CONDIVIDI
Flixtrain, il treno low cost in Germania (Morris MacMatzen/Getty Images)

I treni low cost pronti a conquistare l’Europa. Tutto quello che c’è da sapere.

Dopo gli aerei e gli autobus, arrivano i treni low cost, già una realtà consolidata in Paesi come Germania e Francia. Conquisteranno anche l’Italia? Ecco tutto quello che dovete sapere sulla nuova rivoluzione in atto.

I treni low cost alla conquista dell’Europa

Siamo nell’era dei trasporti low cost, hanno cominciato prima i voli, poi sono arrivati gli autobus e infine i treni. Nulla può contro la crescente esigenza di mobilità, sia essa per studio o lavoro oppure per divertimento e turismo. In piena era globale, non sono solo le comunicazione e i loro mezzi sempre più veloci e sofisticati a connettere le persone nel mondo, ma anche i mezzi di trasporto. Non ci sono muri, né Brexit, né sovranismi che tengano. Sempre più persone vogliono o hanno bisogno di viaggiare e spostarsi da una città all’altra, da uno Stato all’altro e da un continente all’altro e lo vogliono fare spendendo il meno possibile e questa tendenza non si fermerà nel futuro, anzi.

Così, prima sono arrivati i voli low cost, che hanno trasformato da elitari a popolari i weekend nelle capitali europee; poi sono arrivati gli autobus, già mezzo di trasporto popolare, con tariffe ancora più economiche, che permettono di spostarsi tra le grandi e medie città di un Paese o di più Paesi spendendo pochissimo. Una soluzione perfetta per chi non può o non vuole volare e ha molto tempo libero.

Dopo gli autobus non potevano mancare i treni. Vi abbiamo già detto dell’introduzione un anno fa in in Germania di Flixtrain, il treno low cost lanciato dalla società di autobus low cost Flixbus. Mentre in Francia sono operativi già da alcuni anni i treni Ouigo, l’alta velocità low cost. Anche in Spagna sono stati attivati i treni low cost sull’alta velocità.

Treno alta velocità TVG Ouigo, Francia (Kabelleger / David Gubler, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

In Italia abbiamo tariffe scontate da Trenitalia e Italo con offerte sull’alta velocità, ma non ancora veri e propri treni low cost, che servirebbero, invece, sulle linee regionali, quelle che presentano più criticità.

Ora, però, i treni low cost sono pronti ad invadere il mercato europeo e presto le compagnie straniere potrebbero arrivare anche in Italia con i loro treni a tariffe super scontate.

In Germania le tariffe low cost di Flixtrain partono da 9,99 euro e viaggiano sulle linee Colonia-Amburgo, via Duesseldorf, Essen e Osnabrueck, Stoccarda-Berlino, via Heidelberg, Francoforte e Hannover, e un treno notturno Amburgo-Lörrach.

In Francia i treni alta velocità (Tgv) low cost Ouigo viaggiano in tutto il Paese, con tariffe che partono da 10 euro. Dalla fine del 2018 alle fermate del treno Ouigo a Parigi è stata aggiunta la centralissima Gare de Lyon e la linea che arrivava fino a Marsiglia è stata allungata fino alle località sulla Costa Azzurra: Cannes e Antibes. Una linea diretta tra Parigi e la Costa Azzurra, che può essere utilizzata anche dall’Italia, da chi vive in Liguria e Piemonte.

In Spagna, i treni ad alta velocità a tariffe low cost viaggiano soprattutto tra Madrid e Barcellona.

Solitamente con questi treni low cost, il risparmio medio rispetto ai biglietti ordinari è di circa il 25%. Si prevede che entro il 2020 questo tipo di treni saranno utilizzati da circa 20 milioni di viaggiatori.

Nel frattempo, Flixtrain, che grande successo ha ottenuto subito in Germania, potrebbe presto sbarcare in Italia e per certi disservizi sul trasporto ferroviario locale potrebbe essere la fine, almeno si spera. La data ancora non si conosce, ma c’è la società tedesca, famosa per i suoi autobus verdi, si starebbe preparando ad invadere le linee ferroviarie italiane.

Leggi anche –> I treni della neve per raggiungere le piste da sci: iniziativa Trenord

A cura di Valeria Bellagamba