Bonus vacanze come richiedere: app, strutture aderenti, domanda

Tutto quello che devi sapere sul bonus vacanze: come richiederlo, come scaricare l’app e avere il codice, le strutture aderenti

vacanze spiaggia
La Guida al Bonus Vacanze 2020

Dal 1 luglio è possibile usufruire del bonus vacanze, la misura economica messa a punto dal Governo per aiutare le famiglie italiane e rilanciare il turismo severamente colpito dalla crisi causata dalla pandemia di coronavirus. Fare domanda per il bonus vacanze è molto semplice: a patto di avere i requisiti basta un’app e un’identità digitale. Si fa tutto con lo smartphone in pochi secondi.

Il bonus vacanze è un  sostegno economico che ha riscosso un grande gradimento: nei suoi primi giorni è già stato richiesto infatti già da 300 mila persone e ha già mandato in vacanza 6 mila italiani. Per poterne usufruire c’è tempo fino al 31 dicembre 2020.

E proprio in questi giorni in moltissimi stanno scaricando l’app del bonus vacanza e cercando le informazioni su come e dove spendere il bonus, ovvero quali sono le strutture che accettano il bonus. E poi ci sono i dubbi su chi può spenderlo e in che modo. Questa guida al bonus vacanza 2020 risponderà a tutte le vostre domande e vi seguirà passo passo per ottenere il bonus vacanza 2020.

Requisiti per avere il bonus vacanza

Innanzitutto partiamo dai requisiti necessari per richiedere il bonus vacanza. Per usufruire del bonus vacanze bisogna avere un ISEE inferiore ai 40 mila euro ed essere cittadino italiano, residente in Italia.

Documenti che servono per richiedere il Bonus

Se avete i requisiti per richiedere il bonus vacanza dovete ora procurarvi i documenti necessari per inoltrare la domanda. Nulla di eccezionale, sono strumenti che vi serviranno per moltissime attività, quindi vi conviene averli quanto prima.

Per poter fare la richiesta del Bonus vacanza è necessario:

  • avere un ISEE in corso di validità. Ciò significa aver compilato da soli sul sito dell’INPS o tramite un CAF la domanda per l’ISEE e aver ricevuto l’attestazione
  • avere un’identità digitale SPID. La si può richiedere tramite diversi portali come Aruba o Poste. Se siete clienti Banco Posta e avete l’internet banking potete completare online la richiesta per la SPID con pochissimi passaggi. Se avete una carta d’identità elettronica potete completare il procedimento con pochi passaggi.
  • scaricare sul vostro smartphone l’app IO disponibile su Google Play Store e sull’App Store.

Come funziona il bonus vacanza

Seguendo tutti i passaggi si riceverà attraverso l’app un codice univoco che andrà poi consegnato all’hotel al momento del pagamento. Tramite questo codice si avrà immediatamente uno sconto dell’80% sul prezzo del soggiorno mentre un 20% sarà sotto forma di detrazione fiscale sulla dichiarazione dei redditi 2021.

Il valore del bonus vacanze varia in base al numero dei componenti il nucleo familiare

  • 150 euro per i single
  • 300 euro per due persone
  • 500 euro per 3 o più persone

Il bonus va speso tutto in una volta presso un’unica struttura ricettiva in Italia. Può utilizzarlo qualsiasi membro della famiglia.

Il periodo di validità del bonus e in cui si può richiedere è dal 1 luglio al 31 dicembre 2020.

Il bonus si può utilizzare in hotel, B&B, campeggi, resort, case vacanze, agriturismi italiani che aderiscono all’iniziativa.

Scaricare l’app IO: tutti i passaggi per avere il codice bonus

bonus vacanze
L’app IO da scaricare

Richiedere il bonus vacanze è estremamente semplice. Una volta ottenuto avrete poi il tempo – fino al 31 dicembre 2020 – per decidere quando e dove spenderlo. Le due operazioni – richiederlo e spenderlo – non devono essere congiunte.
Se avete tutti i documenti necessari che abbiamo visto in rassegna, ossia l’attestazione ISEE e possedete un’identità SPID, potete procedere a scaricare l’app IO. Si tratta di un’applicazione della Pubblica Amministrazione dove potrete anche gestire alcuni pagamenti come ad esempio il bollo auto.

Ma andiamo per ordine

  1. Scaricate l’app IO
  2. Entrate con la vostra identità digitale.
  3. Andate nella sezione ‘Pagamenti’
  4. Qui troverete la voce ‘bonus vacanze 2020’
    Cliccate e date l’ok.
  5. Il sistema vi informa a questo punto che controllerà i vostri dati sull’Agenzia delle Entrate e l’INPS per verificare il vostro ISEE.
  6. Pochi secondi e se l’esito è positivo riceverete sull’app il codice univoco del bonus con il relativo valore. Il sistema ve lo inverà anche in forma di qrcode. Insieme riceverete anche i nomi e i relativi codici fiscali dei membri del vostro nucleo familiare che potranno usufruire del bonus vacanze. Potrete anche inviare il codice via whatsapp.
  7. Il codice viene conservato nell’app nella sezione messaggi dove potrete cliccare su ‘visualizza codice’ e su ‘pagamenti’.

Bonus vacanze strutture aderenti

Ora che avete il vostro codice del bonus vacanze non resta che partire. Ma per dove? Il bonus vacanze è valido in tutte le tipologie di strutture ricettive presenti in Italia quali hotel, B&B, resort, villaggi turistici, campeggi, bungalow, colonie, ostelli della gioventù, agriturismi, case vacanza ma devono essere strutture che accettano il bonus vacanze. Per sapere quali siano potete consultare due siti internet uno relativo per lo più agli hotel e uno per i B&B dove trovate l’elenco delle strutture aderenti.

Esclusi dal bonus vacanze i portali di prenotazione alberghiera come Booking e Airbnb. Attenzione anche alle case vacanza: devono essere gestite da un’impresa turistica, altrimenti il bonus non è accettato. Per tutte le informazioni sulle strutture date un’occhiata a questo articolo su tutto quello che c’è da sapere sulle strutture che accettano il bonus vacanza.

 

Previous articleCoronavirus Italia 6 luglio: pochi morti, ma sale il numero di positivi
Next articleGiulio Berruti ammette: “Amo Maria Elena Boschi”
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.