Meteo inverno 2021/22: il più freddo dal 2000, Natale con la neve

Le previsioni meteo per l’inverno 2021/22. Come sarà il tempo a dicembre e a Natale. Temperature previste

meteo inverno
Le previsioni meteo per l’inverno 2021/22

L’autunno, quello fatto di belle giornate e di sole tiepido, sembra sia già finito. L’inizio di novembre segna a quanto pare il passo e in pochi giorni ci ritroveremo già catapultati alle prese con freddo gelido e piogge continue. Le previsioni meteo per l’inverno 2021/22 lasciano pochi spazi a dubbi: sarà più freddo del solito e molto più nevoso.

Secondo gli esperti dicembre 2021 farà registrare temperature più basse degli ultimi 20 anni. Non si esclude un bianco Natale in buona parte d’Italia e anche il nuovo anno dovrebbe iniziare con la colonnina di mercurio più in basso della norma.

Meteo inverno 2021/22: temperature e previsioni per novembre e dicembre

Ottobre è stato un mese fin troppo generoso che ci ha regalato giornate di sole caldissimo e ci ha fatto quasi dimenticare di essere in autunno. Ma a rimettere le cose in chiaro sarà sin da subito Novembre. 

Dall’inizio di questo mese infatti si registreranno temperature più basse e lo stesso è atteso a dicembre e anche a gennaio. Tutta colpa infatti della ‘Nina‘ ovvero dell’abbassamento termico delle acque del Pacifico tropicale. Questo fenomeno influenza il clima dell’Emisfero Nord, Italia compresa dunque.

Le conseguenze sull’Italia saranno un clima più freddo – secondo gli esperti addirittura l’inverno più freddo degli ultimi 20 anni – e più piovoso. Il che significa anche più nevoso.

Meteo novembre 2021

Novembre è generalmente il mese più piovoso dell’anno in Italia e anche quello delle prime ondate gelide. In questo periodo arriva sempre anche la prima neve, riaprono gli impianti da sci e si iniziano a sentire i rigori dell’inverno. Quest’anno però sarà molto più freddo e nevoso del solto.

Le previsioni meteo per novembre rivelano che ci aspettano in questa prima decade molte giornate di piogge e un netto abbassamento delle temperature. Dal 5 novembre una corrente proveniente dal Polo Nord farà scendere i termometri di 5/6 gradi sia sui valori minimi sia massimi. Il Nord e il Centro saranno maggiormente interessati dall’ondata gelida, ma anche il Sud subirà una contrazione.

Le previsioni per il proseguo del mese di novembre continuano nella medesima direzione: farà più freddo del solito. Le temperature saranno di 1.5 gradi più basse della norma, con valori che specie al Nord scenderanno sotto lo zero.

meteo inverno
Neve a Venezia: nell’inverno 21/22 sarà possibile

Meteo dicembre 2021

Le previsioni a lungo termine rivelano che gli effetti della Nina interesseranno anche il mese dicembre. Il che significa che le temperature basse, la pioggia e la neve saranno caratteristiche anche del mese di dicembre.

A dicembre i valori termici saranno ancora più bassi del solito mentre le nevicate saranno maggiori e più frequenti. Secondo i meteorologi ad inizio mese il freddo arriverà in Italia dai Balcani e colpirà dunque maggiormente le regioni adriatiche. Sarà proprio sugli Appennini e sulle coste adriatiche che potranno esserci delle nevicate davvero abbondanti a dicembre.

Di norma poi nella seconda metà del mese le ondate fredde scendono in Italia dall’Europa settentrionale. Ma anche le correnti siberiane avranno campo libero. L’Alta Pressione riparerà nel Nord Africa, lasciando il nostro Paese allo scoperto.

Dunque in questo Natale 2021 per i meteorologi l’Italia sarà stretta in una morsa gelida e le nevicate potranno interessare anche le pianure soprattutto quelle settentrionali.

Gli effetti della Nina potrebbero continuare anche a gennaio, rendendo dunque tutto il meteo dell’inverno 2021/22 caratterizzato da un freddo da record.

 

 

Previous articleI ristoranti di Chef Cannavacciulo: dove sono, il menù e quanto costano
Next articleLe 10 città italiane da visitare questo inverno: dove andare
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.