CONDIVIDI
treni frecciarossa dall'aeroporto di fiumicino
Treno Frecciarossa alla stazione di Roma Termini (iStock)

Treni Frecciarossa dall’aeroporto di Fiumicino: aereo più alta velocità. La novità.

Ii treno ad alta velocità Frecciarossa parità anche dall’aeroporto di Roma Fiumicino. L’annuncio è stato dato da Trenitalia nei giorni scorsi e i nuovi treni partiranno dallo scalo romano dal prossimo 6 dicembre, con l’entrata in vigore dell’orario ferroviario invernale. L’aeroporto romano non sarà l’unico ad essere servito dall’alta velocità Ecco tutte le novità.

Treni Frecciarossa dall’aeroporto di Fiumicino

Grande novità nel trasporto ferroviario, per viaggiare con l’alta velocità una volta scesi dall’aereo all’aeroporto di Fiumicino non ci sarà più bisogno di arrivare fino alla stazione di Roma Termini, perché i treni Frecciarossa partiranno direttamente dalla stazione dello scalo romano.

Il nuovo servizio fa parte di un piano che, come ha annunciato l’ad di Trenitalia Gianfranco Battisti, vuole integrare treno e aereo, proponendo un’offerta di mobilità complessiva per chi viaggia in Italia, per i turisti che arrivano dall’estero e per lo sviluppo dell’economia del Paese.

treni frecciarossa dall'aeroporto di fiumicino
Alitalia a Fiumicino (Getty Images)

Il primo treno Frecciarossa dall’aeroporto di Fiumicino partirà il 6 dicembre prossimo. Lo scalo romano non sarà il solo aeroporto italiano collegato con l’alta velocità, il Frecciarossa arriverà anche all’aeroporto di Milano Malpensa, nei primi mesi del 2019.

In un primo momento, il treno Frecciarossa partirà dall’aeroporto di Fiumicino in direzione Firenze, fino ad arrivare a Milano. Gli orari del treno saranno sincronizzati con quelli dei voli Alitalia. Poi durante l’anno, le corse saranno aumentate, così come le destinazioni collegate. Allo stesso tempo, anche la stazione del Leonardo da Vinci subirà una trasformazione, rendnedola più confortevole ed efficiente.

Il nuovo sistema di trasporto integrato, treno e aereo, è collegato all’imminente “matrimonio” tra Ferrovie dello Stato Italiane e Alitalia. Il governo, infatti, è intenzionato a mantenere l’italianità della compagnia aerea e per questo ha chiesto l’intervento di nuovi partner italiani nel capitale dell’azienda. L’operazione deve essere ancora completata e dovrebbe essere ufficializzata nelle prossime settimane, con l’approvazione di un nuovo piano industriale che prevede la creazione di una newco a maggioranza pubblica, aperta, tuttavia, ad un vettore aereo internazionale. Nei mesi scorsi EasyJet e Lufthansa avevano manifestato interesse per Alitalia, alle quali si è aggiunta l’americana Delta, vettore a lungo raggio che potrebbe essere gradito alle Ferrovie, che hanno posto come condizione per l’ingresso nella nuova società la presenza come socio di minoranza di un vettore forte nel lungo raggio. Anche la Lufthansa è forte nel trasporto aereo di lungo raggio, mentre Easyjet nel breve e medio raggio e per questo potrebbe essere esclusa dalle trattative.

Le Ferrovie italiane, impegnate nell’annunciato rilancio del trasporto regionale e nel consolidamento dell’alta velocità, svilupperanno tutte le sinergie intermodali aereo-treno, eliminando le sovrapposizioni esistenti. Il progetto pare sia quello di eliminare le tratte aeree che si sovrappongono a quelle ferroviarie, puntando sul lungo raggio, ovvero sulle tratte che consentono di realizzare una maggiore redditività.

In questo quadro, è importante dunque portare l’alta velocità negli scali intercontinentali di Roma Fiumicino e Milano Malpensa, le principali porte di accesso al nostro Paese.

Le nostre ultime notizie su treni e trasporto ferroviario:

A cura di Valeria Bellagamba