Home News Tentato suicidio Andrea Camilleri, la verità su cosa accadde il 4 dicembre

Tentato suicidio Andrea Camilleri, la verità su cosa accadde il 4 dicembre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:38
CONDIVIDI
andrea camilleri
Cosa avvenne in casa di Andrea Camilleri a dicembre? – FOTO: Instagram

Tentato suicidio Andrea Camilleri, la verità su cosa accadde il 4 dicembre scorso quando venne ricoverato in gravi condizioni e in circostanze misteriose. 

Oggi Andrea Camilleri è morto dopo che era stato ricoverato in ospedale a Roma, dove aveva versato per giorni in condizioni critiche e con ventilazione ed attività respiratoria assistita. Il celebre scrittore, 93 anni, era ricoverato al Santo Spirito di Roma dopo aver avuto un arresto cardiocircolatorio. E tutta Italia e non solo è stata in apprensione per il grande esponente di cultura siciliano, originario di Porto Empedocle, nell’Agrigentino. Il suo nome è legato a doppia mandata a quello del commissario Montalbano, personaggio a sua volta reso ancora più popolare dalla magistrale interpretazione per la Rai dell’attore Luca Zingaretti. In proposito più volte Camilleri aveva parlato anche con riferimenti polemici di questa figura creata dalla sua immaginazione. “Montalbano finisce quando finisco io. Ho già deciso la sua fine 13 anni fa, ma lui è un personaggio letterario”. Un personaggio capace di far vendere milioni di libri e di far incollare agli schermi una media di 12 milioni di telespettatori ad ogni nuovo episodio.

LEGGI ANCHE –> Padre e figlia morti nel giro di 24 ore, doppio lutto tremendo

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Andrea Camilleri, cosa avvenne in casa sua a fine 2018?

Relativamente ad Andrea Camilleri, Leggo parla in esclusiva di un episodio controverso che sarebbe avvenuto lo scorso 4 dicembre nel quartiere Prati a Roma, proprio in casa sua. Il 112 sarebbe stato allertato in maniera urgente ed avrebbe trovato lo scrittore sanguinante al polso sinistro, con una ferita inferta da una lametta. Camilleri – o chi per lui – avrebbe rifiutato il ricovero in ospedale per mantenere il più stretto riservo su quanto avvenuto e non far diventare la vicenda di dominio pubblico. Il siciliano sarebbe quindi stato medicato in casa. A questa circostanza sarebbe legata anche una particolare dichiarazione di Camilleri, rilasciata in una intervista di qualche mese fa. “In questo silenzio che si sta creando dentro di me mi è venuta la voglia di intuire, e non di capire perché sarà assai difficile capirla, cosa possa essere l’eternità”. Parole che lasciano intuire ad un gesto estremo da parte del 93enne maestro. Ma la cosa difficilmente potrebbe avere delle conferme, ed anzi, potrebbe essersi trattato anche solo di un semplice incidente.