CONDIVIDI

Verso il Serale di Amici 2018, daytime: Biondo deve ritirarsi, Zic non è un paroliere. Carlo Di Francesco contro due allievi di Amici 17.

amici-2018-serale-biondo-carlo-difrancesco

In vista del Serale di Amici 2018 i professori esprimono i loro pensieri sui ragazzi che hanno conquistato un posto per la fase finale e il maestro Di Francesco non ci è andato giù leggero con Biondo e Zic anzi, li ha letteralmente buttati giù.

Per sapere tutte le ultime news leggi anche:

Amici 17: Biondo risponde al maestro Di Francesco

“Biondo scrive come mia nipote che ha cinque anni – dichiara Di Francesco -Non mi piace quello che scrive, credo non gli appartengano nemmeno le parole. Come rapper non ha delle metriche riconoscibili, sviluppate e affascinanti, è stonato e ha il timbro di uno che non ha mai cantato. Mi piace il suo spirito perchè è sempre positivo e ha molta voglia di fare, peccato che poi non riesce a fare perchè ha delle lacune troppo profonde. Mi aspetto che rinunci al serale”. 

“Non mi piace quello che ha detto io non faccio rapper, non ci sta proprio punto di incontro – risponde Biondo di Amici 2018 dopo aver sentito le parole del professore – Se dice che si aspetta che io rinunci non mi conosce. Non nota nemmeno una crescita”. Biondo rimane molto male dalle parole del maestro Carlo Di Francesco e si chiude a riccio e quando i suoi compagni gli dicono che deve farsi forza e dimostragli il contrario: “Non ha capito niente, dovrei ritirarmi? Ma per chi mi ha preso? Io sono fierissimo della mia musica”.

Serale Amici 17: Zic e Carlo Di Francesco

Non mancano poi i pareri negativi su Zic che è arrivato al Serale di Amici 2018 da parte di Carlo Di Francesco: “Zic ha tanti problemi: scrive bene, ma non è il nuovo paroliere della musica italiana, canta intonato ma non a sufficienza da farmi pensare che sia un grande interprete o da emozionarmi, inoltre ha un grande impaccio sul palco è proprio impacciato e non sa come relazionarsi con la sua fisicità scenica ed emotività sul palco e questo fa di lui un non grande cantante”

“Io non credo nelle cose che ha detto – spiega Zic – Difendo ciò che faccio e come canto è il mio modo. La mia voce è la voce di Zic e continuerà ad essere questa, a maggior ragione adesso tirerò fuori ciò che ho tenuto sopito. Ora ho capito che c’è un muro tra me e il maestro Carlo Di Francesco, io continuerò a fare il mio percorso ad emozionarmi e spero di emozionare gli altri. Sono deluso da lui, sono qua e credo di aver fatto un percorso difficile in cui mi sono messo in gioco e continuerò ora”.