CONDIVIDI

Elezioni 4 marzo 2018: orari di voto, modalità, come funziona lo spoglio delle schede. Tutto quello che dovete sapere sul fondamentale appuntamento alle urne di domenica prossima. 

Elezioni 4 marzo 2018
(FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Le elezioni del 4 marzo 2018 sono ormai alle porte e molti italiani navigano non solo nell’incertezza in merito a quale partito sia meglio votare, ma anche nei dubbi su quali siano effettivamente le modalità di voto. Gli orari di voto per esempio sono fondamentali soprattutto per chi deve spostarsi per recarsi alle urne. In quest’ottica vi abbiamo già segnalato i viaggi scontati in treno, aereo e nave previsti proprio in occasione del voto e vi abbiamo proposto una fondamentale guida al voto che spiega nel dettaglio i meccanismi della legge elettorale e cosa fare davanti alle schede per evitare che il proprio voto risulti nullo.

Elezioni 4 marzo 2018: orari di voto

Innanzitutto va ricordato che si vota in un giorno solo, domenica 4 marzo. Ci si potrà recare alle urne dalle ore 7 alle 23. Lo spoglio delle schede inizierà subito dopo la chiusura dei seggi e quindi in nottata si potranno già conoscere i nomi dei candidati eletti in Senato e alla Camera dei Deputati. Per quanto riguarda invece lo spoglio dei voti regionali in Lazio e Lombardia quello avverrà solo in un secondo momento e verrà avviato lunedì 5 marzo alle ore 14. Come sempre ormai da anni pochi istanti dopo la chiusura dei seggi saranno resi noti i primi exit poll, ovvero le dichiarazioni di voto fornite da un campione statisticamente valido intervistato appena dopo il voto.

Leggi anche: Elezioni 2018: sconti per i viaggiatori Trenitalia, code in biglietteria

Elezioni 4 marzo 2018: modalità di voto

Tralasciando gli aspetti più tecnici della legge elettorale denominata Rosatellum, ci preme ricordavi che non sarà ammesso il voto disgiunto poiché ci sarà una sola scheda (una per il Senato e una per la Camera) che comprende sia uninominale che proporzionale.

Elezioni 4 marzo 2018

Leggi anche: Ultimi sondaggi elezioni politiche 2018: chi vincerà il 4 marzo?

La cosa più semplice da fare per esprimere il proprio voto senza rischiare di vedersi annullare la scheda è mettere la X sul simbolo del partito. In quel modo si vota automaticamente anche la coalizione (se ce n’è una) e i relativi candidati i cui nomi sono elencati di fianco. Proprio questi nomi non vanno assolutamente segnati pena l’annullamento del voto. Ricordiamo infine che bisogna presentarsi alle urne dotati di un documento d’identità valido e della tessera elettorale. Qualora la si sia smarrita o siano finiti gli spazi per i timbri si ricorda che gli uffici elettorali dei Comuni resteranno aperti dalle 9 alle 18 venerdì 2 e sabato 3 marzo e dalle 7 alle 23 domenica 4 marzo.

F.B.