CONDIVIDI
starbucks a roma
Starbucks (iStock)

Starbucks a Roma: la celebre catena di caffè americana arriva anche nella Città Eterna. La prima sede nella zona dei Musei Vaticani.

Tabù infranto: dopo Milano, Starbucks a Roma, la famosa e discussa catena di caffè americana arriva anche nella Città Eterna. la sua prima sede sarà nella zona dei Musei Vaticani e aprirà il prossimo autunno. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Starbucks a Roma: la prima sede nella zona dei Musei Vaticani

Alla fine è stata conquistata anche Roma. La celebre e chiacchierata catena di caffè americana Starbucks arriva anche nella Città Eterna e aprirà la sua prima sede nella zona dei Musei Vaticani, ad alta concentrazione di turisti. L’inaugurazione è in programma per il prossimo autunno, tra settembre e ottobre.

Lo conferma l’azienda che lo scorso settembre ha aperto la sua prima caffetteria in Italia a Milano, in piazza Cordusio con l’elegante Reserve Roastery, seguita da altri due locali, uno in corso Garibaldi e l’altro in piazza San Babila. Un altra caffetteria, poi, è stata aperta anche al Terminal 1 dell’aeroporto di Malpensa. L’apertura di Starbucks non aveva fatto mancare le polemiche, ma ci sono stati molti anche gli apprezzamenti, visto che davanti alle caffetterie c’è sempre la fila. Sarà così anche a Roma? Tenendo conto del grande affollamento di turisti nella zona dei Musei Vaticani c’è da scommetterci. Saranno soprattutto gli americani ma anche gli altri turisti stranieri a fermarsi per un caffè lungo o corto o un cappuccino e siamo sicuri che molti di loro si metteranno in fla per entrare ai Musei Vaticani con in mano il bicchiere di carta bianco con il caratteristico logo verde raffigurante una sirena. Dove c’è domanda c’è mercato.

starbucks a roma
La lunga fila per l’ingresso ai Musei Vaticani a Roma (iStock)

Starbucks fa sapere inoltre che quella nei pressi dei Musei Vaticani sarà solo la prima delle nuove sedi delle sue caffetterie in apertura a Roma. Sempre in autunno, infatti, verrà aperto anche un altro locale, ma la zona ancora non si conosce, è rigorosamente top secret. Sembrerebbe che l’azienda sia ancora alla ricerca del luogo più idoneo dove aprire la sua seconda caffetteria nella capitale.

Per quanto riguarda la prima caffetteria vicino ai Musei Vaticani, stando alle prime indiscrezioni potrebbe aprire in via della Conciliazione o all’area di Borgo Pio. Anche nella capitale Starbucks offrirà i suoi servizi: non solo caffè, ma anche wi-fi per lavorare al pc portatile.

Chissà se anche per questa apertura di una caffetteria di Starbucks si scateneranno le stesse polemiche scoppiate per quella di Milano. Si sa che gli italiani sono molto gelosi delle loro tradizioni, soprattutto gastronomiche, tra cui il caffè.

La zona dei Musei Vaticani era stata già finita nel polemiche a seguito della decisione di aprire un ristorante McDonald’s, un altro grande marchio americano, in una zona tipica di Roma, ancora inviolata dalle grandi catene della ristorazione.

Gli americani, tuttavia, non sono i soli. Anche noi italiani sappiamo rispondere, come l’apertura dei Nutella Cafè negli Stati Uniti, di cui l’ultimo ha aperto di recente a New York, nella zona del Greenwich Village.

Leggi anche –> Colazione da Tiffany a New York: si potrà fare davvero

A cura di Valeria Bellagamba