CONDIVIDI
prima prova maturità 2018
Esame Maturità (iStock)

Prima Prova Maturità 2018: le ipotesi sulle possibili tracce a tema “viaggio”.

Il prossimo 20 giugno 2018 avrà inizio la Maturità 2018 con la Prima Prova di Italiano. Come da tradizione si comincia con questa prova, quella che era il vecchio tema e che negli anni è cambiato e oggi comprende quattro tipologie di svolgimento: analisi del testo, saggio breve o articolo di giornale, tema storico e tema di attualità.  A decidere le tracce di Prima Prova per la Maturità 2018 sarà il MIUR e solo la mattina del 20 giugno 2018, gli studenti scopriranno di “che morte morire” davanti agli argomenti delle tracce di Prima Prova 2018.

Tototema Maturità 2018: le tracce di Prima Prova

La Prima Prova di Maturità 2018 è quella che ogni anno è oggetto di in vero e proprio “toto tema” per indovinare quale sarà l’argomento delle tracce proposte. Per prima cosa si escludono gli argomenti trattati l’anno precedente o negli ultimi anni, mentre un ottimo indizio per individuare quelli che potrebbero essere oggetto delle tracce d’esame di Maturità 2018 è rappresentato dagli anniversari storici più importanti, dai principali eventi di attualità o da temi che mancano da anni. Ogni anno sul web, siti dedicati agli studenti pubblicano i possibili titoli delle tracce d’esame, insieme ad una sintesi dell’argomento segnalato e un esempio di svolgimento della prova. Tutto per aiutare gli studenti a prepararsi.

Tracce Prima Prova Maturità 2018: il viaggio

E se fosse il viaggio uno degli argomenti delle tracce di Prima Prova per la Maturità 2018? Un tema universalmente affascinate, che è già stato proposto negli anni passati, sia come argomento per il saggio breve o articolo di giornale, sia come analisi di un testo letterario.

Ad esempio, per la prima prova scritta d’italiano della Maturità 2005 il tema del viaggio fu proposto come “Il viaggio: esperienza dell’altro, formazione interiore, divertimento e divagazione, in una parola, metafora della vita“. Mentre nel 2013 era la traccia dell’analisi del testo “L’infinito viaggiare” di Claudio Magris.

Esiste una letteratura sconfinata sul tema del viaggio e numerosissimi sono i libri dedicati a questo tema eterno da autori famosi. Dal viaggio mitologico di Ulisse, durato 10 anni attraverso il Mediterraneo, ai più avveniristici viaggi spaziali dell’era contemporanea, sia le missioni delle agenzie spaziali che stanno programmano il ritorno dell’uomo sulla Luna e l’esplorazione umana di Marte sia i viaggi del turismo spaziale privato, al quale stanno lavorando gli imprenditori Richard Branson, patron della Virgin, ed Elon Musk, che la scorsa primavera ha lanciato nello spazio la sua Tesla proprio con direzione Marte.

Tra gli scrittori di viaggio che potrebbero aiutarvi nella preparazione per le tracce di Prima Prova per la Maturità 2018 ricordiamo i grandi Ernest Hemingway e Bruce Chatwin, il giornalista Ryszard Kapuscinski, lo scrittore italiano Tiziano Terzani, i classici Joseph Conrad e Jack London, la scrittrice ed esploratrice francese Alexandra David-Néel, infine il precursore di tutti i moderni libri di viaggio: “Il Milione” di Marco Polo.

Un viaggio di grande attualità in questi giorni è quello durissimo e straziante dei migranti che potrebbe essere oggetto di traccia di Prima Prova per la Maturità 2018 con decine di migliaia di profughi che scappano con tutta la famiglia dalle guerre che stanno sconvolgendo il Medio Oriente e l’Asia, dalla Siria all’Afghanistan; oppure quello dei migranti dall’Africa subsahariana in fuga da conflitti, dittature o miseria. Un tema oggetto di un aspro dibattito, ma sul quale è importante essere informati. Tra i libri da leggere consigliamo: “Esodo. Storia del nuovo millennio”, di Domenico Quirico; “Non dirmi che hai paura”, di Giuseppe Catozzella; “Adua”, di Igiaba Scego; “Exit West”, di Mohsin Hamid ; “Dal libro dell’esodo”, di Cécile Kyenge, Paolo Rumiz, R. Biagiarelli, foto Luigi Ottani.

Tototracce Maturità 2018: gli argomenti possibili

Tra le possibili tracce della prima prova scritta d’italiano all’esame di Maturità 2018 potrebbe esserci quella dedicata ai 70 anni della Costituzione italiana, entrata in vigore nel 1948, insieme al 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, i 40 anni dal sequestro e dall’uccisione di Aldo Moro e dalla morte di Peppino Impastato, simbolo di lotta alla mafia, il centenario, nel 2017, della Rivoluzione d’ottobre in Russia, che tuttavia lo scorso anno non è stato proposto, il 100° anniversario dalla disfatta di Caporetto, del 28 ottobre 1917, gli 80 anni dalla promulgazione delle leggi razziali fasciste del 18 settembre 1938, il 50° anniversario dall’uccisione di Martin Luther King e dalla rivoluzione giovanile del ’68, insieme ai 50 anni dalla morte del cosmonauta russo Jurij Gagarin e ai 50 anni dall’uscita del film di Stanley Kubrick “2001: Odissea nello spazio”, i 200 anni dalla nascita di Karl Marx, i 100 anni dalla nascita di Nelson Mandela, il 70° anniversario dalla morte del Mahatma Gandhi, il 40° anniversario dalla legge Basaglia, che chiuse i manicomi in Italia, e dalla legge sull’interruzione volontaria di gravidanza, il 400° anniversario dell’inizio della Guerra dei trent’anni, che sconvolse l’Europa dal 1618 al 1648,il 70° anniversario della nascita dello stato di Israele, in letteratura si ricorda il 220° anniversario dalla nascita del poeta Giacomo Leopardi e 200° dalla stesura definitiva de “L’infinito”, la sua poesia più famosa, il 200° anniversario del romanzo “Frankenstein” di Mary Shelley, i 10 anni dalla morte dello scrittore Mario Rigoni Stern, i 100 anni dalla morte del pittore Gustav Klimt, i 150 anni dalla morte del compositore Gioacchino Rossini, i 60 anni dalla fondazione della Nasa, l’agenzia spaziale statunitense, i 20 anni dalla nascita di Google, il motore di ricerca e portale di servizi web che ci ha cambiato la vita.

Tra gli argomenti di attualità, potrebbero essere oggetto delle tracce della prova scritta: la morte dell’astrofisico britannico Stephen Hawking, avvenuta lo scorso 14 marzo, il tema dell’immigrazione, al centro delle cronache e del dibattito, i conflitti in Medio Oriente e il collegamento con la nascita dello Stato d’Israele, il bullismo e il cyberbullismo, che vedono i ragazzi vittime e carnefici, il terrorismo internazionale, i terremoti in Italia, l’ambiente e l’inquinamento dei mari minacciati dalla plastica che rischia di distruggere il loro habitat, i temi di carattere sociale come il testamento biologico e il fine vita e le unioni civili. L’argomento spazio potrebbe essere traccia d’esame, in particolare l’esplorazione di Marte, con le sonde già presenti sul Pianeta rosso e il viaggio umano con le missioni annunciate per i prossimi anni.

Infine, per il dopo Maturità vi segnaliamo le migliori mete di viaggio dove andare con gli amici: Viaggio Maturità 2018: le mete più belle da visitare con gli amici

A cura di Valeria Bellagamba