CONDIVIDI

Le previsioni meteo per i prossimi giorni di luglio 2018. Le temperature previste 

VIDEO NEWSLETTER

Quest’estate 2018 si sta rivelando particolarmente capricciosa. Se a giugno lo è stata moltissimo, anche a luglio è pronta infatti a dare conferme del suo instabile caratterino. Un’instabilità che tutto sommato fa piacere dato che le ondate di calore, sebbene notevolmente meno intense di quelle del 2017, non stanno risparmiando l’Italia.

Gli esperti del meteo avevano previsto un inizio di luglio piuttosto caldo. In realtà l’anticiclone africano non ha indietreggiato come si pensava accadesse questa settimana, ma anzi rimane ben ancorato all’Italia, specie al Sud. Già perché al Nord fra martedì e mercoledì arriverà del maltempo anche di forte entità e con probabili grandinate e l’aria si farà più fresca. Al Centro e al Sud questo cambiamento avverrà solo domenica 15 o lunedì 16 quando il ciclone islandese arriverà in Italia spezzando il dominio dell’anticiclone africano.

Ma prima di venir spezzato il dominio africano lancerà una bomba bollente sull’Italia. Fra venerdì e sabato preparatevi a boccheggiare: le temperature saliranno fino a 40 gradi.

Leggi anche: Estate 2018, meno calda del 2017, ecco perché

Leggi anche: Estate 2018, i periodi più caldi di luglio, agosto e settembre

Temperature luglio 2018: i giorni più caldi

Ad inizio luglio quando l’Anticiclone africano sembrava dovesse sgonfiarsi si ipotizzo che quei giorni sarebbero stati i più caldi del mese. Ma invece l’anticiclone si è tutt’altro che sgonfiato. Anzi da martedì 10, mentre al Nord arriverà al maltempo, al Sud e al Centro l’aria calda si farà sempre più opprimente fino ad arrivare a venerdì 13 e sabato 14 quando si raggiungerà il picco massimo di calore.

Dovrebbe essere quindi sabato 14 la giornata in assoluto più calda di luglio e una della più calde dell’estate. Una giornata che arriva poi dopo giorni di afa e calore e dopo settimane di siccità al Sud. Gli esperti prevedono che nelle zone interne della Sardegna e della Sicilia si tocchino i 45 gradi. Intorno ai 40 sulle zone costiere delle isole e nella zona di Foggia in Puglia. Non andrà meglio al Nord: 37 gradi nelle città della Pianura Padana, a Bologna, a Ferrara e a Firenze. A Roma 35 gradi così come a Milano. A Napoli e Torino un grado in meno.

Dopo un sabato di così intensa passione, la domenica il ciclone islandese porterà del desiderato refrigerio. Inizialmente al Nord, poi nel corso della giornata anche al Centro forse fino a Roma. Da lunedì 16 tutto il Centro dovrebbe essere investito dal maltempo e progressivamente anche il Sud.