Emergenza Covid: rimandare Capodanno a luglio o agosto, la proposta

Emergenza Covid: rimandare i festeggiamenti Capodanno a luglio o agosto, la proposta di una infettivologa belga.

covid capodanno a luglio
Capodanno (Foto di S. Hermann & F. Richter da Pixabay)

Capodanno 2021 a luglio? Perché no? In estate, quando fa caldo e molti saranno in ferie. È la curiosa ma niente affatto peregrina proposta di una infettivologa belga. A causa dell’emergenza sanitaria di Covid-19, che non ci lascerà a breve, sarà molto difficile celebrare le festività natalizie e di fine anno come negli anni passati.

Questo famigerato anno 2020 non ci vuole nemmeno lasciare la possibilità di dirgli addio per sempre come si deve, buttandocelo alle spalle come un tempo si faceva con le cose vecchie: lancio di piatti, bicchieri, vecchie suppellettili, oggetti da buttare. No, dovremo portarci le sue conseguenze anche all’inizio del 2021, che poi sono ancora quelle del 2019, visto che il virus si è manifestato alla fine dello scorso anno in Cina.

Pertanto, aspettare tempi migliori per festeggiare forse conviene. Quando si spera che con le nuove cure, i vaccini, gli anticorpi monoclonali e soprattutto la bella stagione e il caldo il coronavirus ci dia un po’ di tregua.

Leggi anche –> Mercatino di Natale Norimberga 2020 annullato per Covid

Emergenza Covid: rimandare Capodanno a luglio o agosto

L’infettivologa belga Frédérique Jacobs, capo dipartimento di malattie infettive in un ospedale di Bruxelles, ha appena lanciato una proposta che sta facendo discutere e scommettiamo che infiammerà la rete: celebrare il Capodanno 2021 a luglio o agosto dell’estate prossima, a causa dell’emergenza sanitaria del Covid-19. Dunque, niente festeggiamenti a dicembre e gennaio, sarebbe troppo pericoloso. Le celebrazioni per la fine dell’anno e l’inizio del nuovo sono note per assembrare una vastissima folla di persone. Di questi tempi è assolutamente impensabile.

Già da qualche mese molti esperti dubitavano della possibilità di celebrare il Capodanno come negli anni passati a causa degli imponenti assembramenti. Tanto che Londra aveva già cancellato i suoi famosi fuochi di artificio. Ora che la pandemia di Covid-19 sta seriamente peggiorando in tutta Europa, non solo è impensabile fare feste di Capodanno in piazza ma è a rischio anche il Natale. Molto probabilmente non potranno esserci i tradizionali grandi pranzi e cenoni natalizi. Già ora sono limitati gli incontri tra familiari in casa e a questo punto non è nemmeno più tanto peregrina la proposta del microbiologo Andrea Crisanti di un lockdown durante le feste di Natale.

Nella nuova grave situazione di crescita esponenziale dei contagi da Covid-19, con il rischio di andare incontro alla tragedia di marzo, e con lunghi mesi di inverno che ancora ci attendono, forse non c’è nemmeno tutta questa voglia di festeggiare.

Nel frattempo, sono stati cancellati diversi mercatini di Natale.

covid capodanno luglio
Pixabay

La proposta di Capodanno a luglio 2021

La sera di lunedì 26 ottobre, l’infettivologa Frédérique Jacobs, ospite alla tv belga, ha proposto di rimandare a luglio o agosto le celebrazioni di fine anno. La conferma, che già in molti temevano, che il coronavirus ci rovinerà anche il Natale 2020, dopo averci portato via Pasqua, il 1° maggio e a noi italiani anche le feste nazionali del 25 aprile e del 2 giugno. E ora anche Halloween e il 1° novembre.

L’infettivologa, come riporta La Libre Belgique, ha parlato genericamente di feste di fine anno, dunque con il Natale incluso. Come abbiamo detto sopra, sarà probabilmente molto difficile che con l’attuale situazione si potranno organizzare pranzi e cenoni come da tradizione. Saranno tuttavia festeggiamenti più intimi, all’interno del proprio nucleo familiare. Il dramma sarà per le persone che vivono da sole, tra cui tanti anziani, per le quali si spera si trovi una soluzione.

“Anche se riusciamo a far abbassare la curva, dobbiamo dire a noi stessi che fare le feste di fine anno come facciamo di solito è pericoloso”, ha commentato Frédérique Jacobs. Le riunioni di famiglia con tante persone che mangiano, bevono, si divertono, si scambiano regali e si abbracciano rappresentano le situazioni ideali per la diffusione del virus. Ha messo in guardia l’esperta.

Quest’anno, dunque, saremo costretti a celebrare Natale e Capodanno in modo molto diverso, con uno sforzo di fantasia. Potremo tuttavia recuperare l’allegria e la spensieratezza delle feste di fine anno in estate, quando la diffusione del coronavirus sarà più contenuta e dovrebbero essere nel frattempo arrivate nuove e più efficaci terapie o misure di prevenzione. Si potrà festeggiare tutti insieme all’aperto, è stata la proposta dell’infettivologa.

Leggi anche –> Farnesina, sconsigliati i viaggi all’estero

capodanno luglio
Capodanno 2020 a Sydney in Australia