CONDIVIDI

caldo luglio 2018

Le previsioni meteo per la settimana: Italia spaccata in due, poi nel weekend la vampata africana

Luglio 2018 prosegue con una buona dose di instabilità. Al Nord soprattutto, i fenomeni estremi si alternano con una certa regolarità: sole e poi diluvio, afa e temperature fresche. Al Sud e al Centro invece in questa prima decade di luglio c’è stata più stabilità, anche se la prossima settimana si rimetterà tutto in discussione. Ma in ogni caso sappiate che questa instabilità ci sta evitando il peggio, ossia tiene a distanza l’aria rovente presente sul Sahara impedendole di fatto di raggiungerci.

Intanto in questi giorni mentre al Sud si continuerà ad andare al mare, al Nord invece dovranno vedersela con grandinate e temporali. L’Italia sarà interessata infatti da mercoledì 11 contemporaneamente da due diversi fenomeni climatici: al settentrione il ciclone scandinavo, al sud l’anticiclone. Ma dopo questa divisione, Nord e Sud insieme andranno incontro alla vampata africana del weekend. Una fiammata molto intensa, ma che fortunatamente durerà poco.

Leggi anche -> Periodi più caldi di luglio, agosto e settembre 2018

Luglio 2018 arriva la fiammata africana: quanto dura il super caldo

Dopo il ciclone scandinavo che porterà maltempo al Nord, l’Italia si ritroverà compatta nell’affrontare l’ennesima espansione dell’anticiclone africano. Una vampata di caldo che farà schizzare la colonnina di mercurio verso l’alto con valori davvero importanti, oltre i 40 gradi nelle isole.

D’altronde il caldo dell’anticiclone africano nella zona del sud del Sahara sta raggiungendo livelli anomali. Nelle zone interne dell’Algeria si sono toccati i 50 gradi e questo aumento anomalo si è registrato anche sulla linea di costa del Mediterraneo, ossia a qualche centinaio di km dall’Italia. Sarà questa aria rovente a giungere fino a noi il prossimo fine settimana, ma fortunatamente le correnti atlantiche tengono a debita distanza questo bolla di caldo.

Ma intanto da giovedì 12 inizierà ad aumentare l’Alta Pressione di origini africana. Le temperature inizieranno a salire dapprima sulla Sardegna e poi su tutto il Sud Italia. Fra venerdì e sabato tutta Italia sarà bollente con temperature oltre i 35 gradi di massima nelle grandi città e oltre i 40 gradi nelle zone interne delle regioni meridionali (qui il dettaglio delle temperature).

Fortunatamente però già domenica 15 luglio questa fiammata africana verrà spezzata dal ciclone islandese che dapprima al Nord e poi successivamente al Centro e al Sud allontanerà ulteriormente l’anticiclone africano. In ogni caso sebbene vivremo giorni torridi e bollenti, specie al meridione, sarà comunque breve.