Uomo esce di casa nonostante la quarantena: rischia 1 anno di carcere

Un uomo di 35 anni ha violato ripetutamente l’obbligo di quarantena per incontrarsi con la fidanzata, adesso rischia fino ad un anno di carcere.

Johnathan David, cittadino 35enne di Victoria (Australia), ha deciso di non rispettare le regole imposte dalla crisi sanitaria per potersi incontrare con la fidanzata. Sebbene, come tutti, fosse obbligato a rispettare un regime di quarantena, l’uomo è uscito più volte di casa per vedere la sua ragazza, persino utilizzando dei mezzi pubblici. Inizialmente le sue gite fuori porta si erano concluse senza conseguenze, ma un giorno degli agenti lo hanno beccato che camminava mano nella mano con la fidanzata in un parco.

Leggi anche ->Violano la quarantena | costretti a scrivere “mi dispiace” per 500 volte

Gli agenti gli hanno chiesto spiegazioni e quando l’uomo ha spiegato la sua presenza nel parco è stato portato in un albergo. Gli agenti lo hanno ammonito dicendogli che la prossima volta che sarebbe uscito violando la quarantena lo avrebbero denunciato. Incurante del pericolo di una denuncia penale, però, Johnathan ha continuato a fare di testa sua.

Leggi anche ->Paesino viola la quarantena, l’ira del sindaco: “I responsabili vanno puniti”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Viola la quarantena: Johnathan rischia fino ad un anno di carcere

In struttura lo hanno visto uscire in più di un’occasione, ma non hanno denunciato le fughe dell’uomo dalla quarantena. Sicuro di averla fatta franca, l’uomo ha continuato a scorrazzare per la città indisturbato, finché un giorno gli agenti non sono andati a controllare che rispettasse le regole e non l’hanno trovato da nessuna parte. Come se nulla fosse Johnathan è tornato in albergo dopo 40 minuti. La denuncia a quel punto è stata inevitabile ed ora l’insofferente cittadino australiano dovrà pagare una multa da 50.000 dollari oppure 12 mesi di carcere.