Supermercati | attenti alla truffa dei falsi buoni spesa

Supermercati truffa: la Polizia Postale sta indagando su una serie di finti concorsi con in palio falsi buoni spesa a danno di diverse aziende.

Supermercati truffa
Situazione Supermercati truffa fate attenzione Foto dal web

Alcuni noti brand di supermercati italiani sono finiti nel mirino dei soliti malintenzionati per via di una truffa che riguarda dei finti buoni spesa. La cosa ha riguardato in particolare Coop, Conad ed Esselunga.

LEGGI ANCHE –> Uomo esce di casa nonostante la quarantena: rischia 1 anno di carcere

La Polizia Postale sta lavorando per stroncare tutto ciò, intanto però alcuni utenti e consumatori rischiano di finire nella rete dei ladri telematici. La stessa Coop ha reso noto di avere inoltrato una denuncia formale, avvertendo i propri clienti di fare attenzione a dei falsi messaggi pubblicitari che riguardano una sedicente attività sociale a premi che avverrebbe all’interno dei propri punti vendita.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Ritorno a scuola, la ministra Azzolina: “Non ci sono i presupposti per maggio”

Supermercati truffa, attenti a questo finto messaggio Coop

Si tratta di un escamotage ordito da questi malintenzionati, che hanno concepito il seguente messaggio truffaldino. “Ogni giovedì scegliamo 10 utenti casuali per dare loro la possibilità di vincere favolosi premi. Il premio di oggi è un buono di 1500 euro per qualsiasi negozio! Il vincitore potresti essere tu! È un’opportunità riservata a chi vive in Italia. Partecipare è gratis e divertente!”. Il tutto corredato dal logo del Gruppo Coop, che suona come una certificazione di autenticità e spinge non poche persone a fornire i propri dati personali tramite un link presente nel messaggio stesso. Una cosa da non fare assolutamente. Qualsiasi iniziativa da parte di Coop avviene soltanto attraverso il sito web uffiiale www.e-coop.it. L’invito è anche quello di non fornire i propri dati personali e di diffidare di buoni spesi così sostanziosi perché si tratta assai probabilmente di una truffa.

LEGGI ANCHE –> Lombardia | Fontana propone la settimana lavorativa ‘lunga’

Anche Esselunga finita nel mirino dei malintenzionati

Truffa che ha colpito un altro marchio di supermercato. Si tratta di Esselunga. In questo caso c’è la promessa di buoni spesa da 250 euro. Una cosa ovviamente non vera e che vede l’azienda parte lesa. Ogni concorso od operazione a premi viene comunicata esclusivamente sui siti web di riferimento delle aziende interessate. Per cui occorre fare attenzione nel riconoscere i finti messaggi spam che ci arrivano nella posta elettronica. Esselunga comunica che i suoi messaggi giungono esclusivamente da questi autentici indirizzi mail: @esselunga.it” o “@newsletter.esselunga.it”. Tutti gli altri sono falsi.

LEGGI ANCHE –> Donna morta | la coda alle Poste è arrivata in strada | travolta da un’auto

E così anche Conad: come riconoscere le truffe via mail

Infine anche Conad ha denunciato l’esistenza di una truffa, a seguito di questo messaggio. “❤ Il supermercato Conad ha annunciato che regalerà un coupon gratuito di 500 € durante lo stato di emergenza”. C’è poi l’invito a consultare finti siti web indirizzati truffaldinamente a Conad per inserire i propri dati sensibili e partecipare ad un altrettanto finto concorso truffa che metterebbe in palio buoni spesa inesistenti da 250 e 500 euro. Occorre fare attenzione nel riconoscere le truffe.

LEGGI ANCHE –> Abbandonare i genitori anziani è un reato | la sentenza della Cassazione

Solitamente quando viene richiesto di cliccare su un link presente nel messaggio e/o quando ci vengono chiesti i nostri dati personali, allora quella è una frode. Più in generale questo fenomeno che avviene via mail è chiamato ‘phishing’, nel tentativo di ‘fare abboccare’ gli ignari utenti. E si avvale di messaggi quali la promessa di buoni spesa, l’esistenza di lotterie, richieste di donazioni, minacce di finte denunce e spesso sono contraddistinti da errori ortografici o grammaticali.