CONDIVIDI
camilla omicidio colposo
La piccola Camilla

La tragedia della piccola Camilla, morta a nove anni sugli sci in Val di Susa: quattro persone sotto accusa per omicidio colposo.

Ci sono degli indagati per la morte della piccola Camilla, nove anni, rimasta vittima di un incidente mortale sugli sci. Insieme al padre Francesco era giunta a Sauze d’Oulx, in Val di Susa, per una settimana bianca in compagnia di altri compagni di classe della bambina e dei loro padri. La piccola era felicissima di quella vacanza e quell’esperienza, che però ha avuto ieri pomeriggio un tragico epilogo.

Leggi anche -> Camilla, morta sugli sci a 9 anni: ecco la dinamica dell’incidente

Morte di Camilla: chi sono gli indagati e il precedente tragico

Il papà di Camilla ha lanciato nelle scorse ore gravi accuse riguardo la sicurezza dell’impianto in cui è avvenuto l’incidente costato la vita alla figlia, andata a sbattere contro una delle barriere frangivento della pista “Imbuto“. Ora la Procura di Torino, che già sta indagando sulla morte di un altro sciatore, Giovanni Bonaventura, 31 anni, avvenuta il 30 gennaio dello scorso anno, poco distante dal punto in cui è deceduta la piccola ieri, ha iscritto nel registro degli indagati alcune persone.

L’accusa è di omicidio colposo e nei guai sono ora finite quattro persone; si tratta di dirigenti, ex dirigenti e tecnici della società di gestione dell’impianto, la Sestriere Spa. La piccola, ieri dopo l’incidente, è stata immediatamente soccorsa, quindi trasportata in elisoccorso al Regina Margherita di Torino, dove però è giunta priva di vita.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News