CONDIVIDI

colin-obrady-

L’avventura straordinaria di Colin O’Brady vi motiverà per tutto il 2019: nulla è impossibile
Ci sono molti personaggi nel mondo che compiono delle imprese straordinarie e che magari, purtroppo, non vengono riconosciuti a dovere o non viene dato loro il giusto merito dalla stampa e dall’informazione. Forse, ad esempio, non tutti sanno infatti che Colin O’Brady, 33 ann,i americano originario dell’Oregon, è riuscito a fare un’impresa straordinaria. Il giovane sportivo ha  attraversato oltre 1600 km di Antartide da solo in 54 giorni di marcia sugli sci. Si tratta di un record mai compiuto. Almeno fino ad oggi.

Leggi anche –> Il volo più lungo del mondo: battuto un nuovo record

Colin O’Brady: la traversata dell’Antartide da solo

Il giovane 33enne, munito soltanto di un GPS e una slitta con ovviamente i viveri per la sussistenza dei suoi giorni di viaggio ha raggiunto il giorno di Santo Stefano la sua tappa finale, compiendo un vero e proprio miracolo. L’ultimo giorno Colin è riuscito a fare 128 km in una sorta do marcia infinita. A dare l’annuncio del suo traguardo è stato proprio Colin stesso che, sul suo profilo Instagram, ha pubblicato la sua gioia per il traguardo raggiunto.

Colin O’Brady ha scritto che la mattina di Natale è partito e dopo 32 ore e 30 minuti di viaggio è riuscito a coprire le 80 miglia restanti in quella che lui stesso ha definito come ultramaratona antartica. Nelle foto si vede il confine della barriera di Ross dove finisce l’Antartide inizia il mare di ghiaccio. Colin ha raccontato che non appena ha visto la slitta e attraversare quella linea invisibile, ha sentito proprio una grande gioia perché aveva finalmente raggiunto il suo limite e ha superato ogni aspettativa. Colin è diventato la prima persona nella storia del mondo ad attraversare l’Antartico da costa a costa da solo, senza aiuto e rifornimenti.

I momenti più difficili del’impresa di Colin

L’ ultima tappa è stata la più complicata della sua vita, ma anche una delle emozioni più grande che ha vissuto. Colin tuttavia non è nuovo a record di questo genere. Infatti già nel 2016 aveva cercato di compiere la più veloce scalata delle vette più alte del mondo in soli 139 giorni. Un’impresa incredibile ma alla fine anche questa era riuscita. È stato proprio complicato attraversare proprio l’Antartide perché la temperatura media si aggira intorno ai meno 30 gradi. Inoltre la slitta che si portava dietro pesava 180 kg e quindi è stata necessaria una preparazione sia atletica che fisica e mentale molto intensa. Colina ha fatto diverse ore di yoga e meditazione e riflessione proprio per cercare di superare e non farsi mai abbattere dai momenti più difficili che avrebbe (e ha) incontrato nel suo cammino.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Day 54: FINISH LINE!!! I did it! The Impossible First ✅. 32 hours and 30 minutes after leaving my last camp early Christmas morning, I covered the remaining ~80 miles in one continuous “Antarctica Ultramarathon” push to the finish line. The wooden post in the background of this picture marks the edge of the Ross Ice Shelf, where Antarctica’s land mass ends and the sea ice begins. As I pulled my sled over this invisible line, I accomplished my goal: to become the first person in history to traverse the continent of Antarctica coast to coast solo, unsupported and unaided. While the last 32 hours were some of the most challenging hours of my life, they have quite honestly been some of the best moments I have ever experienced. I was locked in a deep flow state the entire time, equally focused on the end goal, while allowing my mind to recount the profound lessons of this journey. I’m delirious writing this as I haven’t slept yet. There is so much to process and integrate and there will be many more posts to acknowledge the incredible group of people who supported this project. But for now, I want to simply recognize my #1 who I, of course, called immediately upon finishing. I burst into tears making this call. I was never alone out there. @jennabesaw you walked every step with me and guided me with your courage and strength. WE DID IT!! We turned our dream into reality and proved that The Impossible First is indeed possible. “It always seems impossible until it’s done.” – Nelson Mandela. #TheImpossibleFirst #BePossible

Un post condiviso da Colin O’Brady (@colinobrady) in data:

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore