CONDIVIDI
app per riconoscere le montagne
Dolomiti (iStock)

L’app per riconoscere le montagne, utile per orientarsi.

Vi trovate in vacanza in montagna, circondati da un paesaggio straordinario, di cime maestose e dalla conformazione particolare ma non le sapete nominare? Niente paura, viene in vostro aiuto la app per riconoscere le montagne. Si chiama “PeakVisor” e, nome inglese a parte, è tutta italiana. L’ha creata infatti una start up italiana. Ecco di cosa si tratta.

La app per riconoscere le montagne

Si chiama PeakVisor ed è la pratica e divertente applicazione per smartphone che vi permette di conoscere i nomi delle montagne mentre siete impegnati in una passeggiata o in un trekking ad alta quota. Non solo, la app vi fornisce tutte le informazioni utili sul monte che vi interessa, a partire dall’altitudine, la prominenza, la catena montuosa alla quale appartiene, con l’indicazione anche delle altre montagne e la loro distanza.

Per conoscere i nomi dei monti e le loro caratteristiche è sufficiente inquadrare con la fotocamera dello smartphone la catena o la vetta che vi interessa. La app vi darà tutte le informazioni utili, riproducendo la catena montuosa o il massiccio in 3D sullo schermo del vostro smartphone, utilizzando la realtà aumentata. Le informazioni ricevute vi permetteranno anche di orientarvi nell’ambiente in cui vi trovate perchè la app funziona anche da bussola

PeakVisor è la app per riconoscere le montagne ideata da una start-up italiana, Routes Sofware srl, formata da ingegneri e professionisti del marketing con sede in provincia di Como, a Lomezzo. L’obiettivo della start-up era quello di mappare le montagne in modo differente da come fatto finora, fornendo un servizio utile agli utenti. Una utilità che deve essere stata giudicata positivamente, stando ai numerosi download della app, che può essere scaricata per Ios e Android, pagando meno di 5 euro.

app per riconoscere le montagne
balconata del Monte Bianco fonte guidecourmayeur

“PeakVisor – Nome e info sulle montagne” è il nome completo dell’applicazione da smartphone. Utilizzando la realtà aumentata la app proietta i nomi delle montagne sullo schermo, disegnando il panorama in 3D, basta puntare la fotocamera del vostro telefono nella direzione che vi interessa. Oltre alle informazioni di cui vi abbiamo detto sopra, sull’altitudine e le caratteristiche della montagna, c’è la funzione “Panorama di montagna 3D ad alta precisione“, che permette di capire in modo esatto la località e il punto in cui ci si trova, con la bussola e l’altimetro. C’è, poi, la funzione “rotta del sole” che aiuta a trovare le zone di montagna maggiormente illuminate, e riscaldate, dal sole. Una funzione importante se non volete trascorrere troppo tempo all’ombra dei monti. L’applicazione, poi, fornisce anche una mappa delle piste da sci e permette di scoprire castelli e rifugi in zona.

La app funziona anche nella modalità offline. Una caratteristica molto utile e importante, poiché non sempre la rete internet funziona o è raggiungibile in montagna.

La app per riconoscere le montagne è utile in primo luogo per tutte le persone che vanno in montagna per la prima volta o non ne hanno una grande dimestichezza. Invece di scervellarsi sulle classiche e ingombranti cartine o impazzire con Google Maps, che non sempre è così preciso, questa applicazione si rivelerà molto pratica.

app per riconoscere le montagne
Dolomiti di Brenta, Trentino (iStock)

L’applicazione, comunque, è utile anche per gli alpinisti ed escursionisti più esperti ed è utilizzata anche dagli sciatori. Inoltre è perfetta per le famiglie con bambini, perché aiuta i genitori ad indicare ai figli le montagne che visitano, con il nome corretto e tutte le altre informazioni e curiosità che possono interessarli.

La app è in evoluzione, presto verranno aggiunte anche altre informazioni. Gli sviluppatori sono in contatto con enti del turismo e istituzioni, club di alpinismo e associazioni sul territorio, per aumentare i servizi e le funzioni. La appa può essere utile anche in casi di emergenza e difficoltà.

Tra le altre app di viaggio da non perdere che abbiamo già segnalato:

A cura di Valeria Bellagamba