I 3 trucchi geniali e che nessuno conosce per risparmiare sui voli aerei

Come fare per risparmiare sui voli aerei: acquistare biglietti aerei low cost senza spendere troppo

trucchi voli
I 3 trucchi per risparmiare sui voli low cost

Quando decidete di partire per un viaggio vi mettete all’affannosa ricerca su internet del volo a prezzo scontato. Ma il più delle volte vi scontrate con tante occasioni che si rivelano poi sonore batoste. Fra bagaglio a mano e partenze ad orari improbabili finite per pagare parecchio perfino un volo low cost. Come fare dunque per risparmiare sui voli aerei e acquistare un biglietto a basso costo? Vi sveliamo ora tre trucchi facili facili per pagare meno un volo low cost.

I 3 trucchi per risparmiare sui voli low cost

Se è vero che ci sono dei modi per far abbassare il prezzo del volo, è altrettanto vero che chi vuole risparmiare qualche sacrificio deve fare (e la rima lo sottolinea). E per sacrificio si intende fondamentalmente essere flessibili. Il che vuole dire essere disposti a partire in mezzo alla settimana invece che il venerdì o a prendere il volo delle 6 del mattino anziché quello delle 11. Oppure scegliere un aeroporto vicino alla propria destinazione e decisamente più economico.

Leggi anche -> Tutti i modi per risparmiare sull’acquisto dei voli aerei <<

Inoltre per risparmiare dovete anche essere previdenti e non procrastinatori. Conviene infatti prenotare con congruo anticipo, a gennaio un volo per giugno ad esempio anziché attendere maggio.

C’è poi il capitolo bagaglio. Le compagnie low cost propongono prezzi stracciati, ma si intende la tariffa base senza trolley; le altre compagnie hanno prezzi più alti per la medesima tratta, ma potrete salire a bordo con trolley, borsa e borsetta. Conviene dunque farsi qualche conto prima di precipitarsi a prenotare quello che è in fondo un richiamo per allodole.

Infine fate le comparazioni. Guardate più motori di ricerca di voli e il sito stesso della compagnia aerea, potreste trovare molte sorprese.

Ora che sapete come comportarvi (flessibili, efficienti e attenti) vediamo quali sono i tre trucchi geniali per risparmiare sui voli aerei

  • Ricerca in incognito
  • mai nel weekend
  • separate andata e ritorno

Fare ricerca in incognito per i voli

No, non si tratta di andare in giro vestiti con l’impermeabile e gli occhiali da sole. Semplicemente quando ricercate il prezzo di un volo – e ricercherete per la stessa destinazione su più pagine e più siti – venite riconosciuti come interessati a quell’elemento e di conseguenza vi verrà proposto a prezzo più alto. Meglio dunque fare questo tipo di ricerche in incognito e ancora meglio farle su diversi device. Potreste avere gradite sorprese.

Non si fa nel weekend

Avete pensato ‘oh sabato che ho tempo mi metto a cercare il volo’. Bene, non fatelo. Nel weekend i prezzi salgono. Anche se partite di mercoledì il prezzo che vi apparirà nel fine settimana è più alto. Il costo dei voli aerei funziona un po’ come la Borsa. Se volete acciuffare la proposta migliore mettetevi a guardare i voli in mezzo alla settimana.

Separare i voli di andata e ritorno

Quando si prenota un viaggio si inserisce sul motore di ricerca la data di partenza e quella di ritorno. Il sistema vi fornisce poi delle proposte che contemplano l’andata e il ritorno. Ma spesso e volentieri non sono le migliori che ci siano. Meglio, molto meglio per risparmiare vedere separatamente il volo di andata e ritorno. Potreste avere gradite sorprese.

Se è vero che comportarsi in questa maniera vi aiuterà a trovare prezzi più bassi, tenete sempre d’occhio le offerte delle compagnie aeree e per non farvele sfuggire iscrivetevi alle newsletter così da essere sempre informati!

 

 

Previous articleC’è una sola città italiana da visitare nel 2022 secondo la CNN
Next articleAvete una voglia matta di safari? Potete farlo anche in Italia
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.