Galli Salvini | ‘Il leghista irresponsabile e non qualificato a parlare’

Il professo Massimo Galli attacca Salvini dopo il convegno ‘negazionista’ di ieri in Senato con Bocelli e Sgarbi. “Non titolari a parlare scientificamente”.

Galli Salvini
Scontro Galli Salvini Foto dal web

Il virologo Massimo Galli attacca Salvini dopo l’intervento di quest’ultimo in Senato al convegno ‘Covid-19 in Italia, tra informazione, scienza e diritti’. Un dibattito organizzato tra gli altri dal leghista Armando Siri e che ha visto anche la partecipazione oltre che si Salvini, anche di Vittorio Sgarbi (noto per le sue posizioni nettamente negazioniste) e del tenore Andrea Bocelli.

LEGGI ANCHE –> Vaccino Coronavirus | dagli USA | ‘Pronto entro ottobre’

Hanno sorpreso in negativo anche le parole di quest’ultimo. Alle quali si è aggiunto l’intervento di Salvini condannato da Galli. Il leader della Lega si è presentato senza mascherina e ha parlato di “terrorismo mediatico” in merito ai numeri ufficiali diffusi ogni giorno riguardo alla pandemia.Negli scorsi mesi poi Salvini ha professato più volte il “tornare ad abbracciarci”, auspicando poi per Pasqua, all’apice della epidemia ed in pieno lockdown, l’apertura delle chiese.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Coronavirus 27 luglio: calano i nuovi casi, ma aumentano i positivi

Galli Salvini, il professore demolisce il leader della Lega: “Atteggiamento pericoloso”

Un atteggiamento che il professor Galli reputa come “fortemente irresponsabile e detto senza alcuna base scientifica. Da Salvini è arrivato un messaggio inadeguato e pericoloso”. Il professore Ordinario di Malattie Infettive all’Università degli Studi di Milano oltre che past president della Società italiana di Malattie Infettive (Simit) e punto di riferimento dell’ospedale ‘San Raffaele’ di Milano, condanna in maniera netta l’atteggiamento dell’esponente dell’opposizione. Sempre Salvini ha svelato che saluta gli altri “non con il gomito ma con la mano”. “Un comportamento del tutto sbagliato, ed a quel convegno nessuno dei presenti aveva titolo per dare opinioni di tipo scientifico”.

LEGGI ANCHE –> Gatto Coronavirus | micio infettato dai suoi padroni positivi

Serve ancora tanta responsabilità

Per Galli invece è necessario fare leva sul senso di responsabilità dei cittadini. Riprendere la vita di prima è possibile, ma con alcune necessarie precauzioni. Come l’uso della mascherina specie nei luoghi chiusi e/o affollati, l’igienizzarsi e lavarsi le mani più volte al giorno approfonditamente e l’evitare gli assembramenti. Inoltre Galli ricorda che in Israele ed in altre parti del mondo dopo si sta verificando una nuova ondata “stanno per chiudere di nuovo tutto”. In Italia poi sono sorti diversi focolai, sintomo che il virus è ancora presente.