CONDIVIDI
google stadia
Rivoluzione totale con Google Stadia: le caratteristiche

Con Google Stadia la normale concezione di videogioco è destinata a cambiare del tutto: il futuro è qui, e gli altri concorrenti dovranno adeguarsi.

Durante la GDC 2019 di San Francisco, Google Stadia si è finalmente svelata al mondo. Si tratta della nuovissima, innovativa piattaforma di videogiochi funzionante completamente in streaming e concepita dal colosso di Mountain View. Il suo arrivo avverrà già nel corso del 2019 e sono tante e nuovissime le funzionalità che questa ‘console virtuale’ porterà, facendo da apripista a tutti gli altri esponenti del settore come Microsoft, Sony e Nintendo. Difatti Google Stadia permetterà un qualcosa di mai visto, come la possibilità di videogiocare senza la presenza di una console apposita. Si potrà interagire su qualsiasi dispositivo possieda Google Chrome – pc, smartphone, tablet, tv – e si riuscirà a giocare in maniera immediata. Questo a prescindere dalla potenza dell’hardware posseduto, perché tutto funzionerà in streaming con i potenti server google. Sono compatibili praticamente tutti i tipi di controller esistente, ma quello a marchio Google – anch’esso presentato ieri e tra l’altro unica componente hardware presente nel progetto – possiederà delle caratteristiche uniche.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Google Stadia, servirà una connessione potente

La sola limitazione al tutto sarà data dalla rete internet di riferimento: occorrerà in media una 100 mega per poter avere buoni risultati. Google ha annunciato che l’obiettivo è di garantire i 4K ed i 60fps con HDR ed audio surround a tutti. Un qualcosa che gli altri soggetti principali del mercato videoludico non hanno invece mai potuto garantire prima. E non serviranno patch o download specifici per aggiornare i propri videogiochi: tutto sarà gestito dal data center Google. Stadia è stato creato in collaborazione con AMD e ha una potenza annunciata di 10 TeraFlops, in pratica l’ammontare dei 4,2 circa di Playstation 4 Pro e dei circa 6 di X-Box One X, ovvero le console più potenti attualmente disponibili sul mercato. E sarà anche molto flessibile per gli sviluppatori, in base a quanto mostrato. Inoltre Stadia funzionerà in sinergia con YouTube: con un semplice click dal filmato visualizzato si potrà entrare nel gioco, e sarà anche possibile condividere i salvataggi di gioco tra vari utenti. Streamer e youtuber potranno giocare e trasmettere in contemporanea a 4x e 60fps con interazioni in diretta col pubblico.

Google sconvolge il settore videoludico: gli altri competitors dovranno reagire

Con Stadia viene rivoluzionato non solo il concetto di fruizione ma anche quello di performance: i giochi multiplayer potranno avere in pratica migliaia di partecipanti, e non i soli 100 attualmente ammessi da alcuni famosi videogiochi battle royale. Ed i diversi servizi Google esistenti porteranno ulteriori innovazioni nel modo di videogiocare, come ad esempio il trovare la soluzione ad un passaggio difficile nel gioco premendo un semplice tasto. In quel caso arriverà un nostro amico ad aiutarci, se disponibile, o potremo visualizzare delle video-guide apposite. E tutto questo ha già convinto tanti addetti ai lavori della necessità da parte di Sony, Microsoft e Nintendo di dover fare qualcosa per rispondere alla rivoluzione innescata da Google. Il lancio avverrà presumibilmente dopo l’estate, in Stati Uniti, Canada e buona parte dell’Europa, tra cui molto probabilmente anche l’Italia.