Viaggiare in Francia: il pass sanitario serve anche sull’autobus

Viaggiare in Francia: il pass sanitario serve anche sull’autobus. Tutte le informazioni utili.

viaggiare francia pass sanitario
Viaggiare in Francia: il pass sanitario serve anche sull’autobus (Adobe Stock)

Se avete in programma di viaggiare in Francia, oltre a tutta la documentazione necessaria per entrare nel Paese, su tutti il Green pass, dovete conoscere anche tutte le restrizioni da poco introdotte per contenere la circolazione del coronavirus.

Prima che in Italia, infatti, la Francia ha introdotto l’obbligo del pass sanitario per andare al bar e al ristorante e anche per usare i mezzi pubblici. È stata proprio la Francia a inaugurare un uso estensivo del pass in Europa e ad ispirare l’Italia per le modifiche al proprio.

Naturalmente, il pass rilasciato dalle autorità sanitarie italiane vale anche in Francia, poiché il nostro Green pass vale anche come Green pass europeo (EU Digital certificate Covid-19) ed è riconosciuto anche in Francia, come avviene tra Paesi UE e dell’area Schengen. Vediamo tutti i casi in cui è richiesto il pass sanitario in Francia.

Leggi anche –> Grecia, green pass obbligatorio per i turisti in vacanza: come funziona

Viaggiare in Francia: il pass sanitario serve anche sull’autobus

Il presidente Emmanuel Macron lo aveva annunciato e ha mantenuto la promessa: il Green pass francese o pass sanitario, come lo chiamano qui, è diventato obbligatorio per andare al ristorante, al bar, al cinema, al cinema, al museo e per salire anche sui mezzi pubblici.

L’applicazione del pass ai luoghi pubblici al chiuso e ai mezzi di trasporto sarà in due fasi: a fine luglio nei luoghi della cultura e ad agosto a bar, ristoranti, autobus e treni.

In Francia nel mese di luglio si è registrata una vera e propria impennata di casi di Covid-19, dovuti soprattutto alla variante Delta, che ha richiesto interventi immediati del governo. Ricoveri e decessi sono ancora contenuti ma senza interventi di contenimento la situazione è destinata a peggiorare velocemente. Per evitare il ritorno a chiusure e coprifuoco, la scelta del governo francese è stata l’estensione del pass sanitario.

In Francia il pass santitario è diventato obbligatorio il 21 luglio nei luoghi di cultura, al cinema, in teatro, al museo, nelle sale concerto e nei luoghi di svago, nelle palestre e negli impianti sportivi in cui sono presenti più di 50 persone.

Leggi anche –> Serve il Green Pass per viaggiare in Italia? Le regole per treni, aerei e navi

Pass sanitario richiesto ad agosto

Poi, dall’inizio di agosto, deve essere ancora stabilita una data precisa, il pass sanitario sarà obbligatorio: nei caffè, nei ristoranti, centri commerciali, ospedali, case di riposo, istituti a carattere sanitario e sociale, così come per i viaggi in aereo, treno e autobus di lunga percorrenza.

Altri luoghi in cui è richiesto il pass potranno essere aggiunti in seguito, in caso di necessità e a seconda della situazione epidemica.

Per tenere conto della situazione particolare di alcune categorie di persone, l’obbligo del pass sanitario è posticipato al 30 agosto: per i ragazzi dai 12 ai 17 anni e per i dipendenti di luoghi e istituti aperti al pubblico.

Per ulteriori informazioni: www.gouvernement.fr/info-coronavirus/pass-sanitaire

Leggi anche –> Viaggi all’estero a rischio per la variante Delta, l’avviso della Farnesina

green pass europeo in vigore
Green pass europeo (Rafael Henrique – stock.adobe.com )