Domeniche gratis al museo sospese dal Ministero della Salute

Domeniche gratis al museo sospese dal Ministero della Salute per l’emergenza Covid-19. Si torna a pagare il biglietto la prima domenica del mese.

domeniche gratis museo
Museo archeologico nazionale di Napoli (Di ho visto nina volare – Flickr, CC BY-SA 2.0, Wikicommons)

Il Covid-19 ha messo lo zampino anche qui: saltano le domeniche gratis al museo a causa dell’emergenza sanitaria. La decisione è stata presa dal Ministero della Salute su segnalazione del MiBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo. Un provvedimento inevitabile per contenere gli ingressi ai musei e monumenti nazionali a causa della risalita del contagi del nuovo coronavirus e in vista dell’arrivo del freddo, in cui si prevede un ulteriore aumento. Cosa bisogna sapere del nuovo provvedimento.

Leggi anche –> Le mostre più interessanti da vedere in autunno in Italia

Domeniche gratis al museo sospese per Covid-19

Le domeniche gratis al museo erano state introdotte nel 2014 all’allora Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini e prevedevano l’ingresso gratuito per tutti – turisti stranieri inclusi – nei musei e monumenti statali ogni prima domenica del mese. L’iniziativa era stata lanciata per promuovere la cultura presso i cittadini e incentivare gli italiani ad andare al museo.

Questa agevolazione era stata modificata nel 2019 dal ministro del M5S Alberto Bonisoli, che aveva rivisto gli ingressi gratuiti cancellando le prime domeniche del mese gratis e introducendo altre forme di ingressi agevolati nel corso dell’anno, lasciando autonomia ai singoli musei. Alcuni avevano lasciato la domenica gratis al museo, altri avevano previsto altre giornate e occasioni per gli ingressi gratuiti.

Con il cambio del governo nell’estate del 2019 e con il ritorno di Dario Franceschini al MiBACT, la prima domenica del mese gratis al museo è stata reintrodotta. L’iniziativa promozionale è tornata in pianta stabile a inizio 2020, poco prima in Italia che scoppiasse l’epidemia di coronavirus, costringendo tutti i musei italiani a lunghi mesi di chiusura. Con la fine del lockdown e le riaperture tra la seconda metà di maggio e i primi di giugno, a cominciare proprio dai musei, erano tornate anche le domeniche gratis al museo, a cominciare dai Musei Civici di Roma.

Altri musei hanno reintrodotto l’agevolazione, altri ancora hanno previsto ingressi gratuiti per un periodo più lungo, per invogliare gli italiani a tornare al museo. Come la Pinacoteca di Brera che ha introdotto ingressi gratis fino all’autunno.

Ora, però, a causa della risalita dei contagi da Covid-19, e di una probabile recrudescenza della pandemia tra autunno e inverno, gli ingressi nei locali pubblici al coperto vanno limitati. Pertanto, le domeniche gratis al museo, che per loro natura attiravano un pubblico maggiore del solito, vanno sospese.

Lo ha stabilito il Ministero della Salute con un ordinanza appena pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Il provvedimento è stato preso su segnalazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo della necessità di sospendere l’efficacia delle disposizioni regolamentari sull’accesso gratuito ai musei e agli altri istituti e luoghi della cultura la prima domenica del mese, in attuazione delle misure di riduzione e contenimento del rischio connesso all’emergenza sanitaria da Covid-19.

L’ordinanza del Ministero della Salute, ricorda il MiBACT, è motivata in considerazione dell’evolversi della situazione epidemiologica a livello internazionale e il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia da Covid-19.

Insomma, niente più prima domenica del mese gratis nei musei statali. Almeno per un po’ di tempo.

Leggi anche –> Supereroi Marvel in mostra a Milano, WOW Spazio Fumetto

domeniche gratis museo
Musei Capitolini, Marforio, Roma (Adobe Stock)