CONDIVIDI
(Photo by Stephen Chernin/Getty Images)

Il primo Starbucks aprirà domani, 7 settembre, a Milano: tutto quello che vi serve sapere prima dell’inaugurazione perchè questo non sarà un negozio come gli altri.

Ci siamo: finalmente Starbucks, la grande multinazionale statunitense del caffè, apre i battenti a Milano venerdì 7 settembre 2018 in piazza Cordusio. Ma per sorseggiare i frappuccini o gli altri beveroni tipici di Starbucks bisognerà aspettare la fine dell’anno quando la catena aprirà altri quattro negozi tradizionali a Milano. Il primo Starbucks in Italia, infatti, tutto sembra tranne che quei locali a cui ci hanno abituato oltre oceano: assomiglia più che altro ad un caffè di lusso e anche i prezzi non ci smentiscono visto che un drink può arrivare anche a costare 20 euro (già, c’è anche un cocktail bar dove ordinare birra e drink).

Lo Starbucks che apre a Milano non è un negozio classico

Quello che apre a Milano, infatti, non è uno Starbucks classico, ma una Reserve Roastery, la terza in tutto il mondo (le altre due sono a Seattle e a Shanghai) e quella italiana è persino la più grande in Europa. Non aspettatevi quindi l’insegna classica di Starbucks fuori, ci sarà solo una scritta minimalista e anche il design interno è tutto diverso rispetto a ciò cui ci hanno abituato. Del resto, all’interno, c’è una torrefazione più che un bar! Il caffè nei silos viene preparato imbustato e spedito al bar per i clienti tramite un intricato sistema di tubi a vista collocato sul soffitto. Sicuramente impressionante, ma per “la gente comune” l’assenza del bicchierone di plastica e del frappuccino da portar via mette un po’ di tristezza, ma non temete.

Starbucks: altri 4 negozi, classici, entro la fine dell’anno

Entro la fine dell’anno, infatti a Milano arriveranno altri 4 negozi tradizionali di Starbucks, ma non si sa precisamente dove anche se, come riporta Wired, probabilmente saranno a Malpensa, in Corso Como e in Piazza San Fedele. Una cosa è certa: Starbucks cerca personale per queste nuove attività. Per ora però il focus è solo su Milano anche se non è escluso che nei prossimi anni vi siano delle aperture anche a Torino o Roma, ma dell’antico progetto di oltre 300 aperture in sei anni in Italia non se ne parla più: tutto è stato ridimensionato e questi primi Starbucks a Milano sono sicuramente la prova del nove.

Leggete tutte le nostre notizie su Google News

S.Marvaldi