Zlatan Ibrahimovic, chi è: età, carriera e vita privata dell’attaccante del Milan

Zlatan Ibrahimovic ha fatto il suo ritorno a Milano, sponda Milan: riscopriamo chi è il fuoriclasse svedese che ha vinto tutto in Italia.

Quando un paio di anni fa Zlatan Ibrahimovic aveva accettato il trasferimento negli Stati Uniti, gli appassionati di calcio si erano dispiaciuti per aver perso di vista uno dei calciatori più forti degli ultimi 20 anni. Lo svedese, infatti, aveva incantato le platee di tutta Europa con giocate strabilianti, per tecnica, potenza, rapidità d’esecuzione e inventiva. Alla soglia dei 38 anni, contro ogni pronostico, Ibra ha deciso di tornare e lo ha fatto scegliendo l’ultima sua squadra italiana: il Milan.

Leggi anche ->Ibrahimovic Milan | spunta la data | “A Milanello il 30 dicembre”

La notizia del suo acquisto era stata anticipata prima dal commissioner della Mls, quindi dai tabloid britannici, ma l’ufficialità è tardata ad arrivare. Tanto che gli auguri di Natale dello svedese hanno mandato in tilt i tifosi rossoneri, convinti a quel punto che l’attaccante decidesse di non accettare la proposta del Milan. L’ufficialità è giunta a ridosso di Capodanno ed ora Ibrahimovic è ufficialmente un calciatore dei rossoneri. Al di là di quello che potrà essere il suo contributo, l’approdo a Milano è importante sia dal punto di vista economico-commerciale che da quello meramente tecnico-tattico.

Leggi anche ->Helena Seger, chi è: vita privata e carriera della compagna di Ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic, chi è

Nato a Malmo (Svezia), il 31 ottobre del 1981, Zlatan Ibrahimovic si è formato calcisticamente nella squadra della sua città. In questa ha esordito come professionista a 17 anni e a 18 appena compiuti mette a segno la sua prima rete. L’anno successivo mostra tutto il suo talento. Attaccante possente fisicamente e dotato di tecnica sopraffina, viene immediatamente acquistato dall’Ajax, dove ottiene il soprannome di “Nuovo Van Basten’. Negli anni in Olanda conferma quanto di buono dimostrato in Svezia e ampi margini di miglioramento.

Nel 2004 la Juventus di Capello decide di puntare su di lui per vincere lo scudetto, una scelta che si rivela azzeccata. Ibrahimovic mostra tutta la sua classe, sia con gol fuori scala che con giocate che permettono ai compagni di andare in rete o di sviluppare la manovra. Lo svedese diviene presto il miglior centravanti del campionato ed uno dei migliori al mondo. In seguito a Calciopoli, Ibra passa all’Inter dove continua a vincere titoli nazionali per 3 stagioni, aggiungendo a questi la classifica cannonieri ed il titolo di miglior giocatore del torneo.

Nel 2009 prova il grande salto al Barcellona per vincere la Champions League, ma ironia della sorte a fine stagione sarà proprio l’Inter a sollevare il trofeo, l’unico a livello di club che Ibra non ha mai vinto. Dopo un solo anno torna in Italia e a Milano, questa volta però sponda rossonera. Con il Milan vince uno scudetto e sfiora anche il bis, ma al termine della seconda stagione si trasferisce al Paris Saint Germain. In Francia vive il suo miglior periodo a livello realizzativo, trascina i parigini alla vittoria in tutti i trofei nazionali, ma manca sempre l’appuntamento con la coppa dalle grandi orecchie.

Nel 2016 viene acquistato dal Manchester United, dove però non riesce ad incidere come sempre per via di un grave infortunio. Ripresosi decide di lasciare l’Europa e fare un’esperienza nella Mls. Per quanto riguarda la vita privata, Zlatan è sposato con la splendida Helena Seger, 11 anni più grande di lui.