ViaggiNews

Cancellati i voli tra Milano e Roma: la decisione di EasyJet

martedì, 5 settembre 2017

voli tra milano e roma

Brutte notizie per chi viaggia in aereo. La compagnia low cost EasyJet ha deciso di eliminare i suoi voli tra Milano e Roma. L’ultimo volo dall’aeroporto di Malpensa a quello di Fiumicino decollerà il 27 settembre, poi più nulla. La motivazione? La concorrenza del treno.

EasyJet cancella voli tra Milano e Roma

La concorrenza treno e aereo si sta facendo sentire e sta iniziando a mietere le prime vittime: tra gli aerei. I treni sempre più veloci che collegano i centri storici delle principali città italiane, soprattutto l’arrivo del Frecciarossa 1000 che può arrivare fino a 350 km orari, si sono abbattuti come una scure sul traffico aereo nazionale.

Lo scorso giugno sono partite finalmente le corse del treno superveloce Frecciarossa 1000: 2 treni ETR 1000 uniti fra loro, anche se non comunicanti, formando un unico convoglio di 400 metri per un totale di 16 carrozze e oltre 900 posti disponibili. Il Frecciarossa 1000 a doppia composizione viaggia per ora alla velocità di 300 km/h, garantendo gli stessi tempi di percorrenza dei treni in composizione singola.

Un servizio che ha messo subito in crisi gli aerei. Viaggiando in alta velocità in treno, infatti, il viaggio tra Milano e Roma è dura circa tre ore, ma l’obiettivo è quello di portarlo a 2 ore e 20 minuti o addirittura a 1 ora e 59 minuti. La durata è maggiore di quella del volo in aereo, di circa 1 ora e 10 minuti, ma non ci sono i tempi persi del trasferimento e dell’attesa in aeroporto, che possono essere molto lunghi. Con il treno si parte direttamente dal centro città. Un grosso vantaggio soprattutto per chi viaggia per lavoro.

Un brutto colpo, però, per le compagnie aeree. Così EasyJet ha deciso di cancellare i suoi voli tra Milano e Roma, tra gli scali di Malpensa e Fiumicino. Una decisione a lungo meditata. EasyJet voleva cancellare la tratta già l’anno scorso, salvo poi ripensarci. A far cambiare idea alla compagnia inglese era stato il taglio alle rotte di Alitalia che, già in crisi e per rispramiare, aveva cancellato i voli tra i due scali.

Una tratta che peraltro non è stata mai vantaggiosa da un punto di vista economico, ed era rimasta in piedi soprattutto per le ragioni di cosiddetto feederaggio, ovvero il trasporto di passeggeri in vista di un volo intercontinentale. Tuttavia, dopo che Alitalia aveva cancellato molti voli extraeuropei in partenza da Malpensa, anche la funzione di navetta, tra Roma e Milano, non aveva più motivo di continuare.

I voli tra Milano Malpensa e Roma Fiumicino di EasyJet erano gli unici rimasti sul mercato. Rispetto agli altri vettori, la compagnia inglese aveva resistito ancora qualche mese, lasciando solo un solo volo al giorno e a orari non fissi. A dare il colpo di grazia ci ha pensato la concorrenza del treno, oltre agli orari non comodi per i passeggeri. Così anche EasyJet ha capitolato, dopo le altre compagnie, come Lufthansa: niente più volo tra Malpensa e Fiumicino.

A rimanere delusi dalla decisione sono soprattutto gli industriali del Nord. Riccardo Comerio, presidente dell’Unione degli industriali di Varese, ha dichiarato: “Torniamo indietro di vent’anni, per un imprenditore di Castelletto Ticino andare a Roma in giornata diventa impossibile o comunque faticosissimo. Senza un volo diretto da Malpensa bisogna andare a Linate o entrare in centro a Milano al mattino per prendere un treno. Piuttosto che affrontare un viaggio del genere meglio una videoconferenza”. Sulla decisione di EasyJet Comerio ha aggiunto: “E’ una scelta industriale e come tale non la discuto, loro hanno investito su Malpensa, dando soluzioni nuove a questo territorio per raggiungere Germania, Spagna, Francia. Quindi nessuna colpa. Piuttosto la decisione che ci ha danneggiati è quella di Alitalia che è andata via qualche mese fa, con ragioni politiche che abbiamo contrastato a suo tempo”.

Andrea Giuricin, docente di Economia dei trasporti dell’Università Bicocca di Milano, ha spiegato così la concorrenza da parte dei treni: “La competitività dei treni è altissima, specie da quando è cominciata la battaglia dei prezzi tra Trenitalia e Ntv, migliorando l’offerta. La scelta di EasyJet è comprensibile, si è trovata fuori mercato, nonostante un territorio ricco”.

A collegare Milano con Roma resta il volo Linate-Fiumicino, gestito Alitalia con venti voli giornalieri andata e ritorno: “A salvare questa tratta è proprio l’alta frequenza. Gli aerei che partono presto al mattino, consentendo di trovarsi a Roma o Milano già alle sette sono ancora un bel vantaggio per chi deve viaggiare per lavoro e non ha problemi a spendere”, ha detto Giuricin.

VIDEO: voli tra Milano e Roma di Easyjet

Tags:

Altri Articoli Interessanti: