CONDIVIDI
iStock

In ogni vacanza Parigi che si rispetti, sicuramente avrete voluto assaggiare a tutti i costi i famosi macarons. Passeggiando sotto la Torre Eiffel, oppure lungo la Senna, assaggiare questi piccoli dolcetti è una vera e propria delizia. Soprattutto se li avete acquistati nel negozio più famoso di tutta Parigi l’iconico macarons Ladurée.

In tutto il mondo si sa che a Parigi Ladurée prepara questi macarons che sono i più freschi di tutta la Francia… eppure c’è qualcosa che non si sa.

Infatti i macarons Ladurée di Parigi, o in qualsiasi altro negozio del mondo sappiate che non vengono preparati in sede. Come riporta la Huffington Post, infatti, i macarons vengono prodotti in Svizzera, tutti nello stesso stabilimento al fine di avere lo stesso controllo di qualità mondiale e lo stesso tipo di ingredienti, acqua e anche aria.

L’unica eccezione sono i macarons serviti nei Ladurée francesi che vengono preparati in un laboratorio a circa 20 minuti di Parigi. Da qui vengono quasi ibernati e poi spediti nei vari negozi della Francia. Quindi non sono prodotti in Svizzera, ma gli unici dolci che vengono veramente preparati al momento nei negozi Ladurée sono i croissant mentre i macarons vengono sempre spediti in questo stato di ibernazione, ossia durante la fase di raffreddamento dopo il processo di cottura al forno. Si tratta di una fase intermedia che permette poi al pasticcere, una volta che ricevi macarons di, tra virgolette, svegliarli. Non sono congelati quindi, come dichiarano i portavoce di Ladurée, semplicemente vengono trasportati verso la fine del loro processo di lavorazione nei negozi di destinazione.

A noi profani, poco importa. Certo il fascino di sapere che i macarons sono stati realizzati sul momento sarebbe meglio, ma il sapore di questi dolcetti è veramente unico e speciale, soprattutto quelli di Ladurée. 

Mangiare a Parigi: dove e cosa

Se avete deciso di andare in vacanza a Parigi e state cercando qualcosa da mangiare da particolare o qualche ristorante unico dove assaporare qualcosa allora leggete qui: