Home News Luke Perry, il figlio di Tom Hanks: “Ci incontrammo in aereo e...

Luke Perry, il figlio di Tom Hanks: “Ci incontrammo in aereo e furono subito applausi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:34
CONDIVIDI
luke perry colin hanks
Luke Perry, il ricordo di Colin Hanks (websource/archivio)

La prematura scomparsa di Luke Perry è stata una triste notizia per tutti. Il figlio di Tom Hanks, Colin, racconta un bell’aneddoto che lo vide protagonista.

La morte di Luke Perry ha causato grande tristezza in tantissime persone. Non solo tra gli innumerevoli fans di ‘Beverly Hills 90210’ che lo vide tra i principali protagonisti negli anni ’90, ma anche fra i tanti colleghi che hanno passato con lui significative esperienze lavorative. Tra questi c’è una persona che lo ha incontrato una sola volta, Colin Hanks. Si tratta del figlio di Tom Hanks, anch’egli attore. Quarantuno anni, Colin su Instagram ha pubblicato un ricordo dell’unica occasione nella quale si sono visti. E si tratta di parole molto belle.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Luke Perry, parla Colin Hanks: “Ebbe l’applauso di tutto l’aereo”

“Capitò che prendemmo lo stesso aereo. Io ero con mia moglie ed i nostri due bimbi, che però cominciarono a piangere irrequieti. E dalla prima classe arrivò lui, Luke Perry. Alto, con la barba ed il cappello. Prese due palloncini, li gonfiò e si inginocchiò davanti ai miei figli per darglieli. Loro smisero subito di piangere e tutti gli altri passeggeri apprezzarono questo gesto ed applaudirono. Io non lo riconobbi subito – dice Colin Haks – solo dopo qualche minuto mi accorsi che si trattava di Luke Perry. Così mi accostai a lui e cominciammo a chiacchierare. Mi confidò che portare dei palloncini con lui è un trucco che metteva sempre in atto quando doveva viaggiare in aereo. Servono proprio per calmare i bambini irrequieti”.

LEGGI ANCHE –> Chi era Luke Perry: vita privata, carriera ed altro del noto attore.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

I only met him once but the story is too good not tell given todays sad events. My wife and I are on a plane back from Mexico. Couple of rows ahead of us, these two brothers, young kids, are beating the hell out of eachother. Their poor parents are powerless to stop the crying, yelling and screaming. If you’re a parent you understand. Sometimes there’s nothing you can do. It was like this for close to two hours. Then about 10 minutes before landing it starts to get real bad. Out of no where, a man comes from first class. Hat, beard, sunglasses, blowing up a balloon. He ties it off, hands it off like he’s holding out a sword to a king. Kneeling, Head down, arms up. Kids calm down in milliseconds. Plane damn near bursts into applause. 15 minutes longer and it probably would have started WWIII, but we landed before that could happen. We get off the plane, are waiting on line in customs. Finally get a good look at the guy and I say to my wife “Holy shit. I think that balloon man/hero” is Luke Perry”. As luck would have it we end up standing next to each other. Out of the blue he turns to me and says some kind words about Fargo, which kinda blew my mind. I start singing his praises about how long I’ve admired him and also about the move with the balloon. “That’s a pro move! You can’t teach that!” I say. He tells me he always flies with a couple of balloons for that very reason, to give to screaming kids. Don’t know if that’s true, but have no reason to believe it wasn’t. Guy seemed like a true gent. Gone way too damn soon. Also, I’ll be damned if I don’t start traveling with some spare balloons 🎈🎈🎈 #promove #rip #lukeperry #truegent

Un post condiviso da Colin Hanks (@colinhanks) in data: