CONDIVIDI
sciare al ponte dell'immacolata
Sciare al Ponte dell’Immacolata (iStock)

Manca pochissimo al Ponte dell’Immacolata, che quest’anno permette di fare un bel weekend lungo, magari sulla neve. Grazie alle perturbazioni che hanno portato sull’Italia freddo e nevicate, infatti, in molte località di montagna le piste da sci hanno già aperto, anticipando la stagione, per la gioia degli operatori, dopo i periodi di magra degli ultimi anni.

Vi abbiamo già segnalato le prime aperture dell’autunno inoltrato e quelle in programma tra fine novembre e i primi di dicembre, qui vi segnaliamo ulteriori aperture delle piste da sci nelle località di montagna più famose, con le informazioni aggiornate. Nel frattempo, altra neve è prevista per il giorno dell’Immacolata.

Sciare al Ponte dell’Immacolata: le piste aperte

Ecco le piste da sci già aperte o che stanno per aprire per sciare al Ponte dell’Immacolata.

Trentino

Madonna di Campiglio. Già aperti gli impianti sciistici nella bella località delle Dolomiti del Brenta. Da inizio dicembre, inoltre, sono stati aperti anche i collegamenti con Folgarida e Marilleva.

Val di Fassa. In questa celebre e frequentata valle trentina, che comprende i comuni da Moena a Canazei, all’ombra della Marmolada, gli impianti sciistici aprono il 6 dicembre.

Alpe Lusia – San Pellegrino. La neve di fine novembre a cui si è aggiunta quella dei cannoni ha imbiancato le piste di queste due località sciistiche, consentendo l’apertura di 18 impianti su 22 già dal 2 dicembre. Tutti dovrebbero essere aperti per il Ponte dell’Immacolata.

San Martino di Castrozza / Passo Rolle. Alcune piste intorno a San Martino di Castozza e sul Passo Rolle sono già aperti

Val di Fiemme. Anche in Val di Fiemme alcuni impianti sciistici sono già aperti.

Marmolada. Le piste del celebre massiccio dolomitico tra Veneto e Trentino sono state aperte il 2 dicembre.

Monte Bondone. Sopra la città di Trento le piste e gli impianti sciistici del Monte Bondone hanno aperto già il 25 novembre. Inoltre dal 26 dicembre e fino all’8 marzo si potrà provare l’esperienza emozionante di una sciata in notturna, sotto le stelle, tutti i martedì e giovedì, dalle 20.00 alle 22.30. Le piste illuminate per sciare di notte saranno: Diagonale Montesel, Cordela, Lavaman, Lavaman variante gare, Lavaman variante e lo Snowpark.

Val Gardena, Sella Ronda (Thinkstock)

Alto Adige

Kronplatz – Plan De Corones. Il comprensorio sciistico è quasi completamente aperto, con la neve naturale che ha imbiancato anche il fondovalle, creando già un panorama pienamente invernale e perfetto per l’arrivo del Natale. Le aperture dovrebbero completarsi per il weekend dell’Immacolata.

Alta Badia. In Alta Val Badia sono stati aperti già 30 impianti. L’area sciistica di La Crusc – Santa Croce ha aperto il 25 novembre scorso con la seggiovia Santa Croce e lo skilift Baby Pedraces; il 2 dicembre hanno aperto gli altri impianti e le piste dell’Alta Badia con i collegamenti principali. Il 6 dicembre è la data di apertura degli impianti di risalita e delle piste del Sellaronda. L’Alta Badia è la zona con il maggior numero di impianti attivi.

Tre Cime Dolomiti. Sul versante altoatesino delle Tre Cime di Lavaredo le piste da sci hanno aperto a inizio dicembre, con oltre 50 km di percorso dove divertirsi con gli sci.

Obereggen. Il comprensorio sciistico del Latemar – Obereggen ha aperto il 1° dicembre.

Carezza. Le piste e gli impianti sopra il paese di Carezza e l’omonimo lago hanno aperto il 2 dicembre scorso.

Val Gardena. Nella bella valle altoatesina piste e impianti aprono il 6 dicembre.

Alpe di Siusi. Anche qui gli impianti sciistici aprono il 6 dicembre

Valle Isarco. Gli impianti in Valle Isarco aprono il 7 dicembre, in tempo per il Ponte dell’Immacolata.

Veneto

Cortina d’Ampezzo. Nella celebre Perla delle Dolomiti i primi impianti sciistici hanno aperto già l’11 novembre scorso, mente il 17 novembre ha aperto il comprensorio del Faloria. Sulle montagne Cortina apriranno altri impianti nei prossimi giorni.

Arabba. Nella località stretta tra la Marmolada e il Piz Boè, alcuni impianti sciistici sono stati già aperti.

Lombardia

Livigno. Nella frequentata località sciistica dell’Alta Valtellina gli impianti sciistici aperti sono 20. Sono aperti sia il lato Carosello che quello del Mottolino.

Bormio e Santa Caterina Valfurva. Anche in queste località della Valtellina gli impianti sono già aperti e si scia dal 2 dicembre.

Tonale e Presena. Sul versante lombrado del Parco dell’Adamello Brenta alcune piste e impianti sono già aperti dal 2 dicembre.

Madesimo e Val Chiavenna. Qui le piste da sci hanno aperto già dal 26 novembre.

Piemonte

Prato Nevoso. Le abbondanti nevicate di metà novembre hanno permesso l’apertura anticipata di piste e impianti da sci di questa località del cuneese

Limone Piemonte. Anche in questa località piemontese le nevicate hanno anticipato la stagione sciistica, con l’apertura di oltre la metà degli impianti della zona.

Toscana

Abetone. Apertura anticipata quest’anno per il comprensorio dell’Abetone, uno dei primi ad aprire in tutta Italia, già da novembre.

Emilia Romagna

Cimone. Grazie alle abbondanti nevicate di novembre, anche gli impianti le piste sul Monte Cimone hanno aperto con largo anticipo quest’anno.

Sul Ponte dell’Immacolata segnaliamo: