Home News Lotteria | muratore vince 123 mln | “Ma non lascio il lavoro”

Lotteria | muratore vince 123 mln | “Ma non lascio il lavoro”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:55
CONDIVIDI
lotteria
Muratore sbanca la lotteria ma assicura che non lascia il lavoro FOTO viagginews

Un uomo che ha sempre lavorato come muratore viene baciato dalla fortuna con una vincita da record alla lotteria. “Ma non voglio lasciare il mio lavoro”.

Un uomo vince alla lotteria ed il premio di 123 milioni di euro gli risolve qualsiasi problema. Ma questo bacio incredibile dalla fortuna non gli cambierà la vita, assicura lui. Il 42enne Steve Thomson di Selsey, in Inghilterra, ha sempre lavorato come muratore e lui stesso ha affermato che non lascerà il lavoro. “Ho dei clienti con i quali ho preso un impegno, non posso abbandonarli”. Un comportamento inaspettato quanto nobile da parte di questa persona, che ha sbancato la lotteria ‘EuroMillions’.

Lui è spostato con sua moglie Lenka e i due hanno due figli, di 10 e 15 anni. La vincita da sogno risale allo scorso 19 novembre. Alla stampa d’Oltremanica lui stesso assicura che non smetterà di lavorare. Almeno non subito. “Ho ancora dei lavoro da finire ed intendo mantenere gli accordi presi. Non ho la minima intenzione di smettere di lavorare. E poi non voglio tenere tutto per me. La vincita in questione rappresenta anche troppo per la mia famiglia.

LEGGI ANCHE –> Lavoro | Ingegnere con 110 e lode diventa spazzino | “Felicissimo”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Lotteria, vince 123 milioni “Ma farò ancora il muratore”

Steve continua. “Di comune accordo con mia moglie ho deciso che aiuteremo i nostri familiari ed anche amici e vicini di casa. Ma pure gli sconosciuti bisognosi che versano in difficoltà. Il nostro desiderio è che quello che è alle porte possa essere un Natale felice per tutti”. D’accordo anche Lenka, originaria della Slovacchia. Lei però il lavoro lo ha lasciato. Faceva la cassiera in un discount 24 ore su 24. “Era una occupazione molto stancante, specialmente quando dovevo lavorare di notte e poi tornare a casa e badare alle faccende domestiche. Non riuscivo a stare con i miei figli”. Questa famiglia che ha sempre lavorato tanto fa sapere che si toglierà un solo, legittimo sfizio nell’immediato futuro. “Compreremo una casa più grande”.