Home News Bambina morta, colpa dei genitori ubriachi: “L’hanno schiacciata sul divano”

Bambina morta, colpa dei genitori ubriachi: “L’hanno schiacciata sul divano”

CONDIVIDI
bambina morta genitori
Una coppia è responsabile per la loro bambina morta, vicenda assurda – FOTO: Mirror

Il caso di una bambina morta ad appena 4 mesi di età fa discutere. I genitori hanno una responsabilità importante in quanto successo.

Due genitori sono indagati per il terribile caso di una bambina morta. Si tratta della loro figlioletta di 4 mesi, messa a dormire dalla madre che era completamente ubriaca. Una chiamata di emergenza ha fatto si che i soccorsi medici si precipitassero nella casa di questa famiglia disagiata, a Liverpool. Qui la piccola Mija Krupaityte è stata trovata esanime su di un divano. Ma purtroppo a nulla è valso qualsiasi sforzo di rianimarla. Giunta senza coscienza in ospedale, la povera Mija è stata dichiarata ufficialmente deceduta poco dopo il suo arrivo. Sua madre Milda Stucinskaite aveva assunto alcolici quattro volte oltre il limite di legge stabilito. Questo vuol dire che non era assolutamente in possesso delle proprie facoltà di intendere e di volere al momento del ritrovamento della bambina morta.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bambina morta, i genitori erano ubriachi fradici

Ubriaco fradicio anche il padre, trovato accasciato su di una poltrona con un limite di legge in quanto ad assunzione di alcolici di due volte e mezza superiore rispetto alla norma. I due scapestrati genitori sono di origine lituana ed un ulteriore esame tossicologico ha fatto emergere anche la loro abitudine a consumare della cannabis. Un testimone, vicino di casa della coppia, riferisce di averli visti bere senza mai fermarsi e di averli inoltre notati mentre davano alla loro sfortunata figlioletta una bottiglia di latte. La madre aveva cominciato a nutrirla mentre altri due uomini, presenti anch’essi in quel frangente, pare fossero usciti per comprare una pizza. Al loro ritorno hanno trovato la madre distesa sulla bambina ed il padre che dormiva.

Qualsiasi tentativo di soccorso a Mija è stato vano

Hanno quindi praticato le necessarie manovre urgenti di rianimazione sulla neonata, mentre la mamma è corsa in strada a chiedere aiuto a dei vicini di casa. Nelle vicinanze c’erano due assistenti sanitari che stavano svolgendo delle visite. Si sono subito precipitati assieme ad altre persone e hanno provato a rianimare la piccola Mija. Purtroppo però era troppo tardi. Condotta in ospedale in codice rosso, la piccina è stata dichiarata morta neanche un’ora dopo. Alcuni testimoni riferiscono di avere visto i suoi genitori disperati. Il papà Audrius, operaio, si è autoincolpato di quanto successo dicendo di essersi addormentato quando non avrebbe dovuto.

La coppia arrestata e poi rilasciata: è stata una tragica casualità

La madre, Milda, avrebbe invece dichiarato di essersi seduta sulla figlia. Entrambi i genitori hanno assistito alle indagini e hanno permesso di sottoporsi a controllo dei livelli di alcol nel sangue. Hanno entrambi 32 anni e la polizia li ha arrestati con l’accusa di omicidio colposo ai danni di minore. Poi per sono stati rilasciati successivamente. Ciò è avvenuto perché sul corpicino di Mija mancavano segni di violenze e la bimba sembrava comunque in buona salute. La coroner che ha svolto l’autopsia sulla bambina non ha neanche escluso che il decesso possa essere stato causato dalla cosiddetta ‘morte in culla’, la SIDS (morte improvvisa del bambino).

Mai dormire accanto a bambini così piccoli, è pericoloso

Tuttavia le testimonianze e le prove raccolte lasciano gli inquirenti convinti del fatto che tutto si sia svolto come precedentemente descritto, con la responsabilità importante da parte dei genitori in preda ai fumi dell’alcol. Dormire su letti o su divani con dei bambini così piccoli è considerato non sicuro in quanto può essere possibile il verificarsi della morte per asfissia. Tale è stata infine la probabile causa del decesso avanzato dalla coroner, e provocata da un adulto che ha schiacciato Mija. Il fatto è accaduto nello scorso mese di ottobre e da allora, sulla porta di casa, tanta gente ha lasciato fiori, giocattoli e messaggi per la sfortunata bambina.