Benno, che viene difeso dalla sua fidanzata convinta della sua innocenza, convince gli inquirenti. Anche il giovane si difende e sottolinea che nulla ha a che vedere con la scomparsa dei genitori. Le sue parole sono al vaglio degli inquirenti, mentre i Ris stanno completando l’analisi di tutti i dati.

omicidio suicidio

Gestione cookie