Home Meteo Tempesta di Santa Lucia: è allerta meteo. Ecco fino a quando

Tempesta di Santa Lucia: è allerta meteo. Ecco fino a quando

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:50
CONDIVIDI

Le previsioni meteo per le prossime ore e i prossimi giorni. Allarme per pioggia e neve. Ecco cosa ci aspetta

meteo santa lucia
Meteo Santa Lucia: neve a Milano

Piogge abbondanti, raffiche di vento e nevicate perfino in pianura. E’ uno scenario tipicamente invernale e in realtà anche piuttosto allarmante – tanto che sono state chiuse le scuole in diverse città, compresi parchi pubblici e cimiteri – quello di oggi, giorno di Santa Lucia. Non solo oggi farà buio prestissimo, ma sarà anche una delle giornate peggiori del mese di dicembre dal punto di vista del meteo. Il Nord e il Centro saranno vessati dal maltempo, ma anche parte del Sud se la dovrà vedere con violenti temporali. Il weekend alle porte ci farà fortunatamente tirare il fiato. Poi la prossima settimana all’orizzonte è in arrivo una nuova ondata di maltempo, anticipazione di quello che sarà il tempo per Natale e Capodanno.

Meteo oggi, Santa Lucia: dove pioverà

Santa Lucia, 13 dicembre 2019, sarà una giornata di pioggia e maltempo. L’aria instabile proveniente dall’Atlantico non incontrerà ostacoli, così la perturbazione sarà libera di scaricare pioggia sul nostro Paese. Sin dalle primissime ore del mattino il Nord Ovest e le regioni tirreniche saranno sotto l’acqua.

Attesa la neve in mattinata in pianura su Piemonte e Lombardia. Nevicherà in città come Milano, Torino, Bergamo e Varese.

Altrove la protagonista sarà la pioggia che imperverserà violentemente su Sardegna, Toscana e Lazio. Temporali su tutto il Nord nel corso della giornata e nel pomeriggio a quote molto basse nuove nevicate al Nord Ovest.

Non migliorerà il tempo con il passare delle ore. Anzi nel primo pomeriggio nubifragi attesi su Toscana, Lazio e Campania. Particolare attenzione su Roma e Napoli dove sono state chiuse le scuole per l’allerta meteo.

Nella serata del giorno di Santa Lucia 2019 il maltempo si sposterà verso Sud e le zone più colpite saranno le regioni del basso Tirreno, ovvero Campania e Calabria. Mentre al Nord e al Centro le piogge cesseranno e si andrà incontro a un miglioramento meteo.

Meteo weekend e prossimi giorni di dicembre 2019

Dopo un giorno di Santa Lucia caratterizzato dall’acqua e dalla neve il weekend del 14 e 15 dicembre 2019 sarà decisamente più asciutto e mite.

Sabato 14 dicembre la tempesta di Santa Lucia si sposterà dall’Italia. Il Ciclone si muoverà verso Est, puntando dritto verso la Grecia. In questo suo movimento porterà ancora temporali sulla Sardegna, Sicilia e Calabria, ma attenzione soprattutto alle fortissime raffiche di vento che soffieranno fino a 100 km/h. Pericolo di mareggiate con onde anche molto alte.

Sul resto d’Italia la giornata di Sabato sarà asciutta e sul parte del Centro Nord ci sarà anche il sole. Continuerà però a fare freddo nelle zone interne del Centro e sulle pianure del Nord, soprattutto al mattino presto e la notte.

Domenica 15 dicembre il sole sarà protagonista e i termometri si alzeranno un po’ ovunque. Una bella giornata di sole perfetta per andare in giro fra mercatini di Natale e fare shopping. Solo nel tardo pomeriggio fra Liguria e Toscana potrebbero esserci qualche piovasco.

La settimana successiva inizierà con condizioni di tempo stabili e soleggiate. Ma mercoledì 18 una nuova perturbazione porterà temporali e nuove nevicate sull’Italia per alcuni giorni. Poi nuovamente spazio all’Alta Pressione, salvo poi proprio per Natale avremo un nuovo ciclone che potrebbe farci vivere un Bianco Natale.

CONDIVIDI
Articolo precedenteMadre in lutto scopre che la figlia uccisa era stata scambiata alla nascita
Articolo successivoStasera in tv – Quarto grado: anticipazioni e ospiti di oggi 13 dicembre
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.