ViaggiNews

Guida di Zurigo: tutto quello che c’è da sapere sulla città svizzera

giovedì, 24 novembre 2016

Zurigo (iStock)

Zurigo (iStock)

Guida di Zurigo. La città di Zurigo si affaccia sull’estremità superiore dell’omonimo Lago di Zurigo ed è la più grande della Svizzera, nonostante non ne sia la capitale.  Zurigo è capoluogo del Cantone omonimo e il suo agglomerato urbano ha oltre un milione di abitanti. E’ una importante città universitaria, ricca di storia monumenti e cultura. I primi insediamenti furono ad opera dei Celti, poi nel 15 a. C. la città, chiamata Turicum, fu conquistata dai romani diventando una importante stazione doganale. Nel medioevo passò sotto il controllo franco-alemanno e poi ai Carolingi. Intorno all’anno mille ebbe un forte sviluppo economico grazie alla sua posizione strategica di transito tra le Alpi e la Germania. Nel 1351 entrò nella Confederazione Elevtica, mentre nel XVI secolo fu al centro della riforma protestante di Huldrych Zwingli.

Guida di Zurigo: cosa vedere

La città di Zurigo ospita molte chiese storiche. Tra le più importanti c’è l’antico duomo Grossmünster, dedicato ai santi patroni della città che erano Felix e Regula. Da qui è partita la Riforma di Zwingli e oggi è una chiesa protestante, simbolo della città con le sue torri gemelle.La chiesa è costruita con pietra arenaria, in stile prevalentemente romanico, anche se le due torri sono gotiche con piccole cupole di epoca barocca. Un altro luogo storico della città è il complesso del Fraumünster, anche questo in pietra arenaria, comprendente una chiesa e in passato, un monastero di suore benedettine. La chiesa è in stile prevalentemente gotico. La caratteristica principale della chiesa sono le sue vetrate colorate: la vetrata nord del transetto di Augusto Giacometti “Il Paradiso celeste” (1947), il ciclo di cinque vetrate bibliche nel coro (1979) e il rosone nel transetto meridionale (1980) realizzati da Marc Chagall. Nel chiostro si trova un ciclo di affreschi di Paul Bodmer sulla fondazione del convento femminile. Le chiese Grossmünster e Fraumünster si trovano una di fronte all’altra sulle rive opposte del fiume Linmat.
Un’altra chiesa importane di Zurigo è quella di San Pietro, la più antica parrocchia medievale della città. Ha una bella torre la torre tardoromanica-gotica e all’interno elementi architettonici medievali, rinascimentali e barocchi.
Un’altra chiesa degna di nota è la Predigerkirche, fondata nel XIII secolo e oggetto di successivi rimaneggiamenti. All’esterno è in stile gotico e con il campanile neogotico, mentre all’interno è in stile barocco. Da vedere anche la Wasserkirche, la Chiesa dell’Acqua, vicino al Grossmünster.

Zurigo, Fraumünster e Münsterbrücke (CEphoto, Uwe Aranas, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Zurigo, Fraumünster e Münsterbrücke (CEphoto, Uwe Aranas, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Gli altri edifici da visitare sono la Zentralbibliothek Zürich, la Biblioteca centrale di Zurigo, nel “Predigerkloster”, l’ex abbazia dei Frati Neri. La biblioteca accoglie circa 5.000.000 di volumi stampati e 124.000 manoscritti. La Eidgenössische Technische Hochschule Zürich, ovvero il Politecnico federale di Zurigo, prestigiosa istituzione universitaria fondata nel 1885 da cui sono usciti scienziati come Albert Einstein e Peter Debye. L’attrazione turistica è la terrazza del palazzo del Politecnico, con un panorama a 360° sulla città vecchia e i suoi dintorni. Da vedere, poi, la Hauptbahnhof Zürich, la stazione centrale, costruita verso la metà del XIX secolo, all’interno ospita il grande centro commerciale il Shop-Ville.
La Kunsthaus Zürich, Casa dell’arte di Zurigo, è un’importante museo che ospita opere di arte antica, moderna e contemporanea, con opere, tra gli altri di opere di Van Gogh, Picasso, Edvard Munch, Alberto Giacomettie e Marc Chagall. Il Museum Rietberg, situato all’interno del parco di Villa Wesendonck, ospita collezioni di arte islamica, asiatica e africana. Da vedere anche il Giardino botanico dell’Università di Zurigo (Botanischer Garten der Universitä). A 5 km dal centro, si trova lo Zoo, con la grande serra Masoala. Lo Zoo di Zurigo è uno dei più grandi e visitati d’Europa.

Guida di Zurigo: cosa fare

Il centro storico di Zurigo si può visitare a piedi, a questo proposito vengono organizzate visite guidate. Ci sono diversi tour tematici: quello classico per le vie del centro alla scoperta dei monumenti, il tour storico, quello sulle tracce del movimento artistico zurighese Dada, quello gastronomico e quelli tematici in occasione del Natale. Vengono organizzati anche tour guidati della città in Segway, il veicolo elettrico ecologico. Anche con percorsi individuali. Da non perdere la Trolley Experience, il tour della città a bordo del Classic Trolley, il bus/tram caratteristico di Zurigo, con visita con audioguida. Vengono organizzate anche a visite ed escursioni ai dintorni di Zurigo, come quella al Rigi, la popolare montagna escursionistica degli svizzeri.

In occasione dei 100 anni del movimento artistico Dada o Dadaismo, (1916-2016), nato proprio a Zurigo, la città ha organizzato moltissimi eventi a tema e diverse mostre. Quella più originale è allo storico caffè dei dadaisti, il Cabaret Voltaire, con 165 serate a tema durante l’anno, ognuna dedicata a un determinato artista dada.

Se decidete di visitare Zurigo noleggiando una bicicletta non dovete perdervi il Rathaus Caffè, sul fiume Limmat, qui potrete provare l’esperienza di gustare un caffè in bici. Il caffè infatti offre un curioso servizio di Velokafi, o Velo drive-in, una sorta di drive-in per i ciclisti, dove sorseggiare il vostro caffè senza scendere dalla bici.

Uno dei principali punti di ritrovo di Zurigo è la Limmatquai, la strada del centro storico che i affaccia sulla sponda orientale del fiume Limmat e dove si trovano molti edifici storici, bar, ristoranti e negozi.

In città si trovano tante strutture per lo sport e il palazzetto del ghiaccio.

Zurigo si trova a poco più di 50 km da Lucerna. E’ possibile pertanto visitare la città affacciata sul Lago dei Quattro Cantoni con una visita giornaliera.

Zurigo, chiesa di San Pietro (Roland zh, CC BY-SA 3.0, Wikicomons)

Zurigo, chiesa di San Pietro (Roland zh, CC BY-SA 3.0, Wikicomons)

Dove mangiare, shopping e vita notturna

In città ci sono numerosi ristoranti, sia tipici che internazionali. Nelle trattorie tipiche si gusta la cucina tradizionale, specialmente il tipico spezzatino alla zurighese con i rösti. Mentre i ristoranti più moderni e innovativi servono i piatti dell’alta cucina internazionale. Da non perdere i mercati alimentari con street food e prelibatezze da tutto il mondo. A Zurigo si trova il più antico ristorante vegetariano del mondo, lo Haus Hiltl, aperto nel 1898. Al Kronenhalle, invece potete concedervi una cena raffinata, circondati dai quadri di Chagall e Bonnard.

Zurigo è il paradiso dello shopping. In città si trovano tanti le boutique dei grandi marchi internazionali e del lusso, ma anche tanti negozi con prodotti locali, di artigianato, design e gastronomia. Dal migliore cioccolato svizzero agli orologi e gioielli, passando per gli oggetti realizzati in modo sostenibile. Le zone principali dello shopping sono il centro storico, la Bahnhofstrasse e  Zürich-West. In estate si tengono numerosi mercati settimanali con verdure e fuori freschi, specialità locali e oggetti di seconda mano. Mentre in inverno dominano i mercatini di Natale. A Zurigo la maggior parte dei negozi è aperta da lunedì a venerdì dalle 09.00 alle 20.00, ma i negozi più piccoli chiudono già alle 18.30. Di sabato, i negozi sono aperti prevalentemente dalle 09.00 alle 17.00. La domenica si può fare shopping solo nei 135 negozi della Stazione Centrale e nei 60 dell’aeroporto.

A Zurigo c’è una vivace vita notturna, con numerosi bar, locali e discoteche per tutti i gusti. A dispetto del fatto che siamo n Svizzera, in alcune discoteche si balla fino alle prime ore del mattino, con musica di tutti i tipi. La Langstrasse è il principale punto di ritrovo per uscire la sera. Inoltre, fino a tarda notte sono aperti i chioschetti con il cibo da strada.

Infine, tra le curiosità di Zurigo vi segnaliamo il palazzo spostato di 60 metri.

Guida di Zurigo: informazioni pratiche

Quando andare

Non c’è un periodo preciso per visitare Zurigo, dipende molto dalle attività che si vogliono fare, tenendo presente che in inverno la temperatura scende sotto lo zero, mentre in estate nelle giornate più calde si possono superare i 30° C. Ideale, anche per passeggiate ed escursioni all’aperto è la tarda primavera.

Come arrivare

In aereo. L’aeroporto di Zurigo è collegato con le principali città europee e si trova a 11 km a nord della città. Dispone di stazione ferroviaria sotterranea e si può raggiungere il centro anche in tram.

In treno. Dall’Italia i treni per Zurigo partono da Milano. Ci sono 7 Eurocity al giorno, dalle 8.25 alle 20.25, che impiegano circa 4 ore per arrivare nella città svizzera. Con la nuova linea ferroviaria al Alta Velocità dell’Alptransit si viaggerà da Milano a Zurigo in meno di tre ore. Lo scorso 1° giugno è stato inaugurato un nuovo tratto dell’Alptransit, la galleria di base del San Gottardo, tra Erstfeld e Bodio, che con i suoi 57 km è il tunnel ferroviario ad alta velocità più lungo del mondo.

Documentazione necessaria

La documentazione è quella richiesta per la Svizzera: carta di identità valida per l’espatrio o passaporto. La moneta in corso legale è il franco svizzero.

Guida di Zurigo – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: