CONDIVIDI

Chiusura domenicale dei negozi. Come funziona negli altri Paesi d’Europa

Sta facendo discutere in Italia la proposta del governo giallo-verde sulla chiusura domenicale dei negozi. In molti vorrebbero infatti al contrario di quanto proposto che i negozi fossero aperti tutti i giorni, domenica compresa, e anzi che gli orari di apertura fossero i più lunghi possibili. Rivedere i contratti di lavoro, tutelare i dipendenti, ma non abbassare le saracinesche e togliere quindi delle possibilità di guadagno. Se la proposta dovesse passare niente più shopping la domenica, quindi. Ma come funziona nel resto d’Europa? E’ possibile fare shopping a Londra di domenica? E a Parigi? E a Berlino?

Quando si va in vacanza non si controllano le disposizioni di legge sulle aperture dei negozi pensando che tutto funzioni nello stesso modo, ma non è così. Poi spesso in vacanza ci si dimentica di che giorno della settimana sia. E così capita che si esce convinti di poter fare acquisti, ma invece si trovano le serrande abbassate per via del giorno di riposo settimanale o per gli orari diversi di chiusura e apertura.

Orari e aperture la domenica dei negozi in Europa e nel mondo

Se ci sono città che non dormono mai e in cui si può comprare di tutto, o quasi, anche alle 3 del mattino di qualsiasi giorno della settimana come New York ce ne sono altre come Oslo in cui invece i negozi la domenica sono inesorabilmente chiusi. Negli altri Paesi Scandinavi (Svezia e Finlandia) non ci sono invece limitazioni. Limitazioni all’apertura domenicale in Belgio, Austria,  Grecia e Paesi Bassi.

STATI UNITI
Nelle grandi città come New York e Los Angeles i negozi sono aperti anche la domenica, molti negozi e supermercati sono aperti tutta la notte. Insomma la Grande Mela è la città che non dorme mai e i suoi negozi non chiudono mai.  Ma anche negli States ci sono delle eccezioni: ci sono molte città dove infatti le saracinesche sono abbassate la domenica come ad esempio a Washington. Ma sono ovviamente le città più piccole ad avere i maggiori divieti. Ad esempio a Bergen County nel New Jersey appena al del fiume Hudson i negozi sono chiusi la domenica, incluso Ikea. Il magazzino Ikea di Bergen County è l’unico al mondo a non aprire la domenica.

Leggi anche -> Shopping a New York

GRAN BRETAGNA
Lo spirito britannico è quello del 7/7 e 24/24, ovvero sette giorni su sette, 24 ore su 24. A Londra i negozi sono aperti la domenica, alcuni chiudono prima degli altri giorni della settimana (solitamente alle 21 anziché le 22). La maggior parte dei supermercati sono aperti 24 ore su 24, altri chiudono molto tardi, intorno alle 23 e riaprono molto presto il mattino seguente. La stessa libertà di apertura è consentita a musei e biblioteche, sempre aperti la domenica con orari variabili. La cultura britannica è quella di mettere il cliente al centro e di offrirgli costantemente dei servizi.

Leggi anche -> Shopping a Londra: le vie dove andare

FRANCIA
Storicamente la Francia era contraria alle aperture domenicali per spirito culturale anti consumismo, ma nell’ultimo periodo la situazione è notevolmente cambiata. Nelle zone turistiche, 18 quelle individuate nella sola Parigi, i negozi possono aprire la domenica così come i centri commerciali delle periferie. Ora con Macron si sta lavorando per ulteriori deroghe alle aperture domenicali.

Leggi anche -> Shopping a Parigi: luoghi e negozi

SPAGNA
Dal 2012 la Spagna ha deciso di puntare sempre più verso le aperture domenicali. E’ infatti stato aumentato il numero di ore in cui i negozi possono essere aperti (da 72 a 90 ore settimanali) e sono stati concessi 10 giorni festivi all’anno di aperture. I grandi negozi hanno libertà di azione. Le grandi zone turistiche non hanno limitazioni, tutta Madrid ha concesso l’apertura nei giorni festivi ad eccezioni di Natale, Capodanno, Epifania e il Primo Maggio.

Leggi anche -> Shopping a Madrid: dove andare

GERMANIA
In Germania i negozi sono chiusi nei giorni festivi e in orario notturno. Ma ci sono importanti deroghe, ovvero l’apertura domenicale e in orario notturno è consentito nelle zone turistiche, nelle stazioni e negli aeroporti. Inoltre ci sono molte tutele per i lavoratori impegnati nel lavorare nei giorni festivi.

Leggi anche -> Shopping a Berlino: i luoghi più cool dove andare

Continua a leggere i nostri articoli su Google News!