Home News Professore stupra studentessa minorenne | succede nei bagni della scuola

Professore stupra studentessa minorenne | succede nei bagni della scuola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:19
CONDIVIDI
Professore stupra studentessa
Professore stupra studentessa minorenne FOTO viagginews

Un professore stupra studentessa, con l’episodio avvenuto nei bagni della scuola. E lui le aveva anche inviato foto a luci rosse in precedenza.

Un professore stupra una sua studentessa minorenne all’interno dei bagni della scuola frequentata, con ruoli diversi, da entrambi. L’episodio è stato confermato sulla base di alcuni indizi raccolti nel corso di una relativa indagine. Lui si chiama Brock Smith, ha 32 anni e fino ad un pò di tempo fa insegnava in un liceo della località di Naples, in Florida. La sua vittima è una studentessa di 17 anni. Per quanto accaduto l’uomo ha ricevuto una condanna per abusi e violenza carnale. Tra l’altro gli inquirenti hanno scoperto che già c’era stato un controverso contatto tra i due. Il professore aveva inviato all’alunna delle foto di sé molto spinte. Una cosa che già gli era valsa una prima condanna. Poi andando più a fondo nella questione è emersa questa seconda storia, certamente di una gravità assai più marcata essendoci stato un contatto non voluto diretto tra i due.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Professore stupra studentessa, lui ammette tutto

Per evitare una pena più severa, il docente ha ammesso di essere colpevole in entrambe le circostanze. Questo gli ha consentito di poter scegliere il patteggiamento e di potere quindi beneficiare di uno sconto di pena. Una delle prove utilizzate contro l’uomo consisteva nel ritrovamento delle foto incriminate all’interno del cellulare della ragazza. Da lì è partita una inchiesta approfondita, che oltre a portare alla condanna del docente, ha avuto anche un altro effetto. Quello cioè di far perdere a quest’ultimo il lavoro. Infatti la scuola dove il 32enne insegnava ha provveduto immediatamente a licenziarlo. La vicenda risale al 2017 e l’insegnate si trova già in carcere, da dove uscirà nel 2031 circa. Sembra che il giudice abbia negato all’uomo di poter usufruire di cauzione e di eventuali sconti di pena e bonus per buona condotta.