Fermo, incendio fatale per bimba di 6 anni: mamma arrestata per omicidio

Svolta nelle indagini sull’incendio che ha portato alla morte di una bimba di sei anni a Fermo: per gli inquirenti la mamma sarebbe colpevole di omicidio.

Lo scorso 8 gennaio, in una palazzina di Fermo è scoppiato un incendio che ha causato la morte di una bimba di 6 anni. Nell’appartamento, in quel momento, c’erano anche la mamma, una donna bulgara di 38 anni, e la sorellina di 4 anni. La donna è riuscita a portare via dall’appartamento in fiamme la figlia più piccola, ma non avrebbe fatto in tempo a salvare anche l’altra bambina.

Leggi anche ->Acilia, chi è la mamma 30enne che ha ucciso la neonata dopo il parto

In un primo momento si è pensato ad una tragica fatalità. La donna, infatti, è finita in ospedale e si trova tutt’ora lì ricoverata. I medici la stanno curando per i danni causati dai fumi tossici respirati all’interno dell’appartamento. Durante le indagini all’interno dell’appartamento, però, gli investigatori avrebbero trovato degli elementi che fanno pensare ad un incendio doloso.

Leggi anche ->Giovane mamma uccide la figlia di 3 anni per andare ad un festival con gli amici

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Incendio a Fermo: mamma accusata dell’omicidio della figlia

Nei giorni scorsi i servizi sociali erano andati a scuola della bimba di 4 anni e l’avevano prelevata per sottrarla alla custodia dei genitori. Il padre della piccola, ignaro delle motivazioni di questo gesto, ha chiesto loro di non dire nulla alla madre poiché ancora in stato di salute precario e ricoverata in ospedale. Adesso, però, è stata formulata un’accusa contro la donna. Secondo gli inquirenti sarebbe stata proprio lei ad appiccare l’incendio che ha portato alla morte della figlia di 6 anni. Secondo gli investigatori la donna avrebbe lasciato la figlia in casa di proposito per cancellare le prove dell’incendio doloso.

Nelle scorse ore, dunque, dal Tribunale di Fermo è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare ai danni della donna. Per quanto riguarda il corpo della bimba, al momento rimane ancora a disposizione dell’autorità giudiziaria nell’obitorio di Fermo. Sarà il Gip a decidere se sarà necessario effettuare un’autopsia, solo dopo questa decisione sarà permesso ai parenti di organizzarle un funerale.