CONDIVIDI
neve in italia
Neve in Italia (TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)

Neve in Italia: non è finita. Ancora nevicate, anche al Nord. Le previsioni meteo non promettono nulla di buono. Buran e il gelo siberiano continuano ad imperversare sull’Italia, con temperature artiche e diffuse nevicate. Dopo il Centro e parte del Sud Italia, ora tocca al Nord.

In questi ultimi giorni di febbraio l’Italia è stata investita dal gelo siberiano portato da Buran, portando diffuse e abbondanti nevicate e un crollo delle temperature. Ad essere colpiti dalla tempesta siberiana sono state le regioni del Centro, soprattutto quelle adriatiche, maggiormente esposte alle correnti provenienti da Nord-est, dalla Russia e dai Balcani. Anche se ieri la neve è arrivata fino a Napoli, dopo aver imbiancato Roma. Finora il Nord Italia era stato risparmiato dalla neve, sebbene non dal freddo, ma da giovedì le nevicate arriveranno anche al Settentrione.

Alcuni servizi meteo parlano addirittura di una bomba di neve, una sorta di big snow che da giovedì 1° marzo continuerà a colpire ancora il Centro Italia, ma poi si sposterà sulle regioni settentrionali, finora risparmiate dalla tempesta di neve portata da Buran.

Nel frattempo la prima spruzzata di neve è arrivata a Genova nella notte, ma è per domani, appunto, che è previsto il peggioramento delle condizioni meteo. La neve ha causato qualche disagio all’aeroporto di Genova, con modifiche e cancellazioni ai voli. Domani nel capoluogo ligure chiuderanno le scuole.

Nevica debolmente anche a Torino, dove tuttavia la neve non è una eccezione. Durante l’inverno diverse nevicate hanno interessato il capoluogo piemontese. Da giovedì 1° marzo, comunque la situazione cambierà anche al Nord-ovest, con un peggioramento. Ecco le previsioni in dettaglio.

Neve in Italia: dopo il Centro anche il Nord

La neve portata dalla tempesta siberiana Buran è arrivata anche sulle regioni settentrionali, in particolare quelle di Nord-Ovest, Piemonte e Liguria. Ma è per domani, giovedì 1° marzo, che è previsto un peggioramento, quando si formerà una tempesta di neve e gelo ancora maggiore scatenata dall’incontro tra Buran e una perturbazione in arrivo dall’Atlantico. Un mix micidiale che formerà, secondo i meteorologi di Ilmeteo.it, una vera e propria bomba di neve, una sorta di Big Snow, che colpirà prima il Centro Italia, sul versante tirrenico, per poi salire al Nord.

La nuova grande tempesta di neve che giovedì 1° marzo investirà l’Italia colpirà prima Firenze e la Toscana, ma anche l’Umbria, le Marche e poi il Nord, compreso il Nord-est, con nevicate diffuse in pianura, soprattutto in Emilia.

Forti nevicate sono attese su Bologna, Venezia, Trieste, Genova, Torino e Milano. Nel capoluogo lombardo, in particolare, sono attese 48 ore di neve.

Solo dopo che la corrente atlantica avrà preso il sopravvento su Burian allora la pioggia prenderà il posto della neve, ma ci sarà ancora da aspettare, nonostante l’ingresso del mese di marzo.

Al Sud Italia invece le temperature si alzeranno, comunque con piogge diffuse sulle regioni del Centro sud.

La situazione, comunque, rimarrà critica per i trasporti, con neve e ghiaccio sulle strade e poi pericolo di pioggia ghiacciata o gelicidio già a partire dalla sera di giovedì 1° marzo, quando alla neve subentrerà la pioggia su Lazio e Abruzzo, poi anche su Toscana, Umbria e Marche.