Home Idee di viaggio Viaggi in Italia per l’estate 2020: i borghi della Campania

Viaggi in Italia per l’estate 2020: i borghi della Campania

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:52
CONDIVIDI

Viaggi in Italia per l’estate 2020: i borghi della Campania da visitare. Ecco quali.

viaggi estate 2020 borghi campania
Il borgo di Corricella sull’isola di Procida (Adobe Stock)

Il territorio italiano è ricco di posti stupendi e trascorrere la vacanze nel nostro Paese quest’estate sarà tutt’altro che un sacrificio. Sarà l’occasione per scoprire mete poco conosciute o tornare in luoghi già visitati dopo tanto tempo. Dal mare alla montagna, dal lago alle colline, dai parchi naturali ai luoghi della cultura, dalle città d’arte ai borghi storici, abbiamo solo l’imbarazzo della scelta.

Se questa estate e i prossimi mesi saranno all’insegna del turismo di prossimità, quello legato al nostro territorio, vicino a casa o comunque in Italia, non sarà assolutamente un sacrificio ma una nuova opportunità.

Continuiamo la rassegna sugli itinerari di viaggio alla scoperta dei borghi italiani più belli. Questa volta è il turno dei borghi da visitare in Campania. Ecco dove andare.

Leggi anche –> Viaggi in Italia per l’estate 2020: il turismo e non solo riparte dai borghi

Viaggi in Italia per l’estate 2020: borghi in Campania

Le prossime vacanze molti di noi le passeranno in Italia, alla scoperta e riscoperta delle bellezze del nostro territorio, con un patrimonio naturale e storico artistico senza eguali al mondo. Una vera fortuna e non certo un limite quello di rimanere nel nostro Paese questa estate. Ecco che allora diventa l’occasione per visitare quei luoghi dove non siamo mai andati, che avremmo voluto sempre visitare ma per un motivo o l’altro abbiamo rimandato. Ora è arrivato il momento di approfittarne. Tra le tante meraviglie del nostro territorio, i borghi storici rappresentano un patrimonio unico e straordinario che unisce paesaggio naturale e urbano in un insieme armonioso, ricco di arte e tradizioni culturali.

Qui vi portiamo alla scoperta dei borghi della Campania, per i vostri viaggi in Italia per l’estate 2020.

Corricella, isola di Procida (Napoli)

viaggi estate 2020 borghi campania
Marina di Corricella. Procida (Adobe Stock)

Sull’isola di Procida, gioiello del Golfo di Napoli, troviamo lo splendido borgo di Corricella con le sue case coloratissime, nel tipico stile mediterraneo. Corricella è un caratteristico borgo marinaro che ospita le antiche  case dei pescatori e che ha mantenuto una sua autenticità nonostante sia diventato un luogo turistico. Questo è stato possibile grazie al fatto che continua ad essere abitato dagli isolani e nel suo porticciolo sostano ancora le barchette dei pescatori. Qui si possono ancora trovare i panni stesi alle finestre. Il borgo di Corricella si affaccia sulla costa nord-orientale dell’isola di Procida ed è considerato uno dei più belli al mondo. Sul borgo spicca il Santuario S. Maria delle Grazie Incoronata.

Sopra Corricella, su un costone roccioso a picco sul mare sorge Terra Murata, il borgo storico originario di Procida. Qui si trova il Castello dell’isola con le fortificazioni medievali, la piazzetta centrale, l’Abbazia di San Michele Arcangelo, il cinquecentesco Palazzo D’Avalos, che nel 1830 fu trasformato in carcere, poi chiuso nel 1988. Sulla punta del promontorio svetta la chiesetta di Santa Margherita Nuova con l’annesso convento. Il borgo ospita anche il Museo Miceneo e una tipica abitazione scavata nel tufo, disposta su tre livelli. Terra Murata è soprattutto un eccezionale punto panoramico sul mare, dalle sue terrazze la vista spazia sul Golfo di Napoli, fino a Capri, e in particolare sul borgo di Corricella.

Leggi anche –> Vacanze estate 2020: gita di un giorno a Procida partendo da Napoli

Vietri sul Mare (Salerno)

Vietri sul Mare (Adobe Stock)

La panoramica Vietri sul Mare è una cittadina che si sorge al confine con la città di Salerno e all’inizio della Costiera Amalfitana. Per la sua particolare bellezza, la cittadina è chiamata Prima Perla della Costiera Amalfitana e insieme ad essa è patrimonio dell’Umanità Unesco dal 1997. Il borgo è racchiuso nel nucleo storico della cittadina, arrampicato su un uno sperone roccioso a picco sul mare e circondato dalla rigogliosa macchia mediterranea. Sul borgo e sul mare svettano la cupola e il campanile della chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, in stile tardo rinascimentale napoletano, che rappresentano l’immagine caratteristica di Vietri. Diverse sono le chiese da visitare, così come le torri di avvistamento. Vietri sul Mare è rinomata per le sue maioliche. Ai piedi del costone roccioso e del borgo si allunga una vasta e rinomata spiaggia. Da visitare appena fuori il centro abitato il Parco Croce, oasi naturale voluta da Silvia Croce, figlia di Benedetto Croce, oggi di proprietà del WWF.

Leggi anche –> Al mare in treno: le spiagge raggiungibili con i regionali di Trenitalia

Sant’Agata di Goti (Benevento)

Sant’Agata dei Goti (checiap – Flickr, CC BY 2.0, Wikicommons)

Lo splendido borgo di Sant’Agata dei Goti è diventato famoso in tutto il mondo per essere il paese natale dei nonni materni di Bill De Blasio, il sindaco di New York. Si tratta in realtà di una cittadina, la cui parte storica, di origine romana, sorge su un costone di tufo che gli conferisce l’aspetto caratteristico. Sant’Agata dei Goti sorge alle pendici del Monte Taburno, in provincia di Benevento, al confine con quella di Caserta, da cui dista pochi chilometri. È conosciuta anche come la “perla del Sannio” ed è bandiera arancione del Touring Club Italiano, fa parte anche del circuito dei Borghi più belli d’Italia. Il centro storico di Sant’Agata ha un impianto medievale e ospita diverse chiese e palazzi storici di interesse.

Da vedere è la Cattedrale dell’Assunta, risalente al 970, ricostruita nel XII secolo e ristrutturata nel XVII, con la suggestiva cripta romanica; la chiesa dell’Annunziata e il convento di San Francesco. Da non perdere il Castello ducale di Sant’Agata dei Goti, fondato dai Longobardi e successivamente modificato dai normanni.

Conca dei Marini (Salerno)

Conca Dei Marini, Costiera Amalfitana (iStock)

Torniamo al mare, in provincia di Salerno e sulla meravigliosa Costiera Amalfitana. Per i viaggi in Italia nell’estate 2020, tra i borghi della Campania è da visitare assolutamente Conca dei Marini, un minuscolo agglomerato di case ed edifici arrampicati sul costone roccioso a strapiombo sul mare. La forma a conca di questo tratto di costa dà il nome al paese. Con i suoi 1,13 km² è il quarto comune italiano più piccolo per superficie, abitato da poco meno di 700 abitanti. Nonostante le dimensioni ridotte, è una località ricca di monumenti, tra chiese e torri affacciate sul mare.Su tutte, la cinquecentesca Torre di Capo Conca, la chiesa di San Giovanni Battista, in stile barocco, e quella di San Pancrazio martire, di origine trecentesca poi oggetto di successive ristrutturazioni.

Conca dei Marini è chiamata anche città dei naviganti per l’antica presenza di un elevato numero di marinai esperti di tecniche di navigazione. Una delle sue parti più suggestive è Marina di Conca, in origine piccolo borgo di pescatori con approdo per le barche, oggi centro turistico e stabilimento balneare. Da visitare la anche la vicina Grotta dello Smeraldo, dove dal 1956 è allestito sul suo fondale un suggestivo presepe subacqueo.

Cusano Mutri (Benevento)

Cusano Mutri (Ra Boe / Wikipedia, CC BY-SA 3.0 de)

Il paese di Cusano Mutri è uno dei borghi più belli dell’entroterra della Campania. Sorge alle pendici del Massiccio del Matese, incluso nell’omonimo Parco regionale, in provincia di Benevento, nella zona al confine con il Molise. Cusano Mutri è caratteristico per le sue case in pietra, circondate da un pittoresco paesaggio di montagna.Qui è come se il tempo si sia fermato. Il paese, essendo stato risparmiato dal terremoto del 1688, ha conservato l’impianto urbanistico medievale di origine normanna, poi sviluppatosi soprattutto nel secoli XV e XVI. Molti edifici storici si sono conservati. Chiese e palazzi si affacciano su caratteristiche piazzette e terrazze in pietra, attraversati da vicoli e stradine a scalette. Da visitare la Chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, la più antica del paese, sorge nella zona più alta, vicino all’antico castello di cui sono rimasti alcuni ruderi. Di origini antichissime è la chiesa di San Nicola, oggetto di rifacimenti del corso dei secoli.

Da non perdere nel centro storico piazza Roma, dalla forma ad anfiteatro e circondata da palazzi storici, ha una caratteristica scalinata i pietra che sale verso la parte alta del borgo. Da vedere anche piazza Lago, con i resti del “castello marchesale”, edificato su un macigno roccioso, dove si trova anche una fontana in pietra sulla quale è raffigurata una conchiglia. Il territorio di Cusano Mutri è caratterizzato dalla presenza di gole e colline rocciose.

Pisciotta (Salerno)

Pisciotta (Di Heinz-Josef Lücking, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Un altro incantevole borgo affacciato sul mare, ideale per una vacanze in estate, è Pisciotta, che sorge sulle alture rocciose della costa cilentana. Il borgo storico, arretrato rispetto al litorale, offre un vista mozzafiato sul Mare Tirreno. Il suo centro abitato ha conservato l’originario impianto medievale, con le casette in pietra attraversate da vicoli caratteristici. A valle, sulla costa, sorge Marina di Pisciotta, con la sua spiaggia bianca e l’acqua trasparente e turchese. Pisciotta è inclusa nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Montesarchio (Benevento)

Montesarchio (Di Salvatore Di Maro, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Chiudiamo questa rassegna dei borghi più belli della Campania per l’estate 2020, con un altro borgo dell’entroterra, sempre nella provincia di Benevento: Montesarchio. Non lontano da Sant’Agata dei Goti, anche Montesarchio sorge alle pendici del Monte Taburno, ma più a sud. Si tratta di una vera e propria cittadina, la più popolosa della provincia dopo Benevento. Il borgo è situato nella parte alta del centro abitato, dove sorgono il Castello medievale con la vicina Torre, risalente all’VIII secolo e oggetto di successivi rifacimenti, oggi ospita il Museo archeologico nazionale del Sannio Caudino, l’Abbazia di San Nicola, edificata fra il XII e il XIII secolo più volte rifatta, e il vecchio cimitero di Latovetere con la chiesa più antica di Montesarchio, di probabile origine longobarda. Ai piedi del borgo sorgono la chiesa e il convento di Santa Maria delle Grazie, di origini quattrocentesche. Nel centro abitato a valle è da vedere al chiesa dell’Annunziata, in stile barocco.

Leggi anche –> Borghi d’Italia da visitare in treno: l’idea di viaggio

viaggi estate 2020 borghi campania
Costa di Pisciotta, con Capo Palinuro (AleBonvini, Flickr, CC BY 2.0, Wikicommons)