Il Vietnam riapre le frontiere ai turisti: ecco quando

Nuove regole di viaggio: il Vietnam riapre le frontiere ai turisti, ecco quando si potrà visitare di nuovo il Paese.

vietnam riapre frontiere turisti
Il Vietnam riapre le frontiere ai turisti: ecco quando (Foto di Quang Nguyen Vinh da Pexels)

Continua a crescere la lista dei Paesi che riaprono le loro frontiere o allentano le restrizioni al turismo internazionale. Questa volta tocca al Vietnam. Il Paese, stando alle fonti di stampa internazionali, è in procinto di riaprire i confini ai turisti il prossimo 15 marzo, con tre mesi di anticipo rispetto ai programmi.

Una buona notizia per tutti coloro che amano viaggiare nel Sud-Est asiatico e in Vietnam in particolare, un Paese stupefacente, ricco di bellezze naturali e dalla cultura antichissima. Ecco tutte le ultime novità da conoscere sulle nuove regole di viaggio.

Il Vietnam riapre le frontiere ai turisti: ecco quando

Tra i Paesi che ancora erano chiusi ai viaggiatori internazionali, il Vietnam ha deciso di anticipare la riapertura delle frontiere al 15 marzo prossimo. Una riapertura anticipata d ben tre mesi sulla tabella di marcia originaria.

Il Vietnam era chiuso a tutti gli stranieri dal 22 marzo 2020, da quasi due anni. Gli unici viaggiatori internazionali ammessi sono stati finora i diplomatici, le delegazioni ufficiali, gli investitori, i lavoratori qualificati, i dirigenti di impresa, gli studenti per scambi universitari, i familiari di cittadini vietnamiti e gli stranieri regolarmente residenti. Insomma, come in molto altri Paesi, finora, gli ingressi sono stati consentiti solo per motivi diplomatici, politici, di lavoro e familiari.

Le nuove regole di viaggio

Dal 15 marzo, invece, potranno tornare in Vietnam anche i turisti stranieri. Sarà comunque una riapertura ancora condizionata dalle regole sanitarie d’ingresso. L’accesso al Paese, infatti, sarà consentito soltanto agli viaggiatori che hanno completato il ciclo vaccinale, per coloro che hanno più di 12 anni. L’ultima dose del vaccino dovrà essere stata somministrata tra i 14 giorni e i 6 mesi prima della partenza.

Tutti i viaggiatori sopra i 2 anni di età dovranno sottoporsi a tampone molecolare PCR con risultato negativo, effettuato entro le 72 ore prima dell’arrivo nel Paese. Una volta entrati in Vietnam, i viaggiatori dovranno sottoporsi a un test antigenico entro 24 ore e stare un giorno in quarantena. Poi saranno finalmente liberi di muoversi nel Paese.

Il Vietnam, inoltre, richiede ai viaggiatori di stipulare un’assicurazione di viaggio con copertura Covid per almeno 10mila dollari. Prima di entrare nel Paese è richiesto ai viaggiatori anche di compilare online un modulo di viaggio.

Non si tratta, dunque, di una riapertura completa poiché rimangono importanti limitazioni ma per chi ama il Vietnam e non vede l’ora di visitarlo di nuovo, con una lunga vacanza, sarà un sacrificio sopportabile.

Tra gli altri Paesi che di recente hanno riaperto le frontiere ai turisti stranieri vaccinati, ricordiamo Le Filippine e l’Australia.

Viaggi dall’Italia

Nel frattempo, da oggi, 1° marzo, anche gli italiani potranno viaggiare in Vietnam perché sono stati aboliti gli elenchi dei Paesi che prevedevano diverse regole di viaggio con diverse limitazioni. In particolare, gli italiani non potevano viaggiare verso i Paesi dell’elenco E, in cui era incluso il Vietnam, se non per motivi di lavoro, salute, urgenza o per il rientro al domicilio.

Ora tutti questi divieti sono caduti, in coerenza con l’ordinanza che ha eliminato l’obbligo di quarantena per tutti gli arrivi dall’estero da qualunque Paese. Tutti i viaggiatori internazionali che arrivano in Italia, per qualsiasi motivo, dovranno esibire soltanto il Green pass oppure una certificazione equivalente che attesti la negatività al Coronavirus o la vaccinazione o la guarigione dal Covid.

Per informazioni aggiornate sulle regole di viaggio in Vietnam rimandiamo alla pagina del Paese sul sito Viaggiare Sicuri: www.viaggiaresicuri.it/country/VNM

Baia di Halong, Vitenam (Thinh La da Pixabay)