Home Dove, come e quando Festa della Repubblica 2 giugno 2019: parata, ordine sfilata, programma e diretta

Festa della Repubblica 2 giugno 2019: parata, ordine sfilata, programma e diretta

CONDIVIDI

ordine sfilata

Parata 2 giugno 2019 ordine sfilata, gli orari, il programma, il percorso e la diretta tv per partecipare

Il 2 giugno 2019 è la 73esima Festa della Repubblica Italiana. Le celebrazioni per questa importante data della nostra Storia si svolgono a Roma dove alla presenza del Presidente della Repubblica si svolge la parata dove sfilano in ordine le nostre forze armate e di pace. Al termine lo spettacolo delle Frecce tricolori e nel pomeriggio l’ingresso libero ai giardini del Quirinale. Il tema scelto per le celebrazioni della Festa della Repubblica 2019 è l’inclusività, intesa come diritto di ogni singolo individuo ad avere accesso e ad esercitare le stesse opportunità.

Leggi anche -> Curiosità e storia sulla Festa della Repubblica

La nostra Repubblica è nata il 2 giugno del 1946 quando dalle urne della prima votazione libera dopo il fascismo e dopo la Seconda Guerra Mondiale, nel referendum fra Monarchia e Repubblica, gli italiani e le italiane scelsero la Repubblica. Da allora ogni 2 giugno si festeggia e dal 1949 un memoriale prevede un programma ben preciso in cui spicca la parata.

Il tema dell’inclusività scelto per la Festa della Repubblica 2019 prende origine dall’art.3 della nostra Costituzione, ossia da quella che è l’ossatura e l’anima del nostro Paese e che venne redatta dall’Assemblea Costituente a seguito del referendum del ’46. L’articolo 3 recita: “rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.

Questi concetti si ritrovano nel manifesto istituzionale del 2 giugno 2019 in cui sotto al tricolore, simbolo dell’identità del nostro Paese, ci sono due bambini che camminano verso il futuro circondati dai volti degli uomini in divisa che servono per la pace la nostra Italia.

Programma e ordine di sfilata della parata del 2 giugno 2019

Le celebrazioni per il 2 giugno 2019 iniziano alle 9.15 quando il presidente Sergio Mattarella, accompagnato da tutte le più alte cariche dello Stato, si recherà all’Altare della Patria per deporre una corona di alloro al Sacello del Milite Ignoto in memoria di tutti i caduti, militari e civili, per servire la Nazione. Il Presidente si recherà poi a bordo della Lancia Flaminia presidenziale a passare in rassegna i corpi militari schierati e mentre i vigili del fuoco srotoleranno un enorme tricolore dalla cima del Colosseo il Presidente prenderà posto nella tribuna d’onore allestita in via dei Fori Imperiali. Quest’anno alla sfilata dalla tribune assisteranno anche 800 bambini parte di un progetto voluto dal Presidente della Repubblica.

Alle ore 10 in diretta su Rai Uno inizierà la sfilata (più in basso trovate l’ordine di sfilata)  a cui parteciperanno tutti i corpi della Difesa (Esercito, Aeronautica, Marina, Carabinieri), la Guardia di Finanza, i corpi di Polizia, dei vigili del Fuoco, della Croce Rossa, delle delegazioni di organismi multinazionali. Quest’anno poi per la prima volta sfileranno il gruppo paralimpico, il personale della Riserva Selezionata, personale civile della Difesa e dei Veterani. Con le associazioni combattentistiche e d’arma sfileranno per via dei Fori Imperiali 300 sindaci.

In via dei Fori Imperiali si trovano le tribune per assistere alla sfilata. Il percorso della parata interessa le seguenti vie: Via di San Gregorio, via Celio Vibenna, Piazza del Colosseo, Via dei Fori Imperiali, piazza Venezia, via del Teatro di Marcello, via Petroselli, Piazza della Bocca della Verità, via della Greca, Piazza di Porta Capena.

Nel pomeriggio del 2 giugno dalle 15 alle 19 ingresso libero e senza prenotazione ai Giardini del Palazzo del Quirinale. Oltre a poter ammirare la bellezza dei giardini si potrà assistere ai concerti eseguiti dai complessi bandistici dell’Aeronautica, dei Carabinieri, della Polizia, della Guardia di Finanza, della Marina Militare e dell’Eserciti.

Ordine di sfilamento della parata del 2 giugno 2019

La Parata del 2 giugno 2019 vedrà sfilare quasi 4000 le persone, 56 cavalli e 9 unità cinofile. Poi 75 le bandiere, 23 i Gonfaloni di Province, Regioni e Comuni, 50 i Labari della Associazioni combattentistiche che saranno portati lungo via di Fori Imperiali.
L’ordine di sfilata è il seguente:
Associazioni combattentistiche e d’arma. Rappresentano tutti coloro che si sono impegnati per il nostro Paese, uomini e donne in armi che si sono spesi fino alla morte per valori ed ideali.
Organismi multinazionali. L’impegno dell’Italia è notevole nei campi di stabilizzazione militare e civile. Sfileranno contingenti impegnati in missioni delle Nazioni Unite in Libano, missioni NATO in Kosovo, Afghanistan, Turchia, Paesi Baltici e Mediterraneo; operazioni dell’Unione Europea nei Balcani, Mediterraneo e Somali.
Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa. Composto da personale appartenente alle Forze Armante che durante il servizio ha riportato lesioni permanenti.
Veterani. Personale delle Forze Armate che è rimasto vittima di traumi fisici o psichici durante una missione in pericolosi scenari operativi.
Personale civile della Difesa.
Riserva Selezionata della Difesa. Professionisti di diverso campo che prestano la loro opera o sono disponibili al servizio all’interno delle Forze Armate.
Atleti del Gruppo Sportivo Olimpico. Rappresentativa di atleti dei gruppi sportivi di Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria e Vigili del Fuoco che hanno rappresentato l’Italia nelle più importanti competizioni internazionali.
Esercito Italiano. 158 anni di Storia al Servizio del Paese: dalle operazioni strade sicure ai contingenti all’estero.
Marina Militare. La vocazione per il mare incarnata dalla nostra Marina Militare che contrasta il terrorismo e la pirateria e salvaguardia la vita in mare.
Aeronautica Militare. La forza aerea che è la garanzia nel cielo del nostro Paese.
Arma dei Carabinieri. Componente essenziale della difesa e sicurezza della nostra Italia. Dal 2017 ha assorbito i compiti del Corpo Forestale.
Guardia di Finanza. Alle dipendenze del Ministero dell’Economia è l’unico organo di polizia con funzioni economiche e lavora per contrastare l’evasione fiscale, la corruzione e gli sprechi di denaro pubblico.
Corpo militare Volontario della Croce Rossa Italiana. Compiti di assistenza verso militari e civili in caso di calamità, presente in moltissime missioni all’estero.
Polizia di Stato. 166 anni di Storia con il compito della tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.
Polizia Penitenziaria. Svolge il compito di operare per la sicurezza e nel reinserimento sociale dei detenuti.
Vigili del Fuoco. La risposta alle emergenze e alle prevenzione dei rischi. Con componenti specialistiche quali sommozzatori, operatori fluviali, alpini e speologici, soccoritori acquatici, esperti di ricerca sotto le macerie, squadre cinofile e eli-soccoritori.
Volontari della Croce Rossa Italiana. Dal 1864 operano per curare e alleviare il dolore, svolgono attività sanitaria, assistenziale, ricerca dispersi.
Servizio Civile Universale. Giovani che scelgono di dedicare alcuni mesi al servizio di difesa della Patria non armato e non violento.
Polizia Roma Capitale. La polizia locale della Capitale ha il compito di tutelare il decoro e di gestire le attività quotidiane.

Con il volo delle Frecce Tricolori nel cielo di Roma si chiuderà la parata del 2 giugno 2019.