Home News Genio della matematica | dopo incidente sviluppa capacità mostruose

Genio della matematica | dopo incidente sviluppa capacità mostruose

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:42
CONDIVIDI

Era bambino quando restò vittima di un gravissimo incidente. Ora questo ragazzo è un genio della matematica e fa calcoli al secondo.

Genio della matematica calcolo
Le spaventose capacità di questo genio della matematica Foto dal web

Un genio della matematica è capace di effettuare calcoli super complessi al secondo. Lui è l’indiano Neelakantha Bhanu Prakash, 20 anni. In patria lo chiamano “il Calcolatore umano più veloce del mondo” ed è entrato nel Guinness dei Primati.

LEGGI ANCHE –> Bimba di 5 anni violentata, uccisa e bruciata: si cerca il colpevole

Nel trovare le cifre giuste come risposta ad un qualsivoglia quesito aritmetico, Bhanu impiega di media una velocità di 10 volte più elevata rispetto ad un individuo ‘normale’. Interpellato su questa sua stupefacente capacità, lui afferma di avere sviluppato questo vero e proprio dono attraverso la pratica. E svela anche di avere escogitato qualche trucchetto per tenere a mente i numeri. Lo scorso 15 agosto questo genio della matematica ha vinto il Campionato mondiale di calcolo mentale alle Mind Sports Olympiad (MSO) svoltesi a Londra. È anche il primo vincitore non europeo nei 23 anni di storia dell’evento e ha battuto 29 avversari provenienti da 13 diversi Paesi. Ma lui per primo si schernisce e chiede di non essere chiamato prodigio. Lui a 5 anni, nel 2005, fu anche protagonista di un brutto incidente.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, il pediatra: “Meglio le mascherine chirurgiche in classe”

Genio della matematica, la sua vita cambiò da piccolo dopo un incidente

Stava viaggiando a bordo di uno scooter quando cadde da uno scooter dopo che suo cugino alla guida andò a sbattere contro un camion. Riscontrò la frattura del cranio ed ebbe bisogno di ben 85 punti di sutura oltre che di svariati interventi chirurgici. Bhanu rimase anche in coma farmacologico per una settimana. I medici dissero alla famiglia che il cervello del bimbo avrebbe potuto subire dei danni permanenti e trascorse un intero anno a letto. Paradossalmente però proprio quell’incidente pare gli abbia cambiato la vita in meglio. Proprio a letto si appassionò ai numeri. La sua prima competizione aritmetica avvenne a 7 anni, quando si piazzò al terzo posto.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, chiuse le prime scuole: è successo in Calabria

Tante le competizioni vinte

Poi hanno fatto seguito svariate vittorie, come quella della National Speed ​​Arithmetic Competition nel 2011 in India. Poi Bhanu rappresentò anche l’India in altre competizioni internazionali, battendo quattro record del mondo per il calcolo umano più veloci. Nel 2018 questo ragazzo ha fondato una associazione no profit attiva nell’ambito dell’educazione. Si chiama ‘Exploring Infinities’ e punta ad affermare l’importanza della matematica anche con metodi ludici. Ora ha anche affiliati in Gran Bretagna e Stati Uniti oltre a dare supporto a mezzo milione di persone. “La matematica fa si che il mondo sia un posto migliore”, afferma Bhanu.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, un algoritmo per studiare il rischio di morte